giovedì 21 aprile 2016

Recensione: "Resta con me fino all'ultima canzone" di Leila Sales

Buongiorno ragazzi,
ho finito questo libro da settimane ma non avevo ancora trovato due minuti per mettere in ordine i pensieri e scriverne una recensione, il libro in questione è "Resta con me fino all'ultima canzone" di Leila Sales. 
Le vostre letture come procedono?

Titolo: Resta con me fino all'ultima canzone
Autore: Leila Sales
Editore: De Agostini
Prezzo copertina: € 14.90
Pagine: 320

Trama:

Dopo sedici anni trascorsi a sopportare le offese, gli scherzi e l'indifferenza da parte dei suoi compagni di scuola, Elise decide che è arrivato il momento di dare una svolta alla sua vita.
Per tutta l’estate ha osservato con attenzione le ragazze più popolari del liceo, con l'obiettivo di diventare come loro e iniziare il secondo anno alla grande. 
Ma le cose non vanno affatto come aveva sperato. Nessuno sembra accorgersi dei suoi sforzi ed Elise si ritrova sola. Questa volta è pronta ad arrendersi, certa che per lei la musica non cambierà mai. Ma una notte, durante una passeggiata solitaria per le vie della città, s’imbatte per caso nello Start, un locale underground che suona i brani più belli che abbia mai sentito. E proprio qui, nel posto più stravagante del mondo, in mezzo al più stravagante gruppo di persone che si possa immaginare, Elise trova finalmente quello che ha sempre cercato: la musica giusta, gli amici giusti e forse anche il ragazzo giusto.

Recensione

"A volte, le persone credono di conoscerti. Sanno alcune cose sul tuo conto e le mettono insieme, creando un ritratto che a loro appare sensato. E se tu non conosci te stessa molto bene, rischi persino di credere che abbiamo ragione loro."

E' su questo che si basa questo romanzo YA scritto da Leila Sales: sui pregiudizi e sulla debolezza che il parere negativo di chi ci è vicino fa crescere nelle persone insicure.
La giovane protagonista Elise, è una ragazza brillante, intelligente, sveglia ma... ha un grande, grandissimo problema. Non ha amici.
Per lei socializzare con i compagni di scuola non è mai stato semplice perché sin da piccolina è sempre stata presa di mira da tutti, forse perché non è la tipa che trascorre i pomeriggi a fare shopping, perché non si veste seguendo le ultime tendenze, non ama trascorrere ore e ore a guardare tv spazzatura e a seguire il gossip. Lei è semplicemente sé stessa, ma questo, in una società sempre più standardizzata e sempre più abituata a giudicare gli altri dai like ricevuti sotto ad uno stupido selfie, non è sufficiente per esser apprezzata.
Elise però ci prova, a socializzare, a studiare durante tutta l'estate un modo per sembrare cool, a cercare vestiti giusti, a mettersi in gioco. Il risultato però non cambia, anche al liceo viene presa di mira da tutti: alcuni si prendono gioco di lei rubandole l'iPod, altri fingono di voler mangiare con lei solo per umiliarla in pubblico costringendola a sparecchiare al posto degli altri, per altri è semplicemente invisibile. 
Ed è proprio così che Elise si sente: invisibile, inappropriata, inutile e sola.
Arresa ad un triste destino che sembra aver deciso al posto suo una vita fatta di solitudine e silenzio, Elise colma quel vuoto uscendo di nascosto a correre, circondata dalla notte e inebriata dalla musica del suo iPod.
A volte però, basta un attimo per far prendere al destino una direzione diversa ed Elise lo sa bene.
Lo capisce quando per sbaglio imbocca una strada diversa dal solito e si ritrova in un mondo diverso da quello a cui è abituata: lo Start. Un grande capannone in cui la gente va a ballare, si ubriaca, ride, urla, si innamora e soprattutto la accetta. Nessuno lì la prende in giro, nessuno giudica il suo aspetto, nessuno la umilia anzi... per Elise finalmente, la vita si colora di nuove persone che le vogliono bene e nuove note che sembrano portarle fortuna.

"le cose non restano uguali per sempre: si comprano divani nuovi, i ragazzi se ne vanno, scopri una canzone che non conoscevi, il tuo corpo resta segnato per sempre da una cicatrice. 
E in ognuno di questi momenti tu cambi, la tua vera identità si muove, cambia posizione; ma alla fine torna sempre da te, come un ballerino in pista. 
Perché nonostante tutto, resti sempre tu: bella e ferita, conosciuta e inconoscibile. Solo tu" 

Sono contenta di aver conosciuto Elise, mi ha fatto riflettere su quanto oggi la società ci obblighi a non esser quel che siamo realmente, su quanto siamo succubi dei pregiudizi, su quanto ci lasciamo trascinare anche nelle piccole scelte dal parere di chi ci sta accanto. Dovremmo riuscire a difendere un pò di più la nostra identità perché per quanto sbagliata possa essere, ci sarà sempre qualcuno che riuscirà ad apprezzarla.

6 commenti:

  1. Sembra proprio una lettura carina e molto interessante visto il messaggio che lancia ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se narrata con uno stile molto semplice e leggero è una storia intensa. Un ottimo libro per i ragazzi che come Elise, vivono con difficoltà i rapporti con i compagni di scuola!

      Elimina
  2. Dovrebbe arrivarmi tra qualche giorno questo libro, non vedo l'ora di leggerlo!!!
    Ps: ho preso il tuo banner per metterlo sul mio blog, se ti va passa a dare un'occhiata, mi farebbe molto piacere
    http://labibliotecadellaele.blogspot.it/

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere cosa ne pensi appena lo leggi ;)
      Intanto passo molto volentieri da te!

      Elimina
  3. bellissimo libro nella mia wish list da un po'! Dalla trama, essendo un adolescente anche io, mi rispecchio nella protagonista, molto insicura come me. Fa' riflettere, sarà un libro fantastico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sei anche nell'età giusta, devi assolutamente leggerlo Alessandra! E' davvero carino :*

      Elimina