giovedì 17 novembre 2011

Il suo nome è sinonimo di Bestseller: Glenn Cooper dal 7 dicembre torna in libreria

HA VENDUTO UN MILIONE DI COPIE SOLO IN ITALIA
HA SCALATO TUTTE LE CLASSIFICHE DI VENDITA
IL SUO NOME È SINONIMO DI BESTSELLER

Glenn Cooper

torna in libreria il 7 dicembre 2011 con un nuovo romanzo
 
Mancherebbe un rullo di tamburi e il pesante sipario che si apre lentamente per la giusta presentazione di questo nuovo romanzo, ma il mio blog sfortunatamente non possiede questo tipo di effetti speciali, se li avessi non esiterei ad utilizzarli per questa nuova e già attesissima opera di Glenn Cooper.

IL MARCHIO DEL DIAVOLO
 
Titolo: Il marchio del Diavolo
Autore: Glenn Cooper
Editore: Nord
Prezzo copertina: 19,60 €
Pagine: 450
Data pubblicazione: 7 dicembre 2011
 Trama:
Roma, 1139. Inquieto, un uomo alza gli occhi alla volta celeste. Seguendo le indicazioni dei suoi predecessori, è arrivato nella Città Eterna per assistere all’eclissi che mostrerà un allineamento astrale unico. All’ora stabilita, la luna a poco a poco si dissolve nell’oscurità, rivelando 112 stelle. È il segno che l’uomo aspettava: ancora 112 papi, poi, sulle rovine della Chiesa, sorgerà un nuovo mondo.

Roma, 2000. Incredula, una giovane archeologa fissa il cielo. Poche ore prima, il Vaticano le ha ordinato d’interrompere gli scavi nelle catacombe di San Callisto, mettendo così fine alla sua carriera accademica. E adesso lei giace sull’asfalto, in una pozza di sangue. Tuttavia, nell’istante in cui l’aggressore le ha conficcato il pugnale nel petto, Elisabetta ha notato un dettaglio agghiacciante. Un dettaglio impossibile da dimenticare.
Roma, oggi. Sconcertata, una suora studia i simboli astrologici tracciati sul muro. Ma quello non è il solo enigma custodito dall’antico colombario di San Callisto. Intorno a lei, infatti, ci sono decine di scheletri caratterizzati da un’anomalia inquietante: la stessa anomalia del sicario che, anni prima, aveva cercato di ucciderla. Decisa a far luce sul mistero, suor Elisabetta entra in possesso di un rarissimo esemplare del Dottor Faust di Marlowe e intuisce che quei versi sono il codice per svelare il cerchio diabolico che lega passato, presente e futuro. Perché il papa è morto, il conclave è alle porte e la profezia sta per compiersi…
 



L'autore:
Glenn Cooper rappresenta uno straordinario caso di self-made man. Dopo essersi laureato con il massimo dei voti in Archeologia a Harvard, ha scelto di conseguire un dottorato in Medicina.

È stato presidente e amministratore delegato della più importante industria di biotecnologie del Massachusetts ma, a dimostrazione della sua versatilità, è diventato poi sceneggiatore e produttore cinematografico. Grazie al clamoroso successo della Biblioteca dei Morti, del Libro delle Anime e della Mappa del destino, si è imposto anche come autore di bestseller internazionali.
Il suo sito Italiano è http://www.glenncooper.it/


-----------------------------------------------


C'è tra di voi qualcuno che aspetta con ansia questa nuova uscita? Cosa avete letto di Glenn Cooper?

5 commenti:

  1. Iooooooooooo!!!!!!!!!!
    Sto terminando La biblioteca dei morti e penso proprio che entrerà in gran stile tra i miei autori preferiti!

    RispondiElimina
  2. Io invece ho "Il libro delle anime" sullo scaffale a prendere polvere eppure ho stressato così tanto per farmelo regalare! Ho paura che come ho fatto con Dan Brown una volta conosciuto il suo mondo non vorrò più uscirne... quindi lo sto lasciando in attesa ma mi incuriosisce da morire!

    RispondiElimina
  3. Ho letto sia la Biblioteca dei Morti che il Libro delle Anime. Mi sono piaciuti molto. Diciamo un 4 su 5.
    Finché continua a scrivere cose originali, continuerò a seguirlo certamente.

    RispondiElimina
  4. non posso dire che WOW!!!
    chissà se lo chiedo a Babbo Natale ...

    RispondiElimina
  5. L'ho finito di leggere qualche giorno fa, comperato proprio il giorno in cui è uscito, cioè il 7 Dicembre.

    Avendo letto i primi tre romanzi, non posso dire che è bello quanto la ' biblioteca dei morti ', che finora, non ha paragoni, ma a mio avviso è molto intrigante, si segue molto bene, il salto storico è sempre molto succulento con personaggi importantissimi e colpi di scena che non mancano.

    Il mio voto è un 8.

    Ispy

    RispondiElimina