mercoledì 25 maggio 2016

Anticipazione: "The Treatment" di Suzanne Young

Finalmente arriva in Italia il secondo capitolo di una serie distopica YA che, grazie all'originalità della storia e all'ottimo stile narrativo dell'autrice Suzanne Young, ha conquistato lettori di tutte le età, me compresa.
Con "The Program", primo capitolo della serie, abbiamo scoperto lo strano mondo distopico ideato da Suzanna Young, in cui gli adolescenti sono colpiti da una forte depressione che impedisce loro di sopportare qualsiasi tipo di emozione e problema. Il tasso di suicidi tra gli adolescenti è a livelli altissimi fino a quando il Governo non mette su un Programma di "riabilitazione": appena un adolescente mostra i segni di nervosismo, debolezza, tristezza, ecc... il Programma cancella loro i ricordi negativi o emozionanti.

Ma come sarebbe una vita senza passato e senza ricordi?

In "The Program" impariamo a vivere in questo mondo al fianco dei protagonisti James e Sloane, nel secondo capitolo "The Treatment" lotteremo al loro fianco per riavere tutto quello che il Programma ha cancellato.

"E se ricordare il tuo passato dovessi mettere in pericolo tutto il tuo futuro?"

Titolo: The Treatment
Autore: Suzanne Young
Editore: De Agostini
Prezzo copertina: € 14.90
Pagine: 416
Data pubblicazione: 7 giugno 2016


Trama:
Sono passate settimane da quando Sloane è stata dimessa dal Programma, il progetto sperimentale che obbliga gli adolescenti a rischio di depressione alla rimozione dei ricordi, eppure è ancora sotto stretta osservazione. Nonostante abbia dimenticato intere parti del suo passato, il cuore l’ha spinta di nuovo tra le braccia di James, il ragazzo che ha sempre amato. In questo modo, però, ha scoperchiato una scatola che avrebbe dovuto rimanere sigillata, mettendo in pericolo la validità stessa della terapia a cui entrambi sono stati sottoposti. Ma il Programma non può permettersi di fallire e dà il via a una caccia serrata. In fuga dagli stessi uomini che li hanno internati, Sloane e James non possono fare altro che unirsi a un gruppo di ribelli che vuole scardinare l’impalcatura di segreti e bugie su cui si fonda il Programma. Riuscirci, però, è tutt’altro che semplice. Soprattutto perché l’unico indizio a disposizione è la pillola arancione che Michael Realm – il solo amico che Sloane aveva nel Programma – le ha lasciato prima di scomparire nel nulla. L’antidoto in grado di ripristinare i ricordi persi. La Cura su cui tutti vorrebbero mettere le mani.

_________________________________________________________

Il primo capitolo della serie: The Program
Sloane sa perfettamente che nessuno deve vederla piangere. La minima debolezza, o il più piccolo scatto di nervi, potrebbero costarle la vita. In un attimo si ritroverebbe internata nel Programma, la cura ideata dal governo per prevenire l’epidemia di suicidi che sta dilagando fra gli adolescenti di tutto il mondo. E una volta internata, Sloane dovrebbe dire addio ai propri ricordi… Perché è questo che fa il Programma: ti guarisce dalla depressione, resettandoti la memoria. Annullandoti.
Così, Sloane ha imparato a seppellire dentro di sé tutte le emozioni. Non vuole farsi notare, non ora che suo fratello è morto e lei è considerata un soggetto a rischio. L’unica persona che la conosce davvero è James, il ragazzo che ama più di se stessa. È stato lui ad aiutarla nei momenti difficili, lui a farle credere che ci fosse ancora speranza. Ma, quando anche James si ammala, Sloane capisce di non poter più sfuggire al Programma. E si prepara a lottare, per difendere i propri ricordi, a qualunque costo.
_________________________________________________________

Avete letto il primo capitolo della serie? 
Vi incuriosisce?

6 commenti:

  1. Io ho letto the program e piacerebbe leggerlo, per vedere il seguito! Sono molto curiosa! :)

    RispondiElimina
  2. Ho letto il primo ma devo dire che uno dei pochi libri che ho odiato davvero parecchio XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo, perché Amelia? Non ti è piaciuta l'idea di base o lo stile dell'autrice?

      Elimina
  3. Ti dirò, il primo libro non mi aveva fatto impazzire, però più avanti il seguito lo leggero comunque, per curiosità:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari con questo secondo capitolo riesce a convincerti di più ;)

      Elimina