mercoledì 20 marzo 2013

Pagina 99 #8 - Regine

“Pagina 99”, rubrica bisettimnale ideata da Rosellina G. in cui vi riporteremo la pag. 99 di alcuni libri che sceglieremo a seconda del tema della settimana. Perché proprio pag. 99? Perché come disse lo scrittore Ford Madox Ford: «Apri il libro a pagina 99 e leggi: ti verrà svelata la qualità di tutto il testo»

I temi proposti da me e Clody nella precedente puntata sono stati LIBRI - RICETTE - REGINE e sono davvero contenta che voi abbiate scelto REGINE perché è già da un pò di tempo che mi frullava in mente l'idea di leggere "La regina dei dannati" di Anna Rice


Quindi gustiamoci insieme la pag. 99...

I capelli di Armand erano pettinati da una parte. L'orologio d'oro al polso,
uno di quegli esemplari d'alta tecnologia che adorava. Pensa a quell'orologio con le cifre che scattano dentro una bara, durante il giorno. E la giacca nera un po' all'antica, con i risvolti stretti. Il panciotto era di seta nera, o lo sembrava. Ma il volto... ah, s'era nutrito. S'era nutrito abbondantemente.
Ricordi qualcosa di dò che ti ho detto prima? «Sì», disse Daniel. Ma per la verità faticava a ricordare. Poi un lampo ossessivo. «Qualcosa a proposito dell'annientamento, dovunque. Ma io sto morendo. Loro muoiono, io muoio. Erano immortali prima che accadesse; io sono soltanto vivo. Vedi? Ricordo. Vorrei quel bourbon, adesso.» Non posso far nulla che ti renda la voglia di vivere, è così? «Non ricominciare. Se continui, mi butto dall'aereo.» Vuoi ascoltarmi, allora? Ascoltarmi veramente? «Come posso evitarlo? Non posso sottrarmi alla tua voce quando vuoi che ti ascolti; è come se avessi dentro la testa un microfono piccolissimo. Che fai, piangi? Piangi per me?» Per un secondo, Armand sembrò tanto giovane. Che ironia. «Accidenti a te, Daniel», disse. E Daniel udì le parole. Un soffio diaccio investì Daniel. Era orribile vederlo soffrire. Non disse nulla. «Ciò che noi siamo», disse Armand, «non avrebbe mai dovuto esistere, lo sai. Non è necessario leggere il libro di Lestat per scoprirlo. Ognuno di noi avrebbe potuto dirti che è un abominio, una fusione demoniaca...» «Dunque ciò che ha scritto Lestat è vero.» Un demone che si era impossessato della Madre e del Padre, nell'antico Egitto. O almeno uno spirito. A quei tempi l'avevano chiamato demone. «Non ha importanza che sia vero o no. L'inizio non conta più nulla. Ciò che conta è che la fine potrebbe essere prossima.» Un senso di panico profondo, l'atmosfera del sogno che ritornava, le grida stridule delle gemelle.
«Ascoltami», disse paziente Armand, distogliendolo dal pensiero delle due donne. «Lestat ha ridestato qualcosa o qualcuno...» «Akasha... Enkil.» «Forse. Potrebbero essere più di uno o due. Nessuno lo sa con certezza. C'è un vago, ripetuto grido di pericolo, ma sembra che nessuno sappia da dove proviene. Sanno soltanto che qualcosa ci cerca e ci annienta.

***

Qualcuno di voi ha letto questo libro, cosa ne pensate, vi ha incuriositi la pag.99?
Ma ora, a voi la scelta, quale vorreste che fosse il tema della prossima puntata? 
Le tre opzioni scelte da me e Clody sono: 
MITI & LEGGENDE - PIRAMIDI - SCRITTURA


Votate, votate, votateeeeeeeeee! 
Potete farlo sia lasciando un commento a questo post che utilizzando il sondaggio che trovate sulla colonna destra del blog!

*Visitate il blog di Clody, la sua pag.99 arriverà tra pochissimo!

4 commenti:

  1. Bellissimo blog anche il tuo, grazie dell'iscrizione. La tua grafica mi piace tantissimo, ho dato una sbirciata veloce, posso chiederti una cosa via mail?

    RispondiElimina
  2. Ciao Gradiva, benvenuta nel blog, sono contenta che ti piaccia! Certo che puoi, aspetto la tua mail (il mio indirizzo lo trovi sulla colonna sinistra) ;)

    RispondiElimina
  3. ciao
    no non conoscevo questo libro. Per ora non mi incuriosisce. Per la prossima volta scelgo: miti &leggende

    RispondiElimina
  4. Dico anche io Miti&Leggende, dovrò leggere qualcosa della Rice prima o poi!!

    RispondiElimina