giovedì 29 marzo 2012

"La città delle ribelli", dal 5 aprile in tutte le librerie.

CHE COSA SUCCEDEREBBE SE IMPROVVISAMENTE TUTTE LE
DONNE SMETTESSERO DI FARE L’AMORE CON I LORO UOMINI?

Meg Wolitzer, ci racconta quel che succederebbe se tutte le donne si rifiutassero di fare l'amore con i propri mariti, compagni, ecc... Un vero e proprio sciopero del sesso che riesce a trasformare una tranquilla cittadina in un posto pieno di caos e scontri. Meg Wolitzer ci regala un romanzo pungente, acclamatissimo dalla critica e dal pubblico americani. "La città delle ribelli" usa l'ironia come un bisturi e penetra nelle camere da letto in punta di piedi, svelandoci i segreti e i desideri nascosti di ogni donna. Sarà disponibile in tutte le librerie dal 5 aprile 2012, per Garzanti Editore.


Titolo: La città delle ribelli
Autore: Meg Wolitzer
Editore: Garzanti
Pagine: 252
Prezzo copertina: 16.60 €
Data pubblicazione: 5 aprile 2012

Trama:
Smettere di fare l'amore con i propri uomini per ritrovare la felicità. La vera felicità. Questa è la strategia che le donne di Stellar Plains, nel New Jersey, adottano, più o meno consapevolmente, per ritrovare sé stesse e i loro desideri. Una dopo l'altra iniziano a rifiutare qualsiasi contatto con i loro compagni.
Nessuna vuole essere sfiorata: ogni bacio, ogni carezza vengono accuratamente evitati. Un vento freddo inizia a soffiare tra le lenzuola di ogni camera da letto. L'ispirazione per la rappresaglia è data da Fran Heller, la nuova, anticonvenzionale professoressa di teatro del liceo, che ha deciso di mettere in scena Lisistrata, la commedia di Aristofane in cui le cittadine ateniesi si uniscono in uno sciopero del sesso per protestare contro i loro mariti e contro la guerra. 
Eppure Stellar Plains sembra un luogo felice. Niente turba la serenità delle coppie che vi abitano. O almeno così appare. D'altro canto… Dory e Robby Lang, insieme dai tempi dell'università, dicono di amarsi come il primo giorno, ma stanno scivolando verso una stanca sopportazione; la moglie del preside è afflitta da una sindrome di stanchezza cronica, mentre il marito se la intende con la consulente scolastica; Ruth, la neosposa, ha sempre più evidenti problemi di peso. Un quadro allarmante, fatto di nevrosi quotidiane, piccoli screzi, rancori sopiti da anni. 
Gli uomini fingono di non vedere le crepe celate dietro le facciate linde e ordinate e le erbacce che infestano le aiuole immacolate. E allora è compito delle donne guardare la realtà in faccia, riprendere in mano il loro destino e combattere la battaglia per salvare le coppie, e la passione delle loro notti.

***

Meg Wolitzer, autrice di numerosi romanzi, vive a New York City con la sua famiglia. Presso Garzanti ha pubblicato anche La posizione (2006) e La stagione delle cattive madri (2010).

5 commenti:

  1. hahahahaha...questa è bella!!!
    sarebbe una vera rivoluzione!!!
    originale, molto originale :-)

    RispondiElimina
  2. :) anch'io mi sono fatta una sonora risata a leggere questa trama! Sono curiosissima di sapere cosa succede nella cittadina.

    RispondiElimina
  3. divertente questo soggetto!!! ;)
    apre il velo su argomenti che, nonostante la tanto decantata "modernità", spesso sono ancora tabù!!

    RispondiElimina
  4. Hai ragione Angela! A me piace particolarmente quando invece questi temi vengono trattati con ironia, proprio come in "La città delle ribelli".

    RispondiElimina