lunedì 30 gennaio 2012

Recensione: "Stryx. Il marchio della strega" di Connie Furnari

Disponibile dal 9 dicembre in tutte le librerie il romanzo d'esordio dell'italianissima Connie Furnari: Stryx. Il marchio della strega. Uno young adult in cui la lotta tra Bene e Male fa da padrona, un fantasy in cui magia e sentimenti si mescolano alla perfezione.


Titolo: Stryx. Il marchio della strega
Autore: Connie Furnari
Editore: Edizioni della Sera
Prezzo copertina: 12,00 €
Pagine: 292

Trama:
Dopo aver vissuto in Inghilterra, Sarah, una potente strega, torna a Salem decisa a ricominciare una nuova vita senza la magia. Inaspettatamente, giunge la sorella minore: Susan, strega intrigante e perversa che ha scelto di passare al lato oscuro per la sete di potere, determinata a sconvolgere l’esistenza di Sarah e degli ignari studenti del liceo di Salem. La vita scolastica si rivela fin da subito molto più dura del previsto. L’unico apparentemente interessato a conoscerla è un giovane dai grandi occhi grigio azzurro: Scott. Il solo ad essere in grado di risvegliare in lei antichi sentimenti che credeva ormai essere assopiti. Ma Salem ben presto comincerà ad essere sconvolta da numerosi delitti inspiegabili, il cui unico filo conduttore sarà un marchio a forma di “S” posto sulle vittime. Le strade della cittadina diventano pericolose trappole mortali, e a Sarah non resterà altro che affrontare il suo oscuro passato per poter salvare le altre giovani streghe e se stessa.

Recensione

Era il 1690 quando nel villaggio di Salem, nel Massachusset, ebbero inizio una serie di persecuzioni, accuse ed esecuzioni capitali per il presunto reato di stregoneria. Sono state tantissime le donne e gli uomini impiccati e bruciati vivi accusati di eresia. Il processo di Salem giunge a noi come una sconvolgente leggenda da cui probabilmente l'autrice Connie Furnari è molto affascinata. 
Con "Stryx. Il marchio della strega" facciamo un vero e proprio tuffo nel villaggio di Salem immergendoci nella leggenda grazie a Sarah: protagonista del libro, diciassettenne timida, una delle streghe più potenti rimaste in vita insieme alla sorella Susan. Entrambe figlie del Maligno, in comune trecento anni di vita vissuta insieme ma estremamente diverse. Sarah, timida e pudica che rinnega la sua natura e vorrebbe essere una semplice umana. Susan, spigliata e sensuale fiera dei suoi poteri e della sua natura sovrannaturale. 

Due streghe dai poteri enormi e spaventosi che di secolo in secolo, sfuggite a generazioni di Cacciatori di streghe, arrivano ai giorni nostri e si mescolano agli adolescenti del liceo. Con estrema semplicità l'autrice italiana mescola le leggende antiche alle tradizioni moderne, la stregoneria classica alla religione wicca. La storia scorre via fluida e veloce (posso confermarlo a gran voce perché l'ho letto in 6 ore nonostante avessi la copia digitale) probabilmente grazie alla semplicità con cui l'autrice ha scelto di trattare questo tema e facendo somigliare le due streghe più allo stile di Sabrina del telefilm "Sabrina. Vita da strega" piuttosto che a personaggi austeri e altezzosi. 

In questo scenario magico non manca ovviamente una dolce e difficile storia d'amore che dà una marcia in più a questo young adult.
Devo ammettere che alcuni punti non mi hanno convinto appieno soprattutto la scelta di dare un barlume di umanità a Lucifero, scelta a parer mio un pò forzata e fuori luogo, ma ciò nonostante Connie Furnari è stata per me una piacevolissima scoperta.
Non posso che consigliarvela e aspettare una nuova creazione! 

Ps: le immagini di Victoria Frances sembrano fatte apposta per questo libro! ;)

4 commenti:

  1. un libro che mi incuriosisce tantissimo!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Luigi!

    Saya, te lo consiglio... le poche autrici italiane che riescono a farsi spazio in questo genere letterario dobbiamo tenercele strette! ;)

    RispondiElimina
  3. Già!!! Hai ragione Sara... e la Furnari è una di queste.
    'sto libro è stato una piacevole sorpresa... sono felicissima di averlo acquistato e letto.

    RispondiElimina