mercoledì 17 ottobre 2012

Recensione: "Il diavolo dalla bocca" di Mario Pincherle

Mi sono lasciata trascinare anch'io dal clima tetro di questi giorni che precedono Halloween e ho scelto di dedicarmi a letture da brivido. In questo caso ho scelto "Il diavolo dalla bocca. La storia vera di un esorcismo" di Mario Pincherle edito Eifis Editore.



Titolo: Il diavolo dalla bocca
Sottotitolo: Storia vera di un esorcismo
Autore: Mario Pincherle
Editore: Eifis 
Pagine: 112
Prezzo copertina: 19,00 €

Trama:
In questo libro la testimonianza ed il racconto di una storia vera. Un libro unico e avvincente, che è allo stesso tempo romanzo, saggio scientifico e opera storica. Un’esperienza che l’autore ha vissuto in prima persona, un esorcismo che ci racconta anche di ipnosi, regressione, analisi e fede. Una spiegazione moderna e senza superstizioni del concetto di male ed uno studio approfondito sull'immagine storica e iconografica del Diavolo e di Lucifero. Nel testo, l’autore, spiega l’incredibile differenza tra la figura del Diavolo e quella di Lucifero, accompagnando il testo da immagini antiche a spiegazione di quanto raccontato.

Recensione
Non so per quale motivo pur essendo di indole tremendamente suggestionabile le storie horror mi attraggono da matti. Le conseguenze di un film o di una storia horror sono sempre le stesse su di me: tv rigorosamente accesa durante la notte, paura delle ombre, ossessione per gli specchi e per gli armadi... insomma, sono una fifona! Ciò nonostante però non riesco a starne alla larga e così quando mi imbatto su titoli come "Il diavolo dalla bocca" non riesco a fare a meno di leggerli, in particolar modo se è specificato che è una storia realmente accaduta.
Questo è quello che è successo anche con "Il diavolo dalla bocca", libro che ho iniziato con un mix di angoscia e trepidazione. Notti insonni? Per niente!
112 misere pagine in cui speravo di trovare una storia da brivido ma che al contrario ho letto in poco meno di un'ora, senza coinvolgimento né emozione alcuna.
Il libro è suddiviso in tre parti principali: la prima parte ha più o meno la forma narrativa di un romanzo horror  e l'autore racconta la sua stessa esperienza in merito ad un esorcismo compiuto proprio da lui; la seconda parte è una piccola raccolta di immagini antiche (o almeno dovrebbero esserlo ma sono quasi tutte più che reperibili in internet con spiegazioni molto più approfondite); la terza parte invece è una sorta di relazione su la differenza tra Diavolo e Lucifero, tra Bene e Male, tra scelte giuste e scelte sbagliate.
La parte che ho trovato più interessante è la prima anche se la storia è raccontata in modo estremamente rapido e superficiale, senza nessunissimo coinvolgimento.
Ok, forse mi sono avvicinata al libro in modo sbagliato, forse speravo di ritrovarmi catapultata nelle atmosfere del regista William Friedkin (L'esorcista), forse semplicemente speravo di trovarmi di fronte ad un coinvolgente romanzo piuttosto che ad un noioso saggio scientifico. Colpa delle mie aspettative o no, sta di fatto che sono rimasta enormemente delusa da questo libro. 
Solo 112 pagine, come se non bastasse divise in tre parti, a 19.00 €? 

Ve lo sconsiglio!

5 commenti:

  1. Bella recensione, chiara e diretta!
    Peccato però che il libro sia deludente. :-/

    Vedo che stai leggendo Maberry, ora! :D Son curiosissimo di sapere il tuo parere *_*

    RispondiElimina
  2. Così come è stato difficile non lasciarmi condizionare dalla delusione nella recensione di questo libro, sarà altrettanto difficile non lasciarmi condizionare dall'entusiasmo quando sarà il turno di "Dust & Decay". Ne ho letto solo un quarto ma posso dirti che l'atmosfera è quasi uguale al primo capitolo... da non perdere! ;)

    RispondiElimina
  3. Che delusione!!
    non credo di leggerlo!!anche perchè 19 euro per poco più di 100 pagine mi sembra davvero molto!!

    RispondiElimina
  4. Vero Mary, 19 €... decisamente un'esagerazione! Si poteva chiudere un occhio sul prezzo se almeno fosse un capolavoro, ma in questo caso proprio non va bene!

    RispondiElimina