mercoledì 12 dicembre 2012

New entry in my library (70)

New Entry in My Library! Rubrica che ormai conoscete bene e che nasce con l'intento di condividere con voi gli acquisti, gli omaggi o i regali, non ha una cadenza periodica ma viene pubblicata solo quando ho delle novità! Voi cosa state leggendo? Avete ricevuto, scambiato o comprato qualcosa di interessante da consigliarmi?



La prima new entry è un thriller che attendevo con molta curiosità, si tratta di "Micro" di Michael Crichton, inviatomi in visione da Garzanti.

Honolulu, Hawaii. In un buio stabile di periferia, ufficio di un piccolo avvocato del luogo, regna il silenzio. Tutto sembra in ordine. Se non fosse per tre cadaveri stesi sul pavimento. Sul loro corpo non ci sono segni di lotta, solo dei tagli piccolissimi ma profondi e letali. L’unico indizio trovato sul luogo del delitto è un minuscolo robot, quasi invisibile all’occhio umano, dotato di lame affilatissime. La polizia brancola nel buio. Quello che tutti ignorano è che la Nanigen Micro-Technologies, una società che si occupa di microtecnologie mediche, nella foresta hawaiana nasconde una base segreta, dove mette alla prova apparecchiature finora ignote alla comunità scientifica. Qui è in corso un’operazione rivoluzionaria dai finanziamenti occulti, tesa a studiare le infinite forme di vita di cui brulica il sottobosco per sfruttarne le risorse a scopo medicinale. I dirigenti della Nanigen sono pronti a uccidere chiunque metta i bastoni fra le ruote a questo investimento miliardario. Ma per i loro laboratori hanno bisogno di reclutare nuovi, ignari scienziati: un gruppo di dottorandi dell’università di Harvard capitanati da Peter Jansen, esperto di veleni, e Karen King, aracnologa. I sette giovani, una volta approdati alle Hawaii, si trovano catapultati di persona in un pericolosissimo esperimento scientifico, e costretti a fronteggiare una natura sorprendentemente ostile e sconosciuta. La foresta è piena di tranelli e ogni ramo, ogni radice che si insinua nel terreno nascondono minacce mortali, pronte a sopraffarli. E l’unica arma che gli studiosi possono usare per difendersi è la loro conoscenza del regno vegetale e animale… È questo l’ultimo entusiasmante progetto creato per i suoi lettori da Michael Crichton, che in un’intervista rilasciata poco prima della sua scomparsa raccontava di essere impegnato nella stesura del romanzo e nelle appassionanti ricerche per documentarsi. Il risultato è Micro, un romanzo che raccoglie il testimone di Jurassic Park per la straordinaria abilità nell’unire divulgazione scientifica e avventura. Un thriller spettacolare e mozzafiato, che di piccolo ha solamente il nome.

Le altre due novità sono due acquisti a cui non ho saputo resistere: "Il dono delle furie" di  Elizabeth Miles e "Ninna nanna" di Chuck Palahniuk.

Tre ragazze bellissime, tre ragazze dal sorriso indecifrabile e dallo sguardo ipnotico cui è impossibile resistere: in un piccolo paese come Ascension, non sorprende che la notizia del loro arrivo sia sulla bocca di tutti. Soprattutto per il mistero che le circonda: nessuno le ha mai viste prima, nessuno sa dove vivano. E nessuno immagina che quelle tre splendide fanciulle, invece, conoscono i segreti di ogni abitante della città. Come il vero volto di Chase Singer, l'astro nascente della squadra di football: dietro la maschera da bravo ragazzo, infatti, si nasconde una persona che, per raggiungere il successo, non ha esitato a calpestare i sentimenti della ragazza che amava, distruggendole l'esistenza. E come la relazione che, da qualche tempo, Emily ha col fidanzato della sua migliore amica, una relazione che nessuno avrebbe mai dovuto scoprire. Ecco perché Chase riceve in regalo un'orchidea rossa ed Emily ne trova una identica sul sedile dell'auto. È un avvertimento. È il dono che segna il destino di chi deve pagare per le proprie colpe. È il dono delle Furie...


Carl Streator è un uomo solitario. Ha quarant'anni, è vedovo e fa il giornalista. Mentre lavora a un reportage sulla sindrome della morte improvvisa del neonato scopre qualcosa di terribile: la presenza in tutti i luoghi dove sono morti dei bambini piccoli del libro "Poesie e filastrocche da tutto il mondo", immancabilmente aperto su una nenia africana usata per dare la "dolce morte". Il canto si rivela un'arma micidiale: basta leggerlo a voce alta o anche solo recitarlo a mente "dirigendolo" verso qualcuno e quel qualcuno finisce per tirare le cuoia. Carl diventato, più o meno involontariamente, un serial killer, si associa con un'agente immobiliare per distruggere tutte le copie esistenti del libro.

Avendo amato il film "Fight Club", ed avendo scoperto solo in seguito che il film era tratto dall'omonimo libro, ho voluto a tutti costi leggere qualcosa dell'autore Chuck Palahniuk, perché mi sembra un'autore un pò stravagante ma estremamente interessante. Ho scelto di iniziare da "Ninna Nanna", qualcuno di voi l'ha già letto? Come vi sembrano i miei acquisti?

8 commenti:

  1. Ninna nanna è epico!
    Devi leggere tutti i suoi libri.. A confronto, "Fight club" impallidisce!
    :)

    RispondiElimina
  2. anche io voto decisamente il terzo. la storia non consente il sonno prima delle due del mattino e poi ancora ... altro che sonno :)

    RispondiElimina
  3. bellissimo ninna nanna! adoro palahniuk!

    RispondiElimina
  4. Ninna nanna lo voglio leggere anche io *O*
    Ho preso proprio l'altro giorno Fight Club. Anche io ho amato il film e volevo leggere anche il libro, e lo stile di palahniuk è proprio bello! Lo sto divorando!

    RispondiElimina
  5. Il dono delle furie devo leggerlo a breve..gli altri libri non li conoscevo, ma li metto in lista!!

    RispondiElimina
  6. Ho cominciato anche io con Ninna Nanna!!!
    Che comunque, tra tutti, è uno di quelli che mi ha colpito meno.
    Ed è comunque bellissimo.

    Vedi un po' te... ;)

    RispondiElimina
  7. Cavolo ma ero quasi l'unica a non aver ancora letto nulla di Palahniuk. Dopo i vostri commenti non posso che iniziarlo subito e decidermi a procurarmi anche tutti gli altri suoi libri! :)

    RispondiElimina
  8. Non ho ancora letto niente di Palahniuk, e mi sento terribilmente in colpa! Facci sapere cosa ne pensi di Ninna Nanna! :)

    Se ti va passa da me, ho lanciato una sfida di lettura per il 2013, mi farebbe piacere se partecipassi, la trovi qui:

    http://www.peekabook.it/2012/12/2013-women-challenge.html

    Grazie in ogni caso! :)

    Valentina
    www.peekabook.it

    RispondiElimina