mercoledì 1 luglio 2015

New Entry in my Library (03/2015)

Tante, tantissime novità nella mia libreria ed io non vedo l'ora di condividerle con voi. Non so davvero da dove iniziare quindi mi affido ai vostri consigli.



Ecco cos'ho ricevuto e cos'ho acquistato (lo so che dovrei smaltire un pò di letture in arretrato ma a volte proprio non riesco a resistere.. voi mi capite, vero?)




Una misteriosa forma di pedinamento che potrebbe coinvolgere l’umanità intera (Deve esserci un motivo). Le incredibili ed esilaranti trasformazioni di una donna “camaleonte” (Evoluzione coniugale). Due impiegati sospettano che il loro banale lavoro serva letteralmente a mantenere in ordine il
mondo (Posto fisso). Durante le riprese di un film di Hitchcock, un giovane attore prende coscienza del proprio fallimento e decide di cambiare vita (Piano sequenza). I passeggeri di un treno metropolitano sono stranamente felici di non giungere mai a destinazione (Sottoterra). La sconcertante ipotesi di poter conoscere il proprio futuro ma di ignorare il passato (Se Rohmer sognasse le monadi). E ancora: il protagonista di
un libro che disprezza il proprio lettore (Psicologia di un bestseller); un altro che detta telefonicamente la propria storia all’autore che la sta scrivendo (Paradossi della scrittura); un padre che spia la serena vecchiaia dei propri bambini (I vecchietti); la finestra di un appartamento su cui non cala mai la notte (Matinée)…
Sono questi alcuni degli spunti che danno vita alle 28 storie fantastiche che compongono Paradossi della scrittura: racconti che esplorano le più diverse possibilità espressive e formali della narrazione breve.
I temi dell’incredibile e dell’inconsueto conducono alla perlustrazione degli angoli più oscuri della natura umana, come pure al godimento della pura affabulazione. In un gioco di specchi deformanti nei quali, fra ironia e inquietudine, attraverso una sottile contraffazione della realtà concreta, si sovrappongono riverberi di storia, letteratura, filosofia e arte.




Tutto inizia con un virus di origine sconosciuta. Rapido e violento, come l’epidemia che
ne segue. In breve tempo, una parola relegata fino a quel momento a un universo fittizio, “zombie”, diventa di uso comune, entrando a far parte della vita quotidiana della razza umana.
Roma, barricata nelle sue antiche mura, è riuscita in qualche modo a sopravvivere sia al virus che all’orda di morti viventi, e i suoi abitanti sembrano aver trovato il modo di riorganizzarsi e tirare avanti. Provando a smettere di sopravvivere, per ricominciare a vivere.
E mentre le poche certezze vacillano e gli interrogativi si moltiplicano, i due protagonisti cominciano a chiedersi chi sia stato realmente a trasformare Roma in una città morta.





Serie: Cronache Zombie, #1
In un'America post-apocalittica infestata dagli zombie, Benny Imura, come ogni adolescente, deve trovarsi un lavoro al compimento del quindicesimo anno di età, altrimenti vedrà dimezzarsi per sempre la propria razione di cibo quotidiana. A Benny non interessa portare avanti il business di famiglia, ma non ha scelta visti i precedenti fallimenti. Accetta quindi di diventare un cacciatore di zombie come il suo fratellastro Tom. Il giovane si addentra con riluttanza nella desolata Rot & Ruin, il territorio in cui son confinati gli zombie, convinto di svolgere un lavoro noioso e pressoché inutile... prima di imbattersi in una terra senza dio, che gli aprirà gli occhi su un mondo totalmente diverso dalla vita a cui era abituato. Conoscerà il suo passato, i lati nascosti della personalità di Tom e il motivo per cui viene considerato da tutti come un eroe: perché là fuori, lontano dalle recinzioni del fortilizio, le distese aride di Rot & Ruin pullulano di rinnegati assassini a caccia di adolescenti, di segreti mortali, di zombie e di bellezze cresciute nelle oscurità del tempo. Rot & Ruin è molto più che un deserto senza vita...


È finalmente orario di chiusura nel bar in cui lavora e Keri Ann non desidera altro che tornarsene a casa. Peccato che il ragazzo dai modi bruschi, con il cappuccio della felpa ca­lato sugli occhi, non sembra avere nessuna intenzione di togliere il disturbo. Quando Keri si avvicina, rimane letteralmente impietrita: sotto quel cappuccio infatti si nasconde il famosissimo attore Jack Eversea, idolo dei rotocalchi per le sue relazioni burrascose e le migliaia di fan che lo seguono a ogni passo. Due occhi verdi come il mare, un’espressione sexy e un fisico da urlo. Ma cosa ci fa una star di Hollywood nella sonnacchiosa isoletta di Butler Cove? Quella tra Keri Ann, la cameriera acqua e sapone abituata a cavarsela da sola, e Jack Eversea, la stella del cinema che ha smarrito la via, all’inizio è solo amicizia. Non ci sono due persone più diverse di così: lei è semplice e schietta, lui è il ragazzo che tutte desiderano, sempre circondato da attrici e modelle bellissime. Eppure qualcosa negli occhi di Keri spinge Jack ad avvicinarsi a lei. Troppa complicità, troppa fiducia, troppe risate, finché l’attrazione diventa irresistibile… Ma si può vivere nel presente dimenticando da dove si viene? Oppure il passato torna sempre a bussare rischiando di spazzar via anche il sogno più bello? Un romanzo che si divora, irresistibile come i suoi protagonisti, una storia d’amore sensuale e pericolosa come solo le vere storie d’amore possono essere.



La Terra dei Fuochi non è semplicemente una brutta storia. È una vera e propria fabbrica di morte, la più crudele creatura del malaffare italiano. Castel Volturno, paradiso del passato, è oggi la periferia dell’Inferno a tutti gli effetti. Ma fino a che punto può arrivare la crudeltà umana? Fin dove ci si spinge?
Nella piccola città di mare le cose cambiano con l’avvento del virus CTR3: lo scarto di un progetto bellico, un’arma capace di far perdere all’uomo ogni tratto di umanità. Nessuna coscienza, nessuna paura, gli infetti sono mossi solo dalla volontà di divorare chi non è stato annientato dal virus. Le persone colpite sono come zombie, capaci solo di distruggere, e nel giro di pochi giorni l’intera città è messa in ginocchio. La forza bruta adottata dal governo è in grado solo di arginare la crisi, ma non di risolverla. La città diventa un’enorme area di quarantena, dove nessuno può entrare né uscire. L’esercito si ritira fuori dal confine, a sorvegliare che nessuno valichi l’area. Non c’è piano d’evacuazione per i sopravvissuti, costretti a fronteggiare da soli i loro concittadini infetti e impossibilitati alla fuga.
Uno sparuto gruppo di persone decide di unire le forze per poter sopravvivere, mentre fuori dal confine, nel resto del mondo, la tensione sale sempre più, al punto da creare crepe profonde nell’equilibrio mondiale, paventando il rischio di una crisi ancora più grave di quella di Castel Volturno.


Chi non ha mai sognato di saltare sul primo aereo e lasciarsi tutto alle spalle? Leonie, capelli rossi e cuore irlandese, l’ha appena fatto. Se ne è andata da Dublino mandando a monte il matrimonio, ed è volata nell’incantevole e libera San Francisco dei cable car, delle otarie che prendono il sole sul molo, dei cieli azzurrissimi e frizzanti, per provare a iniziare da capo in un luogo dove nessuno sa chi è, né conosce il suo segreto. Ma ad aspettare Leonie c’è una storia misteriosa, racchiusa in un cofanetto di legno che trova per caso nella casetta in stile vittoriano con vista sul Golden Gate che ha preso in affitto. Il cofanetto è pieno di lettere d’amore, tutte indirizzate a una certa Helena, e tutte si chiudono con un’identica frase: ti prego, perdonami. Chi è quest’uomo così gentile, dolce e disperato che le firma? E perché le lettere sono ancora lì, dimenticate? Commossa dalle parole toccanti e vere che si ritrova a leggere, Leonie si imbarca nell’impossibile tentativo di rintracciare la destinataria di un amore passato. E, forse, ricostruendo la storia d’amore di due sconosciuti riuscirà a fare i conti con la propria.
 ***
Per oggi è tutto ma ora non so davvero a cosa dedicarmi prima. Voi avete già letto qualcosa tra i miei nuovi arrivi? Cosa mi consigliate? 

14 commenti:

  1. Mi intriga parecchio Paradossi della scrittura, lo terrò in considerazione!

    RispondiElimina
  2. Paradossi della scrittura sembra davvero interessante! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto qualche pagina del primo racconto e sembra davvero interessante ;)

      Elimina
  3. Mi sono subito segnata i due libri sugli zombie ambientati in Italia: "Roma.Città morta" e "Campania mortis". Sono curiosissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da patita del genere non potevo farmi sfuggire queste due epidemie zombie tutte italiane!!! ;) Non vedo l'ora di leggerli!

      Elimina
  4. Campania mortis mi ispira tantissimo ♥ E quella cover... è inquietante! Ma fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, la cover è inquietante e ti assicuro che il segnalibro che ho trovato all'interno del libro lo era ancora di più O_o

      Elimina
  5. Eh come ti capisco Sara, anch'io accumulatrice compulsiva! Sono curiosa di leggere la recensione del libro di Alice Basso :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arriverà prestissimo, mi mancano giusto gli ultimi capitoli ma posso anticipare che si tratta di un romanzo estremamente piacevole! ;)

      Elimina
  6. Carissima... passo di qui per comunicarti che ho ricevuto Due di Due, il libro che avevo scelto partecipando al tuo giveaway legato a #ioleggoperchè..... inutile dire che sono molto ansiosa di leggerlo!!! E' già stato posizionato in cima alla pila sul mio comodino, sono giorni sempre più trafelati e sto mio malgrado trascurando il blog, ma appena riesco dedicherò un post anche a lui! ^_^

    un abbraccio e grazie ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Letizia, sono contenta che il libro sia arrivato sano e salvo! Attendo la tua recensione, sperando che sia positiva ;) Ti abbraccio

      Elimina
  7. Roma città morta devo ricordarmi di inserirlo in WL. Ma anch'io ho una TBR chilometrica e per un po' devo stare buona U_U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è il triste destino di noi lettrici compulsive ;)

      Elimina