martedì 11 settembre 2012

Recensione: Caccia alle fate di Kiersten White

E' giunto a luglio nelle librerie italiane l'atteso secondo capitolo della trilogia fantasy "Paranormalcy series" ed ha conquistato in pochissimo tempo il cuore di molti giovani lettori: Caccia alle fate di Kiersten White. 



Titolo: Caccia alle fate
Autore: Kiersten White
Editore: Y Giunti
Prezzo copertina: 12,00 €
Pagine: 432

Trama:
È difficile avere una vita normale quando si ha il dono di riconoscere gli esseri sovrannaturali al primo sguardo. Ma Evie, dopo tante bizzarre avventure, vuole provare a vivere davvero come ogni ragazza della sua età. Questa nuova esperienza però si rivela da subito noiosissima e così, quando l’Agenzia Internazionale per il Contenimento del Paranormale le offre di tornare a lavorare, Evie coglie l’occasione al volo. Ma dopo una serie di missioni disastrose, non è più sicura di aver fatto la scelta giusta. A sciogliere ogni dubbio e a scombussolare il suo cuore tormentato arriva Reth, che riappare dal nulla in tutta la sua sfavillante bellezza fatata. Il suo ex, perfido e insidioso, è tornato per portarle devastanti rivelazioni sul suo passato e l’inquietante notizia di un’imminente battaglia fra le corti delle fate. Una guerra che può far precipitare nel caos l’intero mondo del sovrannaturale, e in cui Evie sembra avere un ruolo fondamentale: lei è davvero troppo speciale per essere normale.

Recensione
Fresco, allegro e spensierato! Questi sono i tre aggettivi che mi vengono in mente ripensando a "Caccia alle fate", secondo capitolo di una trilogia che avevo già molto apprezzato con "Paranormalmente".
L'autrice Kiersten White, scegliendo di dedicare la sua storia ad un pubblico giovane, ha mantenuto uno stile estremamente semplice ed ironico, costruendo dei personaggi altrettanto divertenti e frizzanti. Ne è un esempio lampante la protagonista Evie! Una ragazzina speciale in grado di riconoscere le creature paranormali. Il suo dono le ha permesso di lavorare per L'Agenzia Internazionale per il Contenimento del Paranormale ma le ha anche impedito di vivere la normalità e la libertà che tanto desidera.
Dopo rivelazioni sconcertanti, colpi di scena imprevedibili e amori difficili, in "Caccia alle fate" Evie ha finalmente la vita che ha sempre desiderato: non vive più nell'Agenzia per cui lavora, non deve più fare i conti con creature raccapriccianti ma deve fare i conti solo con i compiti in classe, i libri e gli armadietti.
Ma si sa, a volte desideriamo qualcosa solo perché non possiamo averla, quanto più è irraggiungibile tanto più è desiderabile. Per Evie, abituata a salvare il mondo da poltergeist, vampiri, licantropi, ecc.. starsene buona e tranquilla a casa a godersi la sua storia d'amore con Preston, che pur essendo una creatura paranormale sembra essersi adattato benissimo, proprio non fa per lei. Così, quando il mondo paranormale fa nuovamente capolino nella sua vita, Evie non si lascia sfuggire l'occasione e ritorna ad essere la ragazzina speciale che insegue i vampiri e che viene inseguita dalle fate, ritorna ad essere felice perché anche se quei mondi carichi di magia sono estremamente pericolosi, lì Evie si sente importante e soprattutto si sente a casa. Una casa che non ha mai avuto realmente perché, chi ha letto il primo capitolo della serie ricorderà, Evie non sa nulla sulle sue origini, l'unico posto in cui è sempre vissuta è L'Agenzia. 
Anche questa volta l'autrice ci regala descrizioni idilliache sia sull'aspetto delle fate, creature di una bellezza disarmante, che del Regno delle Fate; ci regala nuovamente emozioni forti e momenti davvero divertenti sfumati qua e là con sprazzi di romanticismo. Non posso quindi che consigliare nuovamente al giovane pubblico di lettori di correre in libreria ad acquistare i primi due capitoli della trilogia perché amerete ogni singola pagina e ogni singolo bip! della protagonista, mentre mi sento di dire al pubblico non proprio giovanissimo di prendere questa storia senza troppe pretese... è una ventata di aria fresca, un momento di relax dopo una giornata stressante, una storia fantasy leggera ma divertente!


Le copertine originali della trilogia

Le copertine italiane
 


Quali copertine preferite? Seguite la serie?

7 commenti:

  1. ciao sara! non ho ancora intrapreso la lettura di questa serie, per cui non so esprimermi, penso che la prenderò in biblio, sopratutto se è dedicata a un pubblico young. forse proprio per questo le cover italiane sono più azzeccate!^^ kissà come sarà la terza! ottima recensione, come sempre esprimi bene l'essenza del libro!

    RispondiElimina
  2. Non vedo l'ora di leggerlo! E' tra le mie prossime letture anche se le recensioni che ho letto non sono tutte positive (:

    RispondiElimina
  3. @Saya: Ciao! :) Io ti consiglio di intraprendere questa lettura magari quando e se hai un periodo di noia, la lettura di entrambi scivola via davvero rapidamente e ti regala qualche sorriso!

    @daydream: Non ho ancora letto molti commenti dei lettori italiani, lo faccio sempre dopo aver finito il libro per non lasciarmi influenzare. Comunque posso capire che essendo una trilogia per ragazzi, magari ad un lettore più maturo può non piacere. Ripeto, va preso nella sua leggerezza! Tu hai già letto il primo "Paranormalmente"?

    RispondiElimina
  4. Pure a me è piaciuto, questo secondo capitolo della trilogia!
    Ovvio, è il secondo capitolo e quindi meno esposivo del precedente (o del successivo, immagino) ma l'atmosfera è sempre quella divertente e leggera del primo volume, lo stile è ottimo e scorrevole. E il libro diverte.

    Cosa si può volere di più da un libro che ha proprio questo come suo obbiettivo?

    RispondiElimina
  5. @torreditanabrus: Hai proprio ragione, l'unica cosa che spero è che non facciano passare troppo tempo per la pubblicazione del terzo e ultimo capitolo della serie! Ormai sono curiosa di sapere quale sarà il destino di Evie ;)

    RispondiElimina
  6. ho letto il primo libro paranormalmente e mi è piaciuto un sacco!!
    fresco e allegro!!
    caccia alle fate purtroppo non sono riuscita ancora a leggerlo!!
    spero di farlo al più presto, perchè sono molto curiosa di scoprire cosa succederà alla nostra eroina!!
    io preferisco le cover italiane!!

    RispondiElimina