giovedì 17 novembre 2011

Recensione: "Rot&Ruin" di Jonathan Maberry

"Rot & Ruin", romanzo ambientato in un America post-apocalittica che il 15 giugno 2011, giorno di pubblicazione, ha inaugurato la nuova collana della casa editrice Delos Books: Odissea Zombie. Il romanzo pluripremiato, è il primo capitolo di una quadrilogia young adult (The Benny Imura Series) incentrata sulla strana e un pò raccapricciante creatura leggendaria: gli zombie.

The Benny Imura Series:
1. Rot & Ruin -  giugno 2011
2. Dust & Decay - in America agosto 2011
3. Flash & Bone, previsto per l’estate 2012
4. Fire & Ash, previsto per il 2013
 
Titolo: Rot & Ruin
Autore: Jonathan Maberry
Editore: Delos Books
Prezzo copertina: 14,90 €
Pagine: 460
 
Trama:
Nell’America post-apocalittica infestata dagli Zombie dove Benny Imura vive, ogni adolescente deve trovarsi un lavoro al compimento del quindicesimo anno di età, o dimezzare per sempre la propria razione quotidiana di cibo. Benny, però, non è interessato a portare avanti il business di famiglia, ma non ha scelta visti i precedenti fallimenti lavorativi; così accetta di diventare un cacciatore di zombie come quel vigliacco di Tom, il suo fratellastro. Il ragazzo si addentra nella desolata Rot & Ruin, il territorio in cui sono confinati gli zombie,
con riluttanza, convinto di svolgere un lavoro noioso e pressoché inutile… prima di imbattersi in un terra senza dio, che gli aprirà gli occhi su un mondo totalmente diverso dalla vita a cui era abituato. Conoscerà il suo passato, i lati nascosti della personalità di Tom e il motivo per cui viene considerato da tutti come un eroe: perché là fuori, lontano dalle recinzioni del fortilizio, le distese aride di Rot & Ruin pullulano di rinnegati assassini a caccia di adolescenti, di segreti mortali, di zombie e di bellezze cresciute nelle oscurità del tempo.
Rot & Ruin è molto più che un deserto senza vita…
 
Recensione.
Sorprendente! Credo sia questo l'aggettivo che più si addice a "Rot&Ruin", romanzo giustamente pluripremiato che ha inaugurato la nuova collana della casa editrice Delos Books: Odissea Zombie. Gli zombie sono infatti i protagonisti della storia, o forse è meglio definirli antagonisti perchè il vero e proprio protagonista è Benny, un ragazzo di soli quindici anni che con gli zombie è costretto a convivere quotidianamente. Proprio attraverso gli occhi di questo giovane ragazzo vediamo il mondo ideato dallo scrittore Jonathan Maberry, un mondo molto diverso da quello che noi tutti conosciamo, un mondo che ha subito quattordici anni prima un radicale cambiamento durante una notte da tutti ricordata come "La Prima Notte". Da quel giorno niente è rimasto come prima: la maggior parte della popolazione si rianima come zombie, il terrore dilaga tra i pochi sopravvissuti che riescono a riunirsi in piccole comunità, niente più energia elettrica, niente più vacanze al mare... la libertà è rinchiusa in una recinsione oltre la quale c'è il regno di Rot&Ruin. Il regno popolato da quelle creature che vagano senza meta affamate di carne umana, creature incapaci di pensare e guidate solamente da pochi istinti, creature che fanno ribrezzo e paura al piccolo Benny perché sono state proprio loro a portarsi via i suoi genitori durante la Prima Notte. Benny dunque nutre un forte sentimento di odio verso quelle creature, fino a quando il fratello maggiore Tom (cacciatore di zom per professione) non riesce a fargli guardare oltre la maschera terrificante che quegli uomini e quelle donne sono diventate, fino a quando non riesce a fargli capire che in passato anche loro avevano dei sentimenti, una famiglia, una vita! 
Il romanzo quindi, con un stile fluidissmo, ci regala una delle più belle storie di umanità proprio in un mondo in cui di umanità c'è rimasto veramente ben poco. Non è la classica storia horror caratterizzata da un susseguirsi di scene sanguinarie ma è una storia intrisa di valori, di riscoperte, di emozioni senza però far mancare un bel pò di avventura e colpi di scena. Una storia che merita veramente di essere letta!

2 commenti:

  1. ciao Sara
    hai letto uno dei libri che mi piacicono di più... già la trama mi ha conquistata...spero mi capiterà di leggerlo prima o poi...

    RispondiElimina
  2. Pupottina dovresti chiederlo a Babbo Natale insieme al nuovo di Cooper perché è davvero una lettura piacevole! ;)

    RispondiElimina