lunedì 11 marzo 2013

Recensione: "Il bacio della morte" di Marta Palazzesi


Socchiuse gli occhi e mi studiò con attenzione, con una tale intensità da farmi venire i brividi.La sua espressione era di solito triste e confusa, ma in quel momento vidi tutt’altri sentimenti nel suo sguardo.

Ansia e paura. 
«Hai delle alternative» bisbigliò rauca.
«Ma accettare il tuo destino è quella più sicura.»

"Il bacio della morte" di Marta Palazzesi, primo capitolo di una serie paranormal made in Italy: La casa dei demoni. Una serie young adult disponibile in tutte le librerie da gennaio 2013 per Giunti Editore.



Titolo: Il bacio della morte
Autore: Marta Palazzesi
Editore: Y Giunti 
Pagine: 384
Prezzo copertina: € 12,00


Trama:
Quando hai diciotto anni, vivi nelle remote foreste della Romania e il tuo unico obiettivo è dare la caccia alle spietate creature che popolano il Mondo Sotterraneo, non puoi permetterti distrazioni. E questo Thea lo sa molto bene. Abile mezzo demone dotato del potere dei sogni, è una ragazza ribelle e irriverente. Ma quando riceve il pugnale con cui cacciare gli Azura, è più che determinata a impegnarsi fino in fondo negli allenamenti che la renderanno ufficialmente una Cacciatrice, mettendo da parte tutto il resto. Però non sempre le cose vanno come previsto e Thea si ritrova costretta non solo a combattere contro un nemico infido e crudele, ma anche a resistere al costante impulso di azzuffarsi col padre, dal quale ha ereditato i poteri da Incubo. Ma soprattutto deve cercare di contenere l’attrazione per il nuovo compagno di caccia, un affascinante mezzo Succubo dal passato oscuro. Inaspettate rivelazioni e inquietanti avvenimenti sconvolgeranno pericolosamente la vita di Thea, divisa tra il desiderio di seguire chi ama e compiere il proprio dovere.

Recensione
Generalmente non amo leggere molte recensioni prima di terminare una lettura, sia per paura di trovare delle anticipazioni che mi rovinerebbero il gusto di scoprire la vicenda poco per volta, sia per paura di lasciarmi condizionare. Con "Il bacio della morte" però è stato più forte di me, avevo iniziato questo libro da due settimane circa e proprio non riuscivo a portarlo a termine così ho leggiucchiato sprazzi di recensioni degli altri blog, sperando di trovare la motivazione in qualche recensione positiva... bhé devo ammettere che non è ho trovate molte! Quasi tutti i miei amici di blog erano delusi e arrabbiati per le somiglianze della storia di Marta Palazzesi con la serie fantasy "L'Accademia dei Vampiri", serie a cui io non mi sono mai avvicinata. 
Mi sono quindi ritenuta fortunata di poter leggere questo primo capitolo della serie "La casa dei demoni" senza nessun termine di paragone, senza incappare in personaggi o avventure già sentite. Ma questo aspetto non è servito poi a molto! Pur essendo lo stile della Palazzesi molto semplice, privo di fronzoli e leggero, non riuscivo a leggere più di tre, quattro pagine per volta. Ogni volta, armata di buona volontà, riprendevo in mano in libro con l'intenzione di terminarlo, ed ogni volta puntualmente inciampavo su una delle tante ripetizioni della scrittrice. Si, se dovessi descrivere il suo stile con un solo aggettivo direi "ripetitivo"! Niente descrizione dei paesaggi in cui si svolge la vicenda nonostante il grande potenziale visto che si tratta della Romania, niente approfondimento sulle creature terrificanti che popolano il Mondo Sotteraneo... in compenso, per tutto l'intero libro, ci ritroviamo davanti alla descrizione del colore degli occhi del tenebroso compagno di Thea (la protagonista) e del caratteraccio della stessa. Ora, parlando esclusivamente da lettrice ignorante, credo che un bravo scrittore si riconosca dalla sua capacità di trasmetterti e farti intuire le emozioni, il carattere dei protagonisti, ecc.. c'è forse bisogno di scrivere un rigo si e un rigo no quanto sia testarda, scontrosa e ribelle la protagonista? Non si può semplicemente farlo capire ai lettori attraverso i suoi dialoghi o le sue azioni?
La storia di base secondo me aveva un gran potenziale ma è stata buttata nell'arena troppo presto, ormai siamo abituati a trovarci scaffali pieni di romanzi YA tutti uguali quindi per far emergere una nuova serie non può più bastare una bella copertina e tanto marketing, noi lettori di fantasy ormai pretendiamo di più!

***
Qualcuno di voi l'ha letto? Siete d'accordo con me o a voi è piaciuto?

12 commenti:

  1. ben detto!!!
    io non l'ho letto e non lo farò... anche perché non riesco a trovarne una recensione positiva... qualcosa vorrà pur dire!!!

    RispondiElimina
  2. Le recensioni positive sono rare ma qualcuna c'è.. magari riuscirà anche a riprendersi con i prossimi volumi della serie ma il problema è che in me non è rimasta la voglia di continuare a leggerla!

    RispondiElimina
  3. continuo a dire ahi per questo libro. a quanto pare tutti voi me lo state bocciando, purtroppo continua a scivolare sempre più giù nella lista delle letture!

    RispondiElimina
  4. Concordo su tutto!!
    Allora io ho letto l'accademia del vampiro, e quindi le somiglianze mi sono saltate all'occhio, e devo dire che non sono poche, è tutto uno scopiazzamento.
    Questa è una delle poche recensioni, da parte di una blogger, che non ha letto L?accademia del vampiro, che non è da 5 stelline.
    Perchè lasciando perdere le somiglianze, questo libro è davvero inconcludente, non ho trovato azione, non ho trovato le descrizione del paesaggio, non ho trovato nulla!
    Io sono davvero arrabbiata e delusa, sia per le somiglianze, e perchè basta con i soliti libri, ci sono autori con grande talento e i loro libri sono originali, e le CE li snobbano. Be meglio pubblicare scopiazzature da saghe famose!!
    Comunque complimenti per la recensione!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie Mary, fare una recensione negativa non è mai semplice ma in questo libro pur mettendoci tutta la mia buona volontà non sono proprio riuscita a trovare nulla di buono.
    Bhé però a furia di leggere che è stato scopiazzato , mi è venuta una gran voglia di leggere l'Accademia dei Vampiri!! :)

    RispondiElimina
  6. Ti consiglio di leggere tutti e 4 i libri, sono uno più bello dell'altro!!!!!
    Io prima li snobbavo, per l'orrenda cover, ora invece sono diventati in poco tempo un ossessione!!!!

    RispondiElimina
  7. ciao
    avevo visto questo libro, l'avevo già preso in mano per prenderlo.....poi ci ho ripensato, prima voglio leggere i libri che ho in casa però rimane sempre sulla mia lista dei libri da leggere.

    RispondiElimina
  8. Ti consiglio la serie della Mead, io l'adoro *^* Il bacio della morte l'ho vinto per cui dovrebbe arrivarmi a breve.

    RispondiElimina
  9. Mi avete proprio convinta, acquisterò tutti e 4 i volumi della Mead appena trovo una buona occasione!! Sono proprio curiosa! :)

    @Elena: Fammi sapere cosa ne pensi di "Il bacio della morte" appena lo leggi! ;)

    RispondiElimina
  10. Ancora non ho letto il Bacio della Morte, messo lì sul mio scaffale a prendere polvere ormai da... MESI.
    Perché?
    Semplicemente perché, come te Sara, ho deciso di dare un'occhiata in giro e vedere che ne pensavano le altre blogger...
    Da premettere che quando il libro era già in viaggio verso casa mia, avevo già letto su fb di pareri al quanto negativi, e quindi volevo vederci chiaro, ma ormai il "danno" era fatto, avevo chiesto il libro in omaggio alla CE, ed era questioni di giorni e il libro sarebbe presto arrivato.
    Ho letto le tue stesse recensione sulla somiglianza spiaccicata con la serie della Mead, una serie che ho apprezzato e amato dal primo libro, anzi dalla prima parola, fino all'ultimo libro pubblicato qui da noi.
    Apro una parentesi: SARA!!! MA CHE CI STAI ASPETTANDO A LEGGERE LA SERIE DE "L'ACCADEMIA DEI VAMPIRI"???!!!??? LEGGILA AL PIU' PRESTO, NON TE NE PENTIRAI ASSO.LU.TA.MEN.TE!!!
    Chiusa parentesi.

    In conclusione, rimando la lettura di questo romanzo ormai da un bel po', terrorizzata dall'idea di quello che sarà il suo contenuto, e adesso si aggiunge la tua recensione, scevra dai condizionamenti de "L'accademia dei vampiri" della Mead e il mio terrore non fa che aumentare.
    Ma non posso esimermi dal leggerla principalment perché è un omaggio della CE, e devo rispettare la fiducia che ripongono in me, e in secondo luogo perché mi è sempre piaciuto farmi un parere personale sui libri che leggerò.

    Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao Blake! :)
    Hai ragione, sono imperdonabile, devo assolutamente leggere "L'accademia dei vampiri"!!!
    Ormai ci conosciamo da un bel pò di tempo e salvo in alcuni rarissimi casi i nostri gusti sono abbastanza simili, quindi credo che anche tu troverai la storia banale e soprattutto superficiale! Però ti rassicuro sul fatto che la lettura del libro scivola via in fretta, è breve e lo stile estremamente semplice quindi... almeno non sarà un fardello da portarsi alle lunghe!!
    Sono curiosa di leggere la tua recensione!! ;)

    RispondiElimina