giovedì 10 novembre 2011

Dal 15 novembre: "Moonlight" di Cyn Balog

La Mondadori torna a far sognare i lettori con il romanticismo misto a fantasy del nuovo romanzo young adult la cui pubblicazione è prevista per il 15 novembre 2011. L'autrice Cyn Balog ci regala una splendida storia adolescenziale racchiusa in un unico libro autoconclusivo: "Moonlight"

Titolo: Moonlight
Autore: Cyn Balog
Editore: Mondadori
Pagine: 264
Prezzo copertina: 17.00 €
Data pubblicazione: 15 novembre 2011

Trama:
Gwendolin vive su un’isoletta del New Jersey con la sua famiglia tutta al femminile. Aiuta la mamma a gestire una piccola panetteria, e non sa resistere al profumo di una ciambellina. Ma con i suoi chili di troppo si sente insicura e pressoché invisibile ai suoi compagni di liceo. Fino a quando Wish, il ragazzo con cui ha una relazione a distanza fatta di mail e chat, torna dalla California. Trasformato in un vero schianto! Ma come ha fatto? E come spiegare la sua strana inquietudine quando piove e i bagni di luce notturna sulla spiaggia? Secondo Chris, il nuovo aiuto della panetteria, Wish fa parte dei Luminati, una setta che domina gli elementi naturali attraverso le stelle. Gwendolin non vuole crederci, ma quando la sua isola sta per essere annientata da una tempesta senza precedenti, capisce che è il momento di affrontare Wish e il mistero che lo avvolge. Prima che tutto il suo mondo finisca in fondo al mare.

--------------------------------------------

L'autrice:
Quando gli altri bambini scorrazzavano al sole in giardino, Cyn Balog già preferiva star chiusa nella sua camera a scrivere. Poi ha dato retta a chi le diceva che scrivere non è una vera professione e si è laureata in Business alla Rutgers University, ma alla fine non ha saputo resistere al richiamo dei libri.
Anche se ha ancora il New Jersey nel cuore, ora vive ad Allentown, in Pennsylvania, con il marito e le figlie, e non ha più smesso di scrivere. 
Con Mondadori ha già pubblicato Fairy love.
 
 
--------------------------------------------
Che ne dite? A me incuriosisce e la copertina mi piace molto anche se è estremamente semplice! Avete letto qualcos'altro dell'autrice?

4 commenti:

  1. onestamente faccio fatica a capire l'entusiasmo per questi libri young adult. Non certo per il genere ma perchè mi sembrano tutti molto simili. E poi la domanda sorge spontanea: perchè per ottenere successo è necessario inserire gli elementi fantasy? Ad esempio io ho letto il libro Cercando Alaska di John Green. In quel libro, young adult, non ci sono elementi fantasy eppure funziona benissimo ed è risultato, per me, uno dei libri più belli che ho letto. Secondo me il problema è che il 99% degli scrittori oramai scrive per soldi e dato che il genere tira allora si cerca di cavalcare l'onda. Non è un caso che quasi tutte le storie danno vita a serie di 3-4 libri.
    Detto questo ci tengo a ribadire che non sono contro il fantasy in generale, ma non posso essere a favore delle mode che creano omologazione cultura e questa mi sembra proprio una di quelle. Chiaramente dettata in primis dagli editori che pubblicano solo certi libri per mero interesse di business.

    RispondiElimina
  2. Luigi tu hai pienamente ragione, è triste che uno scrittore debba adeguarsi alle mode per essere pubblicato ed è altrettanto triste entrare in una libreria e trovare libri che sembrano la fotocopia l'uno dell'altro... ma gli elementi fantasy negli young adult sono anche il motivo per cui tantissimi giovani ragazzi si sono avvicinati al mondo dei libri che prima snobbavano! L'omologazione culturale non è certo una buona cosa ma meglio cultura omologata che assenza di cultura, non trovi? ;)

    RispondiElimina
  3. Be anche su questo si potrebbe discutere. Io non dico che leggere non è utile, anzi, però nemmeno uno può leggere solo young adult o storie di vampiri. Forse è il caso di prendere in mano anche qualche testo diverso, e sperando di non bestemmiare direi qualche classico.

    RispondiElimina
  4. Quello che mi auguro io è che young adult e vampiri siano solo l'inizio e che riescano a far nascere la passione per la lettura! E' più che giusto che non si debba leggere solo quello!
    Proprio in questi giorni ho personalmente ringraziato la casa editrice Y Giunti per aver deciso di ripubblicare alcuni classici e ti sembrerà strano ma il primo gruppo di uscite (Jane Eyre, Orgoglio e pregiudizio, Cime tempestose e Bel Ami) ha avuto un notevole successo!Discutibile e oltraggiosa invece la scelta della Mondadori che ha ristampato tre classici con in copertina scritto "i libri preferiti di Edward e Bella"! Voglio quindi spezzare una lancia a favore dei giovani lettori perché a parer mio non sono loro ad aver voglia solo di libri superficiali ma sono alcune case editrici a voler commercializzare troppo alcune mode!
    Ci tengo anche a sottoliniare che "young adult" non signifa assolutamente "vapiri" e compagnia bella ma è semplicemente un romanzo con protagonista un ragazzo/a dai 13 ai 18 anni, rivolto ad un pubblico abbastanza giovane!Quindi non ci vedo nulla di male se i ragazzi leggono questo genere... un'altra questione è se si parla di libri/clone!

    RispondiElimina