martedì 10 aprile 2012

"Una casa di petali rossi" dal 26 aprile in libreria

Era il 2004 quando la giovane scrittrice Kamala Kain intraprese uno dei tanti viaggi in India con la sua famiglia, per ripercorrere e scoprire le origini del padre. Una terra affascinante e lontana che le ha dato l'ispirazione e la voglia di scrivere, la voglia di imprimere su carta i profumi e i colori di quel luogo emozionante.
Un pomeriggio di preghiera, un prato ed un pozzo accanto al tempio per dare il via alla fantasia di Kamala che ci racconta:


"La gente dice che il pozzo è abitato da uno yekshi", sussurrò mia cugina con un sorrisetto: "Un fantasma". Era quasi alla fine dell'adolescenza, troppo vecchia per credere ancora a certe cose, e così ero io, e sebbene sapessi che me ne parlasse più per incuriosirmi che per spaventarmi, rimanemmo comunque col fiato sospeso. Cominciai ad immaginare che non ci fossero due adulte razionali al limite di quel muro, ma due bambine, ancora tanto innocenti da credere in un mondo in cui potessero esistere fantasmi e pozzi incantati. 
Quella stessa notte, distesa sul mio letto, riandando col pensiero al prato ed al pozzo, ho immaginato che in quella scena ci fosse un albero coi rami pieni di fiori rossi. Ho sognato che sotto l'albero ci fossero due ragazzine che si abbracciavano sotto una pioggia di petali di fiori. Sentivo di voler mettere su carta quell'immagine e così provai a pensare a chi potessero essere le due ragazze, a come fossero arrivate fin lì e perché stessero abbracciate sotto l'albero. "


Così nasce "Una casa di petali rossi", un romanzo intriso di sentimenti ed emozioni, che sarà disponibile in tutte le librerie dal 26 aprile 2012.


Titolo: Una casa di petali rossi
Autore: Kamala Nair
Editore: Nord
Prezzo copertina: 16.60 €
Pagine: 384
Data pubblicazione: 26 aprile 2012

Trama:
È mattina presto quando Rakhee esce di casa, diretta all'aeroporto. Dietro di sé, lascia un uomo addormentato, un anello di fidanzamento e una lunga lettera. Ma soprattutto lascia un segreto. Un segreto che lei e la sua famiglia hanno custodito per anni. Un segreto che sembrava ormai sepolto sotto la polvere del tempo. 
Il segreto di Rakhee ha radici lontane ed è legato all'estate del suo primo viaggio in India, a un mondo illuminato da un sole accecante oppure annerito da cortine di pioggia, a una vecchia casa quasi troppo grande da esplorare, a cibi intensamente saporiti e colorati, a zie vestite con sari sgargianti, a cugine chiassose e ficcanaso, e a un giardino lussureggiante, nascosto dietro un alto muro di cinta... 
Allora Rakhee era troppo giovane per sopportare il peso della sua scoperta, ma non è mai riuscita a dimenticarla e adesso, proprio mentre la vita le regala promesse di gioia, comprende che è arrivato il momento di dire la verità, anche se ciò significa perdere tutto, compreso l'amore. Tocca a lei abbattere le mura di quel giardino che la sua famiglia ha così caparbiamente difeso. Tocca a lei trovare la chiave per aprire la casa di petali rossi... 
Come un prisma che riflette i colori, gli odori e i sapori delle emozioni, questo sorprendente romanzo dispiega le infinite sfumature dei sentimenti umani e le ricompone nella storia di Rakhee, per rivelare come sia sempre possibile spezzare le catene del passato e aprirsi con slancio a ciò che il futuro può offrire.




Dal libro:
"Quando leggerai queste pagine, io sarò in volo, sull'Atlantico, diretta in India. Ti sarai svegliato, solo, e avrai trovato l'anello di diamanti che ho lasciato sul comodino, sopra questi fogli che adesso tieni in mano.
Ma per ora stai dormendo, sereno. Se mi chino e accosto il mio viso al tuo, per inspirare il tuo profumo, resti immobile.
Guardarti dormire mi strazia il cuore.
Ho fatto una cosa terribile.
Vorrei poter dire che è cominciato tutto con la lettera che ho ricevuto due giorni fa, ma sarebbe una bugia. Bisogna risalire a molto tempo fa, all'estate in cui ho compiuto undici anni, in cui Amma mi ha portato in India e in cui ogni cosa è cambiata.
Chiunque conosca la verità riguardo al mio passato --e non sono in molti- potrebbe credere che io abbia superato incolume gli eventi di quell'estate: tra poche settimane mi laureerò in architettura, a Yale, e comincerò una promettente carriera presso uno studio di design a New York; ho un bel rapporto con quasi tutta la mia famiglia; ho un uomo meraviglioso che mi ha chiesto di sposarlo... Ma la verità è che non ho ancora sconfitto i miei demoni. Ho cercato di combatterli, di occultarli ma, come dovevo aspettarmi, si sono liberati. E non posso sposarti finché non me ne sarò liberata una volta per tutte.
Per questo ho deciso di lasciare qui l'anello che mi hai dato e che non avrei dovuto accettare. L'ho fatto perché tra noi ci sono ancora tutti questi segreti. Finché non sarò tornata nel luogo in cui tutto è cominciato, e non ti avrò raccontato ogni cosa, non potrò mettere al dito il tuo anello, né considerarmi la tua promessa sposa."



Kamala Nair è nata a Londra, ma ha vissuto fin da piccolissima negli Stati Uniti. Dopo essersi laureata presso il prestigioso Wellsley College, è tornata in Europa per proseguire gli studi, prima a Oxford, poi al Trinity College di Dublino, dove ha conseguito un master in Scrittura creativa. Attualmente vive a New York. "Una casa di petali rossi" è il suo primo romanzo.

7 commenti:

  1. Anch'io sono molto incuriosita da quest'autrice, mi sembra che sia riuscita a creare un romanzo molto delicato ed emozionante! Speriamo sia bello come sembra! :)

    RispondiElimina
  2. :) non è mai troppo! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Scusa so che non c'entra nulla, ma volevo avvisarti che c'è un premio per te sul mio blog http://readbelieve.blogspot.it/2012/04/my-beautiful-blog-award.html :)

    RispondiElimina
  4. Ciao! C'è un premio per te sul mio blog :-)
    http://locandalibri.blogspot.it/2012/04/premio-dardos.html

    RispondiElimina
  5. Grazie ragazze. Passo subito dai vostri blog! :)

    RispondiElimina