mercoledì 10 ottobre 2012

Anticipazione: "Gli zombie non piangono" di Rusty Fischer

AL MOMENTO TI BATTE IL CUORE?
NO. Neanche un po’.
IMPROVVISAMENTE HAI UN’INSPIEGABILE, IRRESISTIBILE VOGLIA DI MANGIARE... CERVELLI?
Mmm, non saprei ma... ora che mi ci fate pensare... effettivamente... Sì. Assolutamente. Sì.
ATTENZIONE: Le risposte che hai fornito suggeriscono che POTRESTI essere uno zombi.

Divertente, romanticamente strano! Ecco come potremmo descrivere il nuovo romanzo firmato Y Giunti che tra pochi giorni troveremo in libreria: "Gli zombi non piangono", primo capitolo della serie Living Dead Love Story nata dalla penna di Rusty Fischer, young adult che promette ore esilaranti!

Titolo: Gli zombi non piangono
Autore: Rysty Fischer
Editore: Y Giunti
Prezzo copertina: 16,50 €
Pagine: 368
Data pubblicazione: 17 ottobre 2012

Trama:
Maddy Swift è una studentessa un po’ imbranata, che frequenta il liceo della tranquilla cittadina di Barracuda Bay e ha una cotta per il nuovo ragazzo della scuola.
Quando Stamp la invita a una festa, la sua vi­ta è destinata a cambiare per sempre. Piove a dirotto e Maddy, tutta agghindata, esce di nascosto dal padre. Dopo essersi persa diverse volte, finalmente intravede le luci della festa e viene colpita in pieno da un fulmine. Appena si risveglia, si ritrova con la faccia in una pozzanghera, stordita e completamente inzaccherata.
Ma il fango è l’ultimo dei suoi problemi: è quel buco fumante nel cranio, il cuore che non batte più e i polmoni che non funzionano a farle sorgere qualche sospetto... Una volta a casa, dopo una rapida ricerca in rete, scopre con raccapriccio di essersi trasformata in una delle creature che più la spaventano: una morta vivente.
Gli zombi non piangono, ma fanno ridere tantissimo.


Che ne dite, lo leggerete? Io sono molto curiosa perché gli zombie sono tra le creature che mi incuriosiscono di più. Ho letto tempo fa "Breathers. L'anonima zombie" e il modo divertente in cui l'autore aveva proposto queste creature altrimenti orripilanti, mi era davvero piaciuto... "Gli zombi non piangono" me lo ricordano un pò, spero sia altrettanto divertente e piacevole!

6 commenti:

  1. Lo voglio questo libro!!anche perchè degli zombie ho letto veramente poco!!
    Solo Warm bodies!!

    RispondiElimina
  2. Io ho Warm Bodies in wish list da un bel pò, mi incuriosisce davvero, a te è piaciuto?

    RispondiElimina
  3. Si a me è piaciuto molto!!!:)
    Uno zombie che s'innamora non si sente tutti i giorni!!ma comunque anche se si parla di amore, non è molto sdolcinato, ci sono molte scene degne da zombie!!certe volte ho detto "bleah, che schifo"
    Il protagonista si è "risvegliato" zombie, non si ricorda più nulla della sua vita, come si chiamava, quanti anni aveva, che lavoro faceva!!!
    Lui vuole essere qualcuno, non vuole scomparire , non vuole solo pensare a mangiare il cervello o altre parti degli esseri umani!!poi la sua solita routine cambia quando incontra Julie!!
    Te lo consiglio!!

    RispondiElimina
  4. Bhé, la storia non è molto diversa rispetto a "Breathers.L'anonima zombie", anche lì il protagonista si risveglia dopo un incidente d'auto e tutto è cambiato per lui: niente più famiglia, niente battiti del cuore, niente rispetto da chi lo circonda, fino a quando non incontra un'altra simpatica zombie che risveglia in lui la voglia di sentirsi vivo e soprattutto la voglia di avere un ruolo attivo nella società!
    Secondo me "Gli zombie non piangono" piacerà ad entrambe! ;)

    RispondiElimina
  5. Sicuramente!!!:)
    bè non avevo mai sentito parlare di "Breathers.L'anonima zombie"!!!:)

    RispondiElimina