giovedì 29 dicembre 2016

Recensione audiolibro: "Sole di mezzanotte" di Jo Nesbo letto da Pino Insegno

Buongiorno ragazzi,
prima di iniziare a tirare le somme dell'anno ormai agli sgoccioli, voglio parlarvi di una mia nuova esperienza: gli audiolibri.
Voi avete mai provato ad ascoltare un libro letto da qualcun'altro?
Io ero convinta del fatto che non sarei riuscita a cogliere tutte le sfumature della storia se a leggere fosse qualcun'altro ed invece mi sono dovuta ricredere.
A farmi conoscere questa nuova sfaccettatura della letteratura, è stata la CE Emons, che mi ha dato la possibilità di ascoltare "Sole di mezzanotte" di Jo Nesbo, letto da Pino Insegno.

Titolo: Sole di mezzanotte
Autore: Jo Nesbo
Legge: Pino Insegno
Editore: Emons
Ore ascolto: 5h 10m
Prezzo file mp3: €10.14
Prezzo CD: € 16.90

Trama:
Per sfuggire al Pescatore, il più spietato signore della droga norvegese, Jon ha percorso 1.800 chilometri, fino a raggiungere un paesino remoto dove il sole non tramonta mai. Qui ha cambiato nome e ha trovato un capanno di caccia dove nascondersi e forse una donna da amare. Nell’implacabile luce estiva scoprirà se la redenzione è possibile, o se la speranza è solo un’invenzione del diavolo.


Recensione
Ascoltare un libro piuttosto che leggerlo, devo ammetterlo, è strano. Ma strano non significa che non sia un'esperienza piacevole. Ho caricato il file mp3 sul mio smartphone e l'ho lasciato lì qualche giorno prima di decidermi ad iniziarlo perché ero ovviamente un pò scettica. L'ho iniziato in una serata in cui dopo circa 10 ore al Pc per lavoro, i miei occhi non avevano nessuna voglia di continuare a lavorare e quindi sarebbe stato impossibile leggere. Così armata di cuffiette e con il naso sotto le coperte ho iniziato ad ascoltare questa storia.

domenica 25 dicembre 2016

Xmas 2016: buone feste


Buon Natale ragazzi!
Curiosa come sempre di scoprire come state trascorrendo queste feste, cosa avete trovato sotto l'albero, quali letture vi state godendo durante questa pausa.

Mi raccomando, leggete tanto e mangiate poco ;)

lunedì 5 dicembre 2016

Recensione film: Demolition - Tallulah - Bad Moms

Scorpacciata di film per me in questo periodo. Contro ogni mia abitudine, film rilassanti, leggeri, niente horror. Di horror solo qualche serie tv: ovviamente The Walking Dead , American Horror Story e The Exorcist. Ma di questo vi parlerò un'altra volta.
Ora inizio subito a parlarvi di qualche titolo per evitare di arretrarmi troppo.





Partiamo dal fatto che non amo il genere drammatico perché mi mette tristezza, ho scelto di vedere "Demolition - Amare e vivere" solo perché nel trailer e su tutte le locandine spiccava il personaggio interpretato da Jake Gyllenhaal. Lo so che l'attore non fa il film come l'abito non fa il monaco, ma per me, da quando ho visto Donnie Darko, Jake Gyllenhaal è sinonimo di garanzia. Anche in questo film non mi ha delusa interpretando in modo eccelso il crollo psicologico di un uomo dopo la perdita della moglie. Si dice che si coglie il valore di qualcuno solo quando non lo si ha più accanto ma... a volte può succedere anche il contrario. Con la perdita di qualcuno si può anche capire che in realtà era l'abitudine a tener insieme le due vite. Ed è proprio l'abitudine, la routine quotidiana che cambia per il protagonista di Demolition così come cambia lui. 
Un attimo di rabbia e di impulsività portano il protagonista ad accanirsi contro uno stupido distributore automatico nella sala d'attesa dell'ospedale tanto da spingerlo a contattare l'azienda che lo gestisce. Il distributore ha scelto di incepparsi nel momento sbagliato perché lui ha appena perso la moglie in un incidente stradale, non può ignorare l'accaduto e così scrive. Scrive la prima lettera di reclamo, poi la seconda, poi una terza. Lettere sempre più lunghe e sempre più intime in cui riversa la sua frustrazione, la sua rabbia, la sua delusione. Senza sapere chi c'è dall'altro lato a leggere fino a quando il telefono squilla. È la voce di una donna, il servizio clienti dell'azienda dei distributori. Una donna che non ha potuto ignorare la sua richiesta di aiuto, una donna che insieme al figlio, entra nella sua vita e la stravolge senza in realtà fare nulla. È il rapporto con il figlio, la scoperta di una nuova realtà familiare che spingono il protagonista a cambiare. Tra una corsa in macchina cantando a squarciagola e un'intera cucina distrutta a colpi di martello, lui riesce a ricostruire la sua vita, la sua voglia di vivere. Demolire per ricostruire, questo il suo nuovo fantastico modo di vedere la vita!

giovedì 1 dicembre 2016

Recensione: "Sogni di mostri e divinità" di Laini Taylor

Riprendere a recensire dopo settimane di silenzio è strano, ma per rimettermi in carreggiata non posso che scegliere un libro che ho amato, ultimo capitolo di una delle serie fantasy che mi è entrata più nel cuore: "Daughter of Smoke and Bones" di Laini Taylor, giunta alla sua conclusione con "Sogni di mostri e divinità"

Titolo: Sogni di mostri e divinità
Autore: Laini Taylor
Editore: LainYa - Fazi
Pagine: 570
Prezzo copertina: € 14.50

Trama:
La misteriosa Karou è una chimera unica nel suo genere: al contrario dei suoi simili, l’eroina della trilogia La chimera di Praga ha sembianze umane, impreziosite da meravigliosi capelli blu. È innamorata di Akiva, un angelo dalla bellezza eterea. Angeli e chimere sono però nemici naturali, in lotta da secoli. C’è solo un modo per ristabilire la pace: tentare un’alleanza fra le chimere e quegli angeli che, come Akiva, hanno deciso di ribellarsi al loro imperatore.
In questo terzo e conclusivo capitolo della saga entriamo subito nel vivo dell’azione: l’esercito degli angeli discende sulla Terra, in pieno giorno, in una Roma sfolgorante di sole, con uno stuolo di telecamere intente a riprendere e un pubblico sbalordito a osservare la scena. Nel frattempo, dopo il tradimento che ha portato la sua specie allo stremo, Karou sta ricostruendo l’esercito delle chimere e, grazie a un inganno ingegnoso, è ora alla guida della ribellione contro gli angeli. Il futuro della sua specie dipende da lei, ed è giunto il momento dello scontro finale. Riusciranno Karou e Akiva a realizzare il sogno di una realtà in cui i loro popoli smettano di distruggersi e in cui, forse, potrebbe esserci spazio per il loro amore?
Con queste pagine mozzafiato, caratterizzate da una tensione costante e una serie di personaggi indimenticabili, Laini Taylor conferma il suo grande talento. Un finale stupefacente per una trilogia fantasy davvero epica, una suggestiva rivisitazione moderna della mitologia classica e cristiana che ha appassionato milioni di lettori in tutto il mondo.