mercoledì 9 novembre 2011

Anticipazione: "Il libro segreto di Shakespeare" di John Underwood

 Un thriller inaspettato che rompe il silenzio su un segreto che dura da quattro secoli. Sulle tracce di manoscritti perduti, enigmatici librai, diabolici falsari.

William Shakespeare era un impostore?

I capolavori passati alla storia come sue opere erano frutto del genio altrui?
Chi si nasconde in realtà tra le sue pagine?
A quasi quattrocento anni dalla morte del grande scrittore, la verità può essere finalmente svelata. 
 
Un bel biglietto da visita quello con cui ci viene presentato il romanzo "Il libro segreto di Shakespeare" che sarà disponibile in tutte le librerie dal 17 novembre 2011 edito Newton Compton.
Chi di voi non ha sognato almeno per una volta con i fantastici versi di Shakespeare? E chi di voi riesce a rimanere impassibile davanti alla trama di questo romanzo? Io sono letteralmente rapita dal mistero della trama e dalla copertina accattivante!

Titolo: Il libro segreto di Shakespeare
Autore: John Underwood*
Editore: Newton Compton
Prezzo copertina: 9,90 €
Pagine: 432
Data pubblicazione: 17 novembre 2011


Trama:
Desmond Lewis, un professore universitario inglese molto discusso, scompare mentre è diretto a Berkeley, in California, per una conferenza. Con lui sparisce anche un manoscritto inedito e segretissimo, che conterrebbe la verità sull’identità dell’autore più importante nella storia della letteratura mondiale, William Shakespeare. Non sarebbe lui il vero autore di Romeo e Giulietta, Amleto e degli altri capolavori: una teoria sconvolgente che molti scrittori, fra cui Mark Twain, hanno già sostenuto in passato.
Jake Fleming, un giornalista del «San Francisco Tribune» e amico di Lewis, si mette subito sulle sue tracce per scoprire che fine ha fatto lo studioso e quale enigma si cela dentro le pagine che ha scritto. Un viaggio che lo porterà nella vecchia Inghilterra, tra accademici spocchiosi, librai eccentrici, un fisico indiano che sa fin troppo di Shakespeare e una conturbante docente di letteratura. Fino a quando lo raggiungerà oltreoceano anche sua figlia Melissa, ragazza testarda e affascinante con una grande passione per il teatro…


*John Underwood
(nome di uno degli attori dei King’s Men, la compagnia di Shakespeare) è lo pseudonimo con cui Gene Ayres ha voluto firmare questo libro. Autore eclettico, ha collaborato a lungo con diverse testate americane, tra cui «Harper’s Magazine», «Running Times», «Worldwatch Magazine», e con le major cinematografiche Universal Studios e Warner Brothers. Vive a Seattle con la moglie e la figlia.

2 commenti:

  1. Io sono rimasta davvero tanto da questo romanzo, proprio come te! :D Altra nota positiva che possiamo considerare come ciliegina sulla torta, il prezzo economico che la Newton Compton ci regala sempre e che ci permette di comprare il libro senza che il nostro portafoglio ne risenta troppo!
    Un salutone!

    RispondiElimina
  2. Hai ragione Olivia, la Newton è una delle poche case editrici che non ha prezzi esorbitanti e questa è una cosa importantissima in questo periodo! Spero di riuscire a recensirvelo presto! ;)
    Un abbraccio

    RispondiElimina