martedì 31 maggio 2016

New Entry in my Library (05/2016)

Sssssshh... non dite a nessuno che questo mese le nuove entrate librose sono più di quelle previste dal mio piano "smaltimento arretrati", non ho proprio saputo resistere! :)
Vorrà dire che mi impegnerò di più il mese prossimo, sia a leggere e smaltire più libri possibile, sia a non accumularne altri! 


Vi faccio direttamente una carrellata dei nuovi titoli che hanno preso prepotentemente :) posto nella mia libreria, voi fatemi sapere quale vi incuriosisce particolarmente e di quale vi piacerebbe leggere la recensione!


La sua nuova sfida è creare un ricettario dalle memorie di un'anziana cuoca. Un'impresa ardua, quasi impossibile. Perché Vani non ha mai preso una padella in mano, e non le è chiarissimo il significato di parole come scalogno o topinambur. Ma inaspettatamente, mentre esegue l'incarico con il conforto morale di un gourmet come il commissario Berganza, una rivelazione cattura il suo interesse: la cuoca confessa un delitto. Un delitto che riguarda una delle famiglie più in vista di Torino, e che per la cronaca ha un altro colpevole. Berganza abbandona i fornelli per indagare, e adesso è lui ad aver bisogno di Vani, del suo dono che le permette di osservare le persone e scoprirne i segreti più nascosti. Eppure la strada che porta alla verità è lunga e tortuosa. A volte la vita assomiglia a un giallo, piena di falsi indizi: solo l'intuito di Vani può smascherarli.


Il mare è agitato e le bandiere rosse sventolano sulla spiaggia. Il piccolo Michele ha corso a perdifiato per tornare presto a casa dopo la scuola, ma quando apre la porta della sua casa, nella piccola stazione di Miniera di Mare, trova sua madre di fronte a una valigia aperta. Fra le mani tiene il diario segreto di Michele, un quaderno rosso con la copertina un po’ ammaccata. Con gli occhi pieni di tristezza la donna chiede a suo figlio di poter tenere quel diario. Lo ripone nella valigia, promettendo di restituirlo. Poi, sale sul treno in partenza sulla banchina. Sono passati vent’anni da allora. Michele vive ancora nella piccola casa dentro la stazione ferroviaria. Addosso, la divisa di capostazione di suo padre. Negli occhi, una tristezza assoluta, profonda e lontana. Perché sua madre non è mai più tornata. Michele vuole stare solo, con l’unica compagnia degli oggetti smarriti che ritrova ogni giorno nell’unico treno che passa da Miniera di Mare. Perché gli oggetti non se ne vanno, mantengono le promesse, non ti abbandonano. Finché un giorno, sullo stesso treno che aveva portato via sua madre, Michele ritrova il suo diario, incastrato tra due sedili. Non sa come sia possibile, ma sente che è sua madre che l’ha lasciato lì. Per lui. Ora c’è solo una persona che può aiutarlo: Elena, una ragazza folle e imprevedibile come la vita, che lo spinge a salire su quel treno e ad andare a cercare la verità.


Kelsea Glynn è una regina giusta, che si è battuta con coraggio e ha dichiarato concluso l'obbligo del Tearling di pagare ogni mese con un tributo di schiavi la pace col vicino regno del Mortmesne. Così facendo ha sfidato la Regina Rossa, una donna spietata i cui poteri derivano da una magia oscura e terribile, che non ha tardato a inviare il proprio orrido esercito nelle terre di Kelsea col compito di seminare terrore. Niente sembra riuscire a fermare l'avanzata delle formidabili truppe nemiche. Kelsea, tuttavia, riesce a stabilire una connessione con un passato lontano, e sembra trovare una possibile quanto pericolosa alleata: una ragazza di nome Lily, che combatte per la sua stessa vita in un mondo in cui essere donna pare un crimine. I destini del Tearling e di Kelsea sembrano inscindibilmente legati a quello di Lily, però il tempo sta per scadere e la giovane regina potrebbe morire prima di scoprire il perché... In questo secondo capitolo della sua trilogia, Erika Johansen ci fa incontrare di nuovo i meravigliosi personaggi di "The Queen of the Tearling" - Kelsea, Mazza Chiodata, la Regina Rossa e Fetch - aggiungendo nuove e incredibili figure e consegnando ai lettori un sequel intriso di magia, amore e mistero, che pioveranno come una tempesta di spade sulla sua indimenticabile eroina. Riuscirà Kelsea Glynn a salvare il suo regno, prima che sia troppo tardi?


Il giorno in cui è costretto ad andare in pensione per colpa del suo cuore malato, l’ispettore Ashwin Chopra eredita due misteri del tutto inaspettati. Il primo è il caso di un ragazzo annegato, una morte avvenuta in circostanze sospette che nessuno sembra voler chiarire. Il secondo riguarda l’affidamento di un cucciolo di elefante, ma è davvero difficile scoprire chi possa avergli lasciato un’eredità tanto bizzarra e… ingombrante! La ricerca di indizi lo porta di vicolo in vicolo per la brulicante città di Mumbai, dai lussuosi grattacieli fino ai bassifondi, e Chopra comincia a sospettare che tutto quello che ha creduto fino a quel momento sulla colorata città indiana non sia che una pallida imitazione della verità. Chopra, nonostante la sua aria stralunata e il piccolo elefante sempre tra i piedi, imparerà che quando il gioco si fa duro rimanere un uomo tutto d’un pezzo non è poi così semplice…




La vita nella discarica è dura, tra il pericolo mortale e onnipresente dei gabbiani, la difficoltà di procacciarsi il cibo e le faide con le altre tribù, come gli spaventosi Boggarts. Ma Cruna ha deciso che le cose devono cambiare: convince i suoi amici Verderame e Disgelo a rubare la batteria di una macchina, in modo che il suo acido possa fornire energia alla sua gente, visto che l'inverno è alle porte. Come reagirà però il Re Albedo, fratello di Cruna, alla missione non autorizzata? Che cosa sta complottando Waspider, re dei Boggarts? E chi è il misterioso nuovo arrivato, dotato di un Glamour diverso da qualsiasi altro tipo di magia conosciuta?
La Guerra della Discarica è il primo capitolo di una trilogia che descrive la vita delle più feroci creature del mondo: LE FATE!




La Discarica è sull’orlo del baratro, e nessuno lo sa meglio di Albedo, il Re dei Goblin. Sua sorella Cruna e i suoi amici fuorilegge sono scomparsi, forse morti, forse prigionieri dei nemici di sempre, i selvaggi Boggart. La guerra è sempre più vicina e i Boggart sono troppi, e troppo inferociti, perché i Goblin abbiano una sola possibilità di sopravvivere. E mentre Disgelo si prepara a una folle missione di salvataggio con l’unico aiuto della persona che più lo odia al mondo e che ha giurato di ucciderlo, il diabolico Argiope, Re dei Boggart, dispone attentamente le sue pedine per la battaglia.
Stretto tra le nuove, terrificanti stregonerie del nemico e l’agonia della sua gente, Albedo non potrà fare altro che scendere in campo armato solo della sua intelligenza e della sua disperazione, e affrontare l’idea che forse un atto mostruoso e innominabile, il sacrificio che non ha mai avuto il coraggio di compiere, diventerà presto la sua unica possibilità di salvezza...

*** 
Non so quando li leggerò tutti ma ce la farò!
Voi avete acquistato qualcosa di interessante?

19 commenti:

  1. wow interessanti!
    io ultimamente ho comprato VITA DI TARA di Graham Joyce e una biografia sull'ultimo re d'Italia (umberto II).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono andata a leggere la trama di "Vita di Tara" *_* sembra fantastico! Carina anche la cover, hai preso l'edizione Gargoyle?

      Elimina
  2. "The invasion of the Tearling" l'ho preso anch'io, giusto qualche giorno fa: il primo mi è piaciuto tantissimo, è stata una vera sorpresa! *____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me il primo non aveva convinto al 100% ma impossibile ignorare le potenzialità della storia. Non posso assolutamente non leggere questo secondo capitolo! :)

      Elimina
  3. Ho sempre visto qua e là i libri di Tarenzi ma non li ho mai letti. Ogni volta sono terribilmente curiosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece fino a poco tempo fa non avevo mai fatto caso ai libri di Tarenzi. Questa trilogia invece sembra interessante, a breve dovrebbe esser pubblicato anche il terzo e ultimo capitolo!

      Elimina
  4. i primi due e tarenzi sicuro, the invasion of tearling..em..aspetto parere!;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saya, la mia memoria perde colpi... tu l'hai letto il primo della saga "The Queen of the Tearling"?

      Elimina
    2. No non l'ho letto ma ho visto in giro pareri negativi.. o meglio la storia ci sta ma la scrittura prolissa e descrittiva lo rendeva poco appetibile. :/

      Elimina
  5. Le fate di Tarenzi mi incuriosiscono non poco. Poi ne ho sentito parlare molto bene per altri lavori ^^ Corro a cercare altre info su Google.
    Per il piano "smaltimento arretrati", ti sono nel cuore :) Quanto è dura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si, seguo attentamente anche i tuoi successi e i tuoi insuccessi. Ti sono vicina :P

      Elimina
  6. Ciao! Devo ancora leggere il primo della serie The queen of the tearling, ma ancora mi ispira =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, dai, leggilo... sono curiosa di sapere cosa ne pensi! ;)

      Elimina
  7. Quanto sono belle le edizioni di The Queen of the Tearling *__* Il libro di Basile mi ispira tanto *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, soprattutto le illustrazioni... sono fantastiche *_*
      La storia di Basile sembra molto delicata ;)

      Elimina
  8. Salvatore Basile è quasi a fine lettura!

    RispondiElimina
  9. No cioè quello di alice basso muoio dalla voglia di leggerlo! Invece quello di Basile ne ho sentito molto parlare mi sembra molto carino quindi l'ho messo in lista *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi assolutamente leggere Alice Basso, il suo stile è divertente, originale, frizzante... continuo ad elogiarla o si è già capito che adoro il suo stile? XD

      Elimina