venerdì 30 settembre 2011

New entries in my library (38)

Trentottesima puntata della rubrica New Entry in My Library (ricordo che non è una rubrica periodica ma nata solo ed esclusivamente per condividere con voi i nuovi libri che entrano a far parte della mia libreria). Le novità di oggi sono davvero mozza fiato... non ho idea di quale leggere prima! Consigliatemi voi!




Per il primo volume devo ringraziare la casa editrice Delos Books che mi ha omaggiata di una copia di "Rot&Ruin", horror pubblicato in giugno 2011 e che quindi molti di voi avranno già avuto il piacere di leggere!


Trama:
Nell’America post-apocalittica infestata dagli Zombie dove Benny Imura vive, ogni adolescente deve trovarsi un lavoro al compimento del quindicesimo anno di età, o dimezzare per sempre la propria razione quotidiana di cibo. Benny, però, non è interessato a portare avanti il business di famiglia, ma non ha scelta visti i precedenti fallimenti lavorativi; così accetta di diventare un cacciatore di zombie come quel vigliacco di Tom, il suo fratellastro. Il ragazzo si addentra nella desolata Rot & Ruin, il territorio in cui sono confinati gli zombie,
con riluttanza, convinto di svolgere un lavoro noioso e pressoché inutile… prima di imbattersi in un terra senza dio, che gli aprirà gli occhi su un mondo totalmente diverso dalla vita a cui era abituato. Conoscerà il suo passato, i lati nascosti della personalità di Tom e il motivo per cui viene considerato da tutti come un eroe: perché là fuori, lontano dalle recinzioni del fortilizio, le distese aride di Rot & Ruin pullulano di rinnegati assassini a caccia di adolescenti, di segreti mortali, di zombie e di bellezze cresciute nelle oscurità del tempo.
Rot & Ruin è molto più che un deserto senza vita…

Il secondo volume lo attendevo con trepidanza, quasi appostata vicino alla cassetta delle lettere. Giunti mi ha inviato in anteprima il nuovo romanzo di Maurizio Temporin, il secondo volume della trilogia "Iris": Iris. I sogni dei morti, disponibile dal 5 ottobre 2011.

Trama:
La vita di Thara sembra aver ripreso il verso giusto. Nate, seppur nel corpo di Ludkar, le è finalmente
vicino nel "mondo reale"; suo padre, il Nocturno, è rientrato nella vita della famiglia e sembra riavvicinarsi alla moglie, che piano piano sta sciogliendo la diffidenza e la paura che l'avevano spinta a lasciarlo. La scoperta di essere una "Vampira dei fiori" aiuta poi Thara a risolvere il problema che l'ha afflitta tutta la vita: la narcolessia. Ma probabilmente è tutto troppo bello per essere vero. Sono molti gli enigmi rimasti senza soluzione, e dal Cinerarium, forse, c'è ancora qualcuno che vuole tornare...

Il terzo volume che ho ricevuto è firmato Y Giunti, che non smette mai di deliziare tutti noi Y Ambassador con sorprese e novità allettanti. Il titolo è: "Le emozioni difettose".

Trama:
Aspetto che tutti siano andati a dormire, poi m'infilo le scarpe da ginnastica ed esco. Le file di case che costeggiano la strada sono le pareti di un labirinto da cui sto cercando di uscire. E' come se il mio respiro provenisse da un altro corpo. Ho paura di aprire la bocca e dire qualcosa, perchè potrei mettermi a urlare. Mi sento come se mi avessero tagliato in tanti piccoli pezzi di Kate che sono tutti uguali a me, corrono come me, parlano come me, si comportano come dovrebbero, ma si sono persi in questo labirinto.
Kate Cattiva - che mi sta sempre addosso - dice che il labirinto è sempre stato lì, sono io che adesso riesco a vederlo per la prima volta perchè porto le lenti a contatto.
Kate Buona non fa che dire cose senza senso, è ora di andare a dormire.
Ed infine, il quarto volume della collana "Penelope": Nuda Vita di Daniela Frascati, gentilmente inviatomi dalla casa editrice OkBook che ringrazio!

Trama:
Delfina è una ragazza in coma a seguito di un incidente, chiusa in quello stato che i medici definiscono minimal responsive. Attorno a lei i personaggi che fanno parte della sua esistenza: la madre, donna ingombrante e perfezionista; un padre lontano, mite e un po’ egoista; un fidanzato inconsistente che nasconde una colpa terribile; la fisioterapista; le amiche.
Una girandola di amici e parenti che si affolla sul guscio apparentemente vuoto della protagonista e, nel bene e nel male, porta avanti la sua vita. Eppure ognuno di loro è prima di tutto a se stesso che parla, mettendo a nudo le meschinerie e le paure che stanno a fondamento di ogni relazione, in una rappresentazione della normalità che sconfina pericolosamente con il suo opposto, quella sottile e banale follia del quotidiano in cui è immersa la nostra vita.Fuori Delfina, un succedersi di storie e di colpi di scena. Dentro, l’inquieto vaneggiare di Delfina in attesa del risveglio. Ma se fosse proprio lei a non voler aprire gli occhi?

Secondo voi con quale dovrei iniziare? Voi avete scovato qualcosa di interessante nella vostra cassetta delle lettere?


2 commenti:

  1. begli omaggi!a me interessano molto rot&ruin e iris anche se di iris devo ancora leggere il primo!!^__^

    RispondiElimina
  2. Probabilmente ospiterò di nuovo l'autore di "Iris", Maurizio Temporin, qui sul blog... e spero tanto di riuscire ad organizzarvi una sorpresina!! Ma non vi assicuro ancora nulla!! ;)

    RispondiElimina