giovedì 27 settembre 2012

Ad ottobre novità allettanti firmate "Tre60"

Tre60 propone per ottobre due nuovi titoli molto diversi tra loro ma entrambi esteticamente molto curati, economici e soprattutto molto allettanti. Un romanzo commovente e delicato più adatto al pubblico delle lettrici: "Il club dei ricordi perduti"; e un thriller ad altissima tensione perfetto anche per gli uomini: "Riflessi di morte".

Titolo: Il club dei ricordi perduti
Autore: Ann Hood
Editore: Tre60
Prezzo copertina: 9,90 €
Pagine: 352
Data pubblicazione: 4 ottobre 2012

Trama:
Senza nessuno cui dedicarle, le parole sono vuote e inutili. Come vuota e inutile è ormai la vita di Mary Baxter, una brillante giornalista che ha visto il filo della sua esistenza spezzarsi un maledetto giorno di primavera. Tuttavia, con un matrimonio sull’orlo del fallimento e un lavoro che ha perso ogni significato, Mary sorprende per prima se stessa quando decide di seguire l’unico consiglio che le ha dato la madre per superare il dolore: iscriversi a un corso di lavoro a maglia. Scettica ma allo stesso tempo incuriosita, Mary inizia quindi a frequentare la merceria di Alice – una premurosa e saggia vecchietta – dove cinque donne si ritrovano ogni mercoledì sera per creare sciarpe, maglioni, cappellini e calzini. Così, col passare delle settimane, si instaura un profondo rapporto di intimità e amicizia tra Mary e le componenti del «club», che durante le sedute le raccontano il proprio passato. Come Scarlet, che ha deciso di aprire una panetteria dopo aver perso l’amore; o Beth, madre di quattro figli, che si porta dietro un grande rimpianto; e poi Lulu, Ellen, Harriet, ognuna con la sua storia e i suoi segreti, le gioie e le delusioni, i successi e i fallimenti… E saranno proprio quelle donne e la serenità trasmessa dal lavoro a maglia ad aiutare Mary a capire che è sempre possibile uscire dal guscio in cui ci rinchiudiamo, per aprirci di nuovo alla vita e all’amore.




Titolo: Riflessi di morte
Autore: di Neal Baer, Jonathan Greene
Editore: Tre60
Prezzo copertina: 9,90 €
Pagine: 384
Data pubblicazione: 11 ottobre 2012

Trama:
Il senso di colpa è una ferita che non si rimargina. Quando era bambina, Claire ha assistito – impotente – al rapimento della sua migliore amica. E, da quel giorno, ha giurato a se stessa di dedicare la sua esistenza allo studio del Male: per riconoscerlo, per fermarlo, per sconfiggerlo… La dottoressa Claire Waters è al settimo cielo: dopo una durissima selezione, è riuscita a entrare in un programma riservato ai migliori psichiatri forensi del Paese. E adesso deve affrontare il suo primo paziente: Todd Quimby, detenuto in un carcere di massima sicurezza con l’accusa di violenza sessuale. Secondo Claire, tuttavia, quell’uomo non è un pericolo per la società, e può essere liberato sulla parola per iniziare la terapia psichiatrica. Nemmeno ventiquattro ore dopo la scarcerazione, però, Claire apprende una notizia agghiacciante: la polizia ha trovato il cadavere di una giovane donna. E gli indizi raccolti sul luogo del delitto riconducono proprio a Quimby, che nel frattempo è sparito nel nulla. Sconvolta, la psichiatra non può accettare il fatto di essere la causa della morte di un’innocente. Di un’altra innocente. E, pur di rimediare all’errore commesso, è disposta a mettersi in gioco e a rischiare tutto: la sua carriera, il suo futuro e, forse, la sua stessa vita. Ma Claire non può immaginare che, nell’ombra, qualcuno segue ogni suo passo e controlla ogni sua mossa. Perché lei è soltanto una pedina in un piano perfetto…

***
Che ne pensate, li acquisterete? Io sono particolarmente incuriosita da "Riflessi di morte" mentre "Il club dei ricordi perduti" non è il genere che fa per me, almeno non in questo periodo! 

4 commenti:

  1. Sono due libri molto interessanti, e anche il prezzo non è niente male!!!

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con te,preferisco"Riflessi di morte" è un genere che si avvicina di più ai miei gusti personali,mentre "Il club dei ricordi perduti"decisamente no.

    RispondiElimina
  3. mi annoto il primo e chiedo in biblioteca se ce l'hanno. grazie del consiglio!

    RispondiElimina