venerdì 17 luglio 2015

Recensione "Sei tu il mio per sempre" di Katy Evans

Ragazzi oggi il caldo è insopportabile, spero almeno voi possiate godervi un pò di fresco al mare. Io, costretta davanti al pc, ho deciso di parlarvi di un libro finito proprio questa notte (le ore notturne sono diventate le mie preferite per leggere): "Sei tu il mio per sempre" di Katy Evans.
Se la mia recensione non sarà del tutto lucida, perdonatemi ma è il caldo ;)

Titolo: Sei tu il mio per sempre 
Autore: Katy Evans
Editore: Fabbri
Pagine: 320
Prezzo copertina: € 15.90
Puoi acquistarlo quiLaFeltrinelli.it

Trama: 
“Una notte è bastata. È sufficiente un suo sguardo e dimentico persino il mio nome. Sono attratta da lui come mai prima in vita mia. Lo voglio. Lo voglio senza paura. Senza riserve. Se solo sapessi che cosa vuole lui da me…” Brooke ha reinventato se stessa dopo la tragedia che le ha cambiato la vita, e ora lavora come fisioterapista. Quando la sua migliore amica la trascina a un combattimento clandestino di pugilato, basta uno sguardo di Remington Tate – l’enigmatico vincitore dell’incontro – a sconvolgere ogni sua certezza. Data la sua fama, quando Remington la invita nello spogliatoio Brooke pensa che si tratti solo di una notte di sesso. Invece il dolce viso di Brooke l’ha colpito con la stessa forza di un gancio che ti coglie alla sprovvista. Remy la vuole a ogni costo e, pur di averla accanto, la assume come fisioterapista. Brooke accetta subito, anche se non ha la minima idea di che cosa l’aspetta. Resistere alla bellezza e alla perfezione di quel corpo è impossibile. Resistere alla sensualità di quelle labbra e di quel sorriso sfrontato è totalmente inutile. Brooke non ha altra scelta che abbandonarsi a Remington, a quel piacere devastante che soltanto lui è capace di farle provare e all’amore incondizionato che pretende. Ma cosa succederà quando il lato oscuro di Remy prenderà il sopravvento?

Recensione:
Io che non guardo un film romantico da non ricordo nemmeno quanto tempo, io che fantastico su un'ipotetica invasione zombie anche passeggiando per le strade della mia città, io che ho sempre letto solo fantasy e thriller. Io, ho scelto di leggere (e giuro di non esser stata obbligata da nessuno) "Sei tu il mio per sempre" romanzo new adult che:
1. fa parte di una serie composta da ben 6 volumi 
2. fa parte di quelle storie catalogate come "piccanti"
Ora, chi mi segue già da un pò starà sicuramente pensando che sono impazzita all'improvviso (in fondo forse non avrà tutti i torti) ma diciamo che è la mia "terapia". Uscire da un periodo in cui leggere era diventato una fatica, un periodo in cui le storie mi sembravano tutte uguali, un periodo in cui iniziavo un romanzo e lo abbandonavo dopo pochi capitoli, non è stato facile ma il mio metodo consiste proprio in questo: uscire dagli schemi, addentrarmi in generi letterari che non ho mai preso in considerazione. E "Sei tu il mio per sempre" fa parte della terapia! 

Non ho mai letto un new adult di questo genere e devo esser sincera, non so come approcciarmi con la recensione di questo romanzo che confesso ho letto in un paio di notti. 
Essendo un'appassionata di thriller sono abituata a dei ritmi diversi, le storie che leggo solitamente iniziano in sordina per far aumentare la curiosità al lettore... Katy Evans invece nel suo romanzo ci fa capire tutto ciò che ci aspetta già dalle prime pagine. In meno di un capitolo infatti la nostra giovane protagonista, Brooke, incontra per la prima volta l'uomo che le sconvolgerà la vita: Remington, pugile dal fisico perfetto, sguardo di ghiaccio, fossette ammiccanti, e ormoni sempre in subbuglio. A lui, il campione assoluto di tutti i  fight club del mondo, basta uno sguardo per perdere la testa per Brook, una donna semplice tra la folla di donne scalmanate che sbavano alla sua vista. Tra i due è amore a prima vista (o meglio dire sesso a prima vista?) al punto che Remington decide di assumere la giovane atleta dalla carriera stroncata come sua personale fisioterapista.
Dalla firma del contratto per Brook il mondo cambia drasticamente: si ritrova al fianco di un uomo che riesce a farla eccitare solo guardandola, un uomo dal passato difficile e triste, un uomo così tanto forte sul ring quanto fragile nella vita al punto che per comunicare i suoi sentimenti utilizza la musica, ma soprattutto un uomo disposto a distruggere il mondo e se serve anche sé stesso per far star bene Brook e le persone che lei ama. 

Una storia che in fin dei conti mi è piaciuta, soprattutto i dettagli caratteriali e il difficile disturbo caratteriale di  Remington, ma che a parer mio è stata sviluppata in modo pessimo. Non sono esperta di questo genere letterario e non so se è questo che gli amanti del new adult cercano, ma leggere i capitoli in cui Brook si strazia fisicamente di desiderio solo vedendo combattere Remy e leggere che  le basta un solo sguardo di Remy per trasformarla da santarellina in una donna da una notte e via, mi ha profondamente delusa. 
Io accetto, capisco e approvo pienamente che l'attrazione e il sesso siano una componente fondamentale di questo libro altrimenti non rientrerebbe in questo genere letterario ma è proprio necessario sminuire così tanto la dignità delle donne? 
Con questo dubbio nella testa e sulle labbra la canzone che Remy fa sentire più volte a Brook "Iris dei Goo Goo Dolls", posso affermare che il new adult non diventerà il mio genere preferito ma sarà concessa qualche altra opportunità perché sono comunque libri leggeri, scorrevoli e perché no, anche rilassanti.

Le cover originali della serie (la sesta è ancora un mistero):

    
   

Voi l'avete letto? Vi incuriosisce?


9 commenti:

  1. In una parola? Brutto. Ma brutto, brutto, brutto!!! (Ok, una sola parola non esprimeva a dovere il concetto!). xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D ho letto la tua recensione e mi hai fatta morire dal ridere! :D :D :D

      Elimina
    2. Sara, se devi fare terapia da new adult ci sono titoli decisamente più validi! Sei cascata con il peggio del peggio, sarà che poi Brooke invece di vederla come una donna emancipata che pensa al sesso alla stregua di un uomo (appena uscito dal carcere dopo dieci anni a pane e acqua) mi è sembrata solo una povera cretina con due dita di cervello.

      Elimina
    3. Ci sono cascata come una pera cotta Silvia e per il momento starò decisamente alla larga dal new adult.
      Brook è indifendibile e tu sei generosa ad assegnarle due dita di cervello :p :p

      Elimina
  2. Evito accuratamente, ahahah!

    RispondiElimina
  3. Deo gratia. Finalmente qualcuno che condivide la mia opinione! No, perchè "là fuori" sono tutti entusiasti di questo libro e fioccano le recensioni da 4 o 5 stelle e mi ero convinta di essere pazza ç.ç
    No, neanche a me è piaciuto.
    L'ho trovato patetico con questa Brooke così incosistente e con un unico pensiero: fare sesso con Remington. Parliamo di lui? Mi è sembrato solo uno scimmione un po' stupido, primitivo, ninfomane e superficiale. Sono troppo dura? Non so, a me non è paciuto per niente...
    Se ti va di leggere il mio (crudele, lo so) parere ti lascio il link: Raggywords: Recensione di "Sei tu il mio per sempre".
    Scusa per l'eventuale spam indesiderato,
    Rainy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 4 o 5 stelle a questo libro?? O_o Forse siamo pazze entrambe ma se avessi dovuto dare una valutazione a stelline avrei dato: mezza a Brooke (che per nome e desideri sessuali mi ricorda la Logan di Beautiful), mezza a Remington (la tua descrizione non ha bisogno di aggiungere altro) e 1 stellina a Katy Evans per l'impegno (ha ottenuto uno scarso risultato ma è lodevole il fatto che almeno ci abbia provato). Mi fermo qui che è meglio :P
      Passo subito da te a leggere il tuo crudele parere :)

      Elimina
    2. Che posso dire, essere crudele mi riesce bene ahah
      Concordo pienamente sulle valutazioni, ma forse una stellina e mezza alla Evans, perchè mettere insieme due tipi come Brooke e Remington dev'essere stato davvero davvero difficile...

      Elimina