martedì 3 gennaio 2012

Il diavolo certamente di Andrea Camilleri inaugura la nuova collana Mondadori: Libellule

Il suo ultimo libro "La setta degli angeli" è ancora in testa alle classifiche eppure Andrea Camilleri spicca già con un nuovo titolo previsto per il 5 gennaio 2012 inaugurando la nuova collana di Mondadori, Libellule, collana nata con l'intento di proporre racconti lunghi o romanzi brevi con un prezzo contenuto. Saranno quattro i titoli che il 5 gennaio daranno vita a questa nuova collana:

  • Il diavolo certamente di Andrea Camilleri
  • L'amore quando c'era di Chiara Gamberale
  • Esercizi superficiali di Raffaele La Capria
  • Il vagone di Arnaud Rykner
***

Titolo: Il diavolo certamente
Autore: Andrea Camilleri
Editore: Mondadori
Prezzo copertina: 10,00 €
Pagine: 176
Data pubblicazione: 05 gennaio 2012

Trama:
Annidato nell'ombra, travestito abilmente, pronto a "scoperchiare" la vita: è il Diavolo, certamente. 33 racconti di 3 pagine ciascuno: 333 e non 666 perché questo, come tutti sanno, è il numero della Bestia, e non si discute sul fatto che mezzo diavolo è sempre meglio di uno intero... Ecco, in ciascuno di questi trentatré episodi il Diavolo mette il suo inequivocabile zampino. Anche uno scrittore laico e non superstizioso come Camilleri deve riconoscere la presenza di Lucifero tra le pieghe dell'esistenza, e ci regala una galleria di fulminanti racconti.


***
Titolo: L’amore quando c’era 
Autore: Chiara Gamberale
Editore: Mondadori
Prezzo copertina: 10,00 €
Pagine: 96
Data pubblicazione: 5 gennaio 2012

Trama:
Uno dei casi della vita, un momento triste, diventa l’occasione forse a lungo cercata per ricucire un filo che si era spezzato: Amanda, che ha amato perdutamente Tommaso e lo ha lasciato senza spiegazioni da dodici anni, scrive una mail di condoglianze che è anche un messaggio nella bottiglia – come stai, dove sei, chi sei diventato? E, soprattutto: l’hai trovata, tu, mio antico grande amore, la Ricetta per la Felicità? Tommaso risponde, prima cauto, poi incapace di resistere alla voce di un passato bruciante che si fa viva e presente domanda. Tommaso è sposato, ha due splendidi bimbi e un equilibrio che pare felicità. Amanda no, lei vive sola e alla perpetua ricerca di una compiutezza senza rimpianti: quell’alchimia misteriosa che solo gli altri, accanto a noi, sembrano trovare, ma che a noi è quasi sempre preclusa. Ai suoi alunni di scuola Amanda affida un tema sulla felicità, e le risposte sono tanto semplici e autentiche da lasciarla incerta sulla soglia di se stessa. Forse solo l’antico amore, oggi ritrovato, può offrire la chiave della gioia senza compromessi. O, invece, sono i compromessi la sola chiave della gioia possibile? Con coraggio Amanda rivela a Tommaso la sua risposta a questa domanda che tutti, prima o poi, ci poniamo. Come una mail inattesa, come un sms che giunge nella notte, come un tema scritto da ragazzi e ritrovato per caso: così la pienezza di un amore passato ci ritorna addosso all’improvviso, quasi a tradimento, con il rischio che tutto, al confronto, impallidisca. E allora bisogna decidere se guardare avanti – dove nulla è certo, ma tutto possibile – o indietro, dove la sirena confortante di una pienezza perduta ci chiama con il suo canto...
 
***
 

Titolo: Esercizi superficiali
Autore: Raffaele La Capria
Editore: Mondadori
Prezzo copertina: 10,00 €
Pagine:176
Data pubblicazione: 5 gennaio 2012

Trama:
«Il mio apprendistato di scrittore ha avuto a che fare col mare, l'acqua, la sua superficie e le sue profondità, e io ho raccontato, raffrontando la mia esperienza sportiva con quella letteraria, le somiglianze che scoprivo tra la tecnica necessaria per eseguire un bel tuffo e quella di un romanzo ben fatto. Mi piacerebbe ora raccontare le somiglianze tra lo "stile libero" del nuoto e lo stile libero della scrittura che ancora continuo a cercare, anche perché lo stile libero della scrittura, come quello del nuoto, corre in superficie.» In questa raccolta di articoli, usciti tra il 2009 e il 2010 sul Corriere della Sera
 
***
 
  Titolo: Il vagone
Autore: Arnaud Rykner
Editore: Mondadori
Prezzo copertina: 10,00 €
Pagine: 160
Data pubblicazione: 5 gennaio 2012 
 
Trama:
La peggiore atrocità commessa dai nazisti sugli ebrei forse non sta nemmeno nei campi di sterminio e nei forni crematori... Il vagone è quello in cui si ritrova il narratore, un giovane di vent'anni. È uno dei ventidue vagoni che compongono l'ultimo treno diretto dalla Francia a Dachau il 2 luglio del 1944. Un treno di deportati, un treno che è puro orrore, un incubo divenuto realtà: un centinaio di persone ammassate come bestiame, una calura insopportabile, senza aria, e poi la fame, la sete, la morte che si può toccare. La morte e il suo odore... È un viaggio che dura tre giorni, tre giorni in cui queste persone sperimentano l'inferno, dentro e fuori di loro. Tre giorni che il narratore descrive ora per ora. Tre giorni di lotta contro se stesso e contro gli altri: la paura, il panico, lo schifo, e poi la rabbia e l'odio per il vicino. Ma anche la speranza, a volte, quando il treno si ferma. E la solidarietà. La disumanizzazione degli ebrei compiuta dai nazisti comincia qui, su questi treni, dove l'umanità ha toccato il fondo più basso dell'abiezione.  

*** 
Appetitosa questa nuova collana Mondadori, prezzi convenienti e autori interessanti, un'ottima accoppiata. Curiosissima di leggere "Il diavolo certamente", a voi quale incuriosisce di più?

2 commenti:

  1. sì, molto interessanti le novità Mondadori. Certo che sono librettini, più che libri. Sono tutti di pochissime pagine ;-)

    RispondiElimina
  2. Hai ragione Pupottina ma il motto della nuova collana è: “Libri di alta qualità, dentro e fuori, ad un prezzo contenuto. In una battuta: grandi nel breve” ;)

    RispondiElimina