mercoledì 8 agosto 2012

Recensione: La grammatica dell'amore di Rocìo Carmona

UN ROMANZO PER CHI AMA I LIBRI E CIÒ CHE TRASMETTONO, PER CHI CREDE NELLA POTENZA DI UNA PAGINA E NEI SENTIMENTI CHE QUESTA SPRIGIONA.

"La grammatica dell'amore" di Rocìo Carmona, disponibile in tutte le librerie dal 24 maggio 2012 per Fanucci editore, il romanzo perfetto per allietare qualche calda giornata di mare. 

Titolo: La grammatica dell'Amore
Autore: Rocio Carmona
Editore: Fanucci
Prezzo copertina: 14,00 €
Pagine: 304
Data pubblicazione24 maggio 2012

Trama:
È attraverso la lettura di sette grandi capolavori della letteratura mondiale che la giovane Irene riuscirà a scrivere la propria personalissima grammatica dell’amore. Saranno le parole di Tolstoj, Austen, Marquez e Murakami, fra gli altri, ad accompagnarla in questa esperienza vitale e memorabile.
Irene ha appena conosciuto l’amore ma non è andata come sperava. Dopo il divorzio dei suoi è stata spedita a studiare in Inghilterra, ma invece di rimettersi in sesto, la ragazza ha sofferto la sua prima grande delusione. Quello che dovrebbe essere il sentimento più nobile al mondo, per lei è solo un miraggio, qualcosa di distante e incomprensibile. Ed è grazie al suo professore di inglese che intraprenderà un viaggio fondamentale, percorrendo chilometri e chilometri di parole che ridaranno il giusto peso a ciò che sente, ridisegnando per lei un cammino da vivere con l’intensità di un attimo perfetto e insostituibile. Perché, come le insegna il suo professore, la letteratura è vita e amore. E sarà un vero colpo di fulmine ciò che la trascinerà pagina dopo pagina.

Recensione

Mi sono presa un bel pò di tempo prima di cimentarmi con questa recensione perché volevo trovare le parole adatte per descrivere la magia e la delicatezza di "La grammatica dell'amore" o semplicemente perché avevo voglia di lasciar crescere dentro di me la storia di Irene. Una ragazza che, trasferitasi in Inghilterra dopo il divorzio dei genitori, bussa per la prima volta alla porta dell'Amore...
ma quello che trova al di là di quella porta non è quello che si aspetta: Liam, il ragazzo per cui Irene prende la prima cotta, le spezza il cuore.
L'innocenza dei sedici anni alimenta speranze e sentimenti impossibili, ma sfortunatamente i castelli di sabbia sono destinati a crollare così come gli amori costruiti sulle illusioni.
Umiliata e disillusa Irene smette di credere nel sentimento più potente e magico che esiste, nel sentimento che fa girare il mondo: l'Amore, quello vero, intenso, profondo, inevitabile, quello che entra nella tua vita senza chiederti il permesso. E quando si tratta di sentimenti, basta un attimo per crollare, la difficoltà sta nel rimettersi in piedi.
Irene incontra però un professore, il cui comportamento sembra in un primo momento un pò equivoco, che le fa vedere l'Amore da una nuova prospettiva: non più attraverso gli occhi di una sedicenne ma attraverso le parole di grandi autori della letteratura classica: Murakami, Jane Austen, Tolstoj, Charlotte Brontë, ecc.
L'autrice Rocìo Carmona è riuscita a rievocare la magia e l'intensità dei 7 classici sottolineando quanto siano attuali e vicini a tutti noi. Ho apprezzato moltissimo le citazioni sparse qua e là in tutto il libro ed ho amato le riflessioni e le conclusioni a cui è giunta la giovane protagonista dopo ogni lezione di "grammatica dell'amore". Consiglio questo libro a tutti ma secondo me è particolarmente adatto ad un pubblico più giovane, può essere un ottimo incentivo verso i romanzi più famosi di sempre. Dopo aver letto "La grammatica dell'amore" viene una gran voglia di leggere i 7 romanzi letti da Irene.
Vi lascio alcune citazioni tratte dal libro... valgono più di mille recensioni! :)

 "Essere innamorati è come ritrovarsi dinanzi a una gamma meravigliosamente ricca di infinite possibilità. E' sentirsi come un uccellino che domina i cieli, con la sensazione di aver trovato la propria ragione di vita, il proprio centro, il proprio scopo" 

"L'amore che rimane nascosto, inespresso, si trasforma in un mostro che divora i cuori. Bisogna accettare il rischio di esprimerlo, a costo di farsi male" 

"Essere innamorati equivale a esporsi a un naufrago costante. Ogni fallimento è un naufragio. Il punto è sopravvivere alle tempeste per raggiungere, un giorno, il porto in cui qualcuno sta aspettando solo noi"

6 commenti:

  1. Sono assolutamente d'accordo con te su alcuni punti:
    1) è un romanzo adatto soprattutto ad un pubblico molto giovane
    2) viene molta voglia di leggere (o rileggere) tutti quei 7 romanzi! ^^
    Però il comportamento del professore non l'ho tollerato molto, l'ho scritto anche nella mia recensione :-)
    Ciauuuuu gemellina!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo! Vorrei proprio leggerlo :)

    RispondiElimina
  3. Bella recensione :) ce l'ho in wishlist, spero di riuscire a leggerlo presto ^^

    RispondiElimina
  4. e la mia lista si allunga saraaaaaa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi assolutamente procurartelo Saya!!! E' un libro carinissimo! :)

      Elimina