domenica 25 settembre 2011

Commenta e vinci una copia di "Starcrossed"!


Pandora, "la ricca di doni", la fanciulla foggiata da Efesto per volere di Zeus che, ingannato da Prometeo, volle con lei dare agli uomini "il male di cui gioiranno". Simile alle dee, adornata da Atena stessa di velo e diadema, Pandora venne offerta a Epimeteo, che la prese nonostante l'avvertimento di Prometeo. Pandora con se portava un vaso colmo di ogni male, comprese le malattie e la morte, che solo da allora colpirono gli uomini. La leggenda narra che gli dei un giorno decisero di punire gli uomini, perché essi erano riusciti a ottenere da Prometeo il dono del fuoco. Per questa ragione venne creata Pandora, una fanciulla bellissima e dotata delle qualità più desiderabili in una donna.Ma oltre a doti come la bellezza, la grazia, l’intelligenza e la capacità di persuasione, Pandora fu munita anche della menzogna, della furbizia e della curiosità. Proprio quest’ultima caratteristica , ancora oggi grande prerogativa femminile, sarebbe diventata la rovina dell’umanità. Zeus, infatti volle che Pandora si recasse sulla terra ma prima che lei partisse le affidò un bellissimo vaso chiuso da un coperchio. La donna non sapeva cosa il vaso contenesse, ma Zeus le proibì con grande severità di aprirlo. Pandora non riuscì a resistere alla curiosità e proprio come Eva infranse il divieto.
Non appena il coperchio del vaso venne sollevato, tutti i mali del mondo ne fuoriuscirono: le peggiori malattie e le più grandi atrocità invasero la terra. Quando tutto il contenuto del vaso fu riversato sugli uomini, Pandora scorse sul fondo un meraviglioso uccellino colorato e si impegnò per non lasciarlo scappare via. Era la Speranza, unica consolazione per l’umanità dilaniata dal dolore. Pandora divenne così custode, nonché simbolo della speranza, la grande forza, l’enorme debolezza…

Questo è il mito che sin da bambina mi ha sempre affascinata... il mito che invece la scrittrice Josephine Angelini ha deciso di regalarci in chiave moderna con il romanzo "Starcrossed" è "Elena di Troia" come vi avevo accennato in questo post.

Titolo: Starcrossed
Autore: Josephine Angelini
Editore: Y Giunti
Pagine: 464
Prezzo copertina: 16.50 €
Data pubblicazione: 7 settembre 2011


Trama:
Helen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell'isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L'episodio si rivela essere qualcosa di più di un mero incidente. Helen teme per la sua salute mentale: ha iniziato ad avere incubi di notte e allucinazioni di giorno. Ogni volta che vede Lucas le appaiono tre donne che piangono lacrime di sangue. Il tentato omicidio porta Helen a scoprire che lei e Lucas non stanno facendo altro che interpretare i ruoli di un'antica tragedia d'amore. Le apparizioni femminili rappresentano infatti le Erinni. Helen, come l'omonima Elena di Troia, è destinata a dare inizio alla guerra a causa della sua relazione con Lucas. I due scoprono sulla loro pelle che i miti non sono leggende. Ma è giusto o sbagliato stare con il ragazzo che si ama se questo significa mettere in pericolo il resto del mondo? Come si sconfigge il destino?



Vi piacerebbe leggere questo romanzo? 
La casa editrice Y Giunti ha deciso di mettere a disposizione una copia ARC (che differisce dall'originale solo per la copertina in brossura, come potrete vedere nelle foto in basso) che uno di voi potrà portare a casa semplicemente raccontando brevemente il mito o la leggenda che più vi affascina ed ovviamente seguendo le semplici regole:

Come partecipare e vincere "Starcrossed":
- Essere Follower (lettore fisso) del Blog;
- Lasciare un commento a questo post raccontando brevemente il mito che più vi affascina e utilizzando lo stesso account con cui siete follower (i commenti anonimi non saranno presi in considerazione per l'estrazione);
- Sostenere l'iniziativa sui vostri blog, forum, facebook, ecc.. inserendo questo banner:


<a href="http://mycaffeletterario.blogspot.com/2011/09/commenta-e-vinci-una-copia-di.html"><img src="http://i1033.photobucket.com/albums/a418/Bulalas/starcrossed.jpg"></a>

Ecco le immagini del libro che potrete aggiudicarvi:



36 commenti:

  1. Partecipo volentieri!Mi affascina il mito di Iside e Osiride.
    I due sposi regnavano felici sull'Egitto. Osiride portò la civiltà agli uomini, insegnò loro come coltivare la terra e produrre il vino e fu molto amato dal popolo. Seth, invidioso del fratello, cospirò per ucciderlo. Egli costruì in segreto una bara preziosa fatta appositamente per il fratello e poi tenne un banchetto, nel quale annunciò che ne avrebbe fatto dono a colui al quale si fosse adattata. Lo scrigno aveva le misure esatte di Osiride. Appena Osiride vi si adagiò dentro il coperchio venne chiuso e sigillato e Seth e i suoi amici gettarono la bara nel Nilo. Cominciarono così le peregrinazioni di Iside alla ricerca del corpo del marito. Durante uno dei suoi viaggi venne a sapere che lo scrigno era giunto a Biblo e si era arenato vicino a un cespuglio che per incanto, si era trasformato in una splendida acacia, racchiudendo nel suo tronco lo scrigno. Il re di Biblo aveva visto 'albero e l'aveva fatto tagliare, ricavandone una colonna per il suo palazzo.
    Iside, giunta a Biblo, tutte le notti si trasformava in rondine e svolazzando intorno alla colonna lanciava gridi strazianti. Allora Iside riuscì a diventare governante del figlioletto del re e ad avere in dono lo scrigno. Apertolo cercò di ridare vita allo sposo, ma invano. Nascose allora la bara a Buto, ma il malvagio Seth trovò la bara del fratello e lacerò il corpo in quattordici pezzi che poi disperse. Iniziò allora la ricerca di Iside delle parti del cadavere dello sposo. Quando Iside lo seppe riprese le sue peregrinazioni finché non riuscì a rintracciare tutte le membra del marito, e una volta ricomposte, agitando le sue ali volse sulla salma un vento vitale ed ecco che il dio riprese a respirare e a muoversi. Il tentativo riuscì però a metà, perchè Osiride ricominciò a regnare ma non più sulla terra, bensì sul "Sito che è oltre l'Occidente", l'oltretomba. Iside ebbe il potere di resuscitare lo sposo in grazia del grande amore che aveva dimostrato per lui e delle fatiche sostenute per ritrovarne il corpo.
    Ho condiviso su twitter:
    http://twitter.com/#!/stellina489

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. sto inseguendo questo libro da davvero tanto tempo!!!! non vedo l'ora di leggerlo !http://www.facebook.com/profile.php?id=100001101279125
    divina5997@live.it
    il mio mito preferito e quello di apollo e dafne! è molto romantico o almeno lo è per me!Il mito di Dafne ha come prologo l'uccisione da parte del dio Apollo del serpente Pitone. Fiero di sé il dio del Sole si vantò della sua impresa con il dio dell'Amore Cupido, schernendolo per il fatto che le sue armi, arco e frecce, non sembravano adatte a lui. Cupido, deciso a vendicarsi, colpì il dio con una freccia d’oro, in grado di far innamorare alla follia dei e mortali della prima persona su cui avessero posato gli occhi dopo il colpo, e la ninfa Dafne, di cui Apollo si era invaghito, con una freccia di piombo che faceva rifuggire l'amore. La ninfa colpita dalla freccia di piombo appena vide Apollo cominciò a fuggire. Apollo iniziò allora ad inseguirla, finché non giunse presso il fiume Peneo, pregando il padre di aiutarla (o secondo altre varianti la ninfa si rivolse alla Terra). Dafne si trasformò così in un albero d’alloro. Il dio, ormai impotente, decise di rendere questa pianta sempreverde e di considerarla a lui sacra e a rappresentare un segno di gloria da porre sul capo dei migliori fra gli uomini, capaci d'imprese esaltanti.

    RispondiElimina
  4. Partecipo volentieri!!Questo libro mi ispira parecchio!!
    Uno dei miei miti preferiti è quello di Persefone:figlia di Zeus e di Demetra, venne rapita da Ade, dio dell'oltretomba, che la portò negli inferi per sposarla ancora fanciulla contro la sua volontà. Una volta negli inferi le venne offerta della frutta, ed ella mangiò senza appetito solo sei semi di melograno.
    Persefone ignorava però il trucco di Ade: chi mangia i frutti degli inferi è costretto a rimanervi per l'eternità.
    La madre, dea dell'agricoltura, che prima di questo episodio procurava agli uomini interi anni di bel tempo e fertilità delle terre, reagì adirata al rapimento impedendo la crescita delle messi, scatenando un duro inverno che sembrava non avere mai fine.
    Con l'intervento di Zeus si giunse ad un accordo, per cui, visto che Persefone non aveva mangiato un frutto intero, sarebbe rimasta nell'oltretomba solo per un numero di mesi equivalente al numero di semi da lei mangiati, potendo così trascorrere con la madre il resto dell'anno.
    Così Persefone avrebbe trascorso sei mesi con il marito negli inferi e sei mesi con la madre sulla terra. Fu così allora che Demetra decretò che nei sei mesi che Persefone fosse stata nel regno dei morti, nel mondo sarebbe calato il freddo e la natura si sarebbe addormentata, dando origine all'autunno e all'inverno, mentre nei restanti sei mesi la terra sarebbe rifiorita, dando origine alla primavera e all'estate.

    Condiviso su: http://twitter.com/#!/paprika88
    mail: stechan88@gmail.com

    RispondiElimina
  5. Beh dai, non vogliamo parlare di Percy Jackson? Quanto adoro quella serie! Penso che un romance su questo argomento sia fantastico.
    Adoro Poseidone, dio del mare e uno degli dei maggiori, è potentissimo, governa il mare, i venti e i cavalli. Ed è pure simpatico, nonostante fosse un po' troppo donnaiolo, ma questa è un'altra storia...

    Condiviso qui http://lamiatribu.blogspot.com/ (banner) e qui http://www.facebook.com/slela.lamiatribu/posts/253088128068018

    RispondiElimina
  6. Partecipo più che volentieri! Il mio mito preferito? Tanti... da piccola adoravo Pollon *_*
    Dico cmq Arianna e Teseo, di cui esistono diverse versioni, tutte purtroppo senza un lieto fine per i due innamorati. Ma il gomitolo di lana donato da Arrianna a Teseo per uccidere il minotauro e tornare da lei, resterà sempre uno di quei simboli che hanno fatto un po' la storia della mitologia!

    Condivido:
    http://leggiamo.splinder.com/

    RispondiElimina
  7. A me piace molto il mito di Amore e Psiche:
    Venere, gelosa della bellezza di Psiche, ordina al figlio di darla in sposa all'ultimo degli uomini. Eros però si innamorò di lei e la portò in una valle incantata. Psiche, contraddicendo l’ordine dello sposo di accettarlo al buio senza mai vederlo, su istigazione delle sorelle, accende un lume e nel vedere Amore lo perde. Per poter ricongiungersi a lui ed essere accettata nell'Olimpo, Venere le infligge quattro prove: 1) Separare dei semi mescolati in un tempo troppo breve. 2) Strappare un ciuffo di lana dorata da un montone feroce. 3) Raccogliere un bicchiere d'acqua dallo Stige. 4) Portare a Venere dall'Ade un vasetto di bellezza.
    In realtà adoro anche la scultura di Canova di Amore e Psiche, è bellissima!! *-*

    ho condiviso:
    https://plus.google.com/106863603940633071531/posts/VdQfZT6tjVN

    http://twitter.com/#!/tortorina89/status/118253180487340032

    http://www.facebook.com/tortorina89/posts/224560137602134

    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3176429

    RispondiElimina
  8. Buongiorno...Questa volta provo a partecipare anch'io...La mitologia mi ha affascinato da sempre e questo libro mi incuriosisce!

    Di miti preferiti ne ho tanti...Un paio li hanno già scritti...Quindi propongo quello di Orfeo ed Euridice:
    Orfeo, Figlio del re di Tracia Eagro e della Musa Calliope, fu il più famoso poeta e musicista mai esistito. Apollo gli donò la lira e le muse gli insegnarono a suonarla. Era talmente bravo che riusciva ad ammansire le belve feroci, ma anche gli alberi ed i sassi restavano incantati dalla sua musica.
    Un giorno, nei pressi di Tempe, nella vallata del fiume Peneo, Euridice incontrò Aristeo che cercò di abusare di lei, la ragazza cercando di sfuggire calpestò un serpente che la morse provocandole la morte. Il coraggioso Orfeo, disperato per la morte della sua amata, decise di scendere nel Tartaro con la speranza di ricondurla sulla terra. Arrivato nell'Oltretomba, non solo riuscì ad incantare Caronte il traghettatore, Cerbero e i tre giudici dei morti con la sua melodiosa e dolce musica, ma fece cessare le torture dei dannati riuscendo anche ad addolcire lo spietato cuore di Ade tanto da convincerlo a restituire Euridice al mondo dei vivi. Ade, però, pose una condizione, che Orfeo, durante l'ascesa del Tartaro non si voltasse indietro e non parlasse finché Euridice non fosse arrivata alla luce del sole.
    Per tutto il viaggio di ritorno la ragazza seguì il suono della lira di Orfeo, ma appena il ragazzo intraviste la luce, si girò per controllare se Euridice fosse con lui e fu cosi che la perse per sempre.

    Condivido sul mio blog di cucina:
    http://incucinaconraffa.blogspot.com/

    ....Un in bocca al lupo a tutti! :)

    RispondiElimina
  9. Scegliere un mito preferito per me è troppo difficile, posso dire però che ho un ricordo bellissimo di una antica parodia greca che ha ispirato tantissime opere moderne: La storia vera di Luciano di Samosata.
    Prende in giro miti, divinità ed eroi dell'antica Grecia, in particolare quelli dell'Odissea. Veramente stupendo, peccato che sia così poco conosciuta!

    Banner sul mio blog: http://myawesomebookshelf.blogspot.com/

    RispondiElimina
  10. avrei raccontato il mito di Pandora ma non mi sembra il caso xD
    parlerò della storia di Ercole, uomo nelle cui vene scorreva sangue divino. essendo frutto e prova vivente dell'infedeltà di Zeus, Era lo aveva particolarmente in odio tanto che gli mandò nella culla due serpenti per ucciderlo. Le doti di Ercole non tardano a farsi evidenti, difatti grazie alla sua forza fuori dal comune riesce a uscire indenne dall'attacco. crescendo si conquistò fama e onori e grazie alle sue gesta ottenne in sposa la principessa tebana Megara da cui ebbe anche diversi figli.
    a seguito di un attacco di pazzia causatogli da Era, Ercole sterminò la propria famiglia. per liberarsi dal tormento del suo gesto pensò di suicidarsi, ma fu persuaso a chiedere consiglio all'oracolo di delfi. fu così che Ercole divenne servo del sovrano di Micene e questi, indotto da Era, gli impose 12 fatiche da sostenere.
    la vita terrena cessa per mano propria quando, spinto dal dolore causatogli dalla tunica intinsa nel veleno, si getterà in un rogo acceso per suo comando.
    Zeus raccolse il suo corpo e lo portò all'Olimpo dove si riconciliò con Era e sposò Ebe.

    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=195926097145414&id=1830120799

    RispondiElimina
  11. Inseguo questo libro ovunque! Mi attira tantissimo!
    Il mito greco che preferisco,anche se non si puù definire affatto di carattere fantastico, è quello della Biga Alata raccontato da Platone. E' un mito semplice, quasi elementare, ma molto utile per riflettere sul fatto che nell'animo umano albergano il bene e il male, e,con precisione,tre principi:razionale,concupiscibile e irascibile!
    La mia mail:delvecchiomichele_@libero.it
    Ho condiviso qui:https://www.facebook.com/pages/-%D0%BCu%CF%83ic-%E2%84%93y%D1%8Fics-/124210884266455
    https://www.facebook.com/michele.delvecchio1

    RispondiElimina
  12. Il mio mito personale è sempre stato L'Odissea.. Il viaggio senza meta intrapreso forzatamente da Ulisse mi ha sempre affascinata, inoltre mi piace la figura di Penelope che aspetta instancabile il suo amore!

    Ho condiviso:
    https://www.facebook.com/profile.php?id=1297534692
    http://twitter.com/#!/DedeWeiss
    https://mail.google.com/mail/#buzz

    RispondiElimina
  13. Il mio mito preferito? Era Nettuno *_* E adoro anche le sirene :D Starcrossed sembra il mio libro perfetto *_* Spero davvero di vincerlo :D Che posso dire di più.. Niente, so già che l'adorerò :D Ho condiviso qui:
    https://www.facebook.com/mikelevitale95

    e messo il bannerino qui:
    https://www.facebook.com/jataylorloveja?sk=app_10442206389

    A presto :D
    taylorlove@live.it

    RispondiElimina
  14. Ciao,
    mi piacerebbe leggere molto questo libro!
    mi piace la mitologia, soprattutto quella greca e nordica.
    mi piace molto la storia di Pandora, soprattutto perché in fondo c'è sempre la speranza!
    ecco la storia:
    Pandora non potendo più resistere alla curiosità, aprì il misterioso vaso: subito ne uscì un turbine nero che invase la stanza e si sparse per tutti i paesi. In quel vaso c’erano i dolori, i vizi, i rancori e tutti i mali che gli uomini primitivi ancora non conoscevano. Pandora stava per chiudere il vaso ormai vuoto, quando vide che sul fondo restava ancora qualcosa, che Zeus aveva lasciato agli uomini perché potessero sopravvivere: era la speranza.

    RispondiElimina
  15. Da amante del mondo classico in genere, non posso non partecipare! A dir la verità questo miscuglio fra mitologia e fantasy mi sembra un pò azzardato, troppo coraggioso per i miei gusti..tento,in modo da aver la possibilità di poter esprimere un mio parere in proposito fra qualche tempo :)
    Per quanto riguarda il mito,mi piacerebbe farvi conoscere un'opera del poeta greco Stesicoro basata proprio sul personaggio di Elena di Troia.
    L'opera trattava la sua storia secondo la versione più nota, quella cioè che richiamava Omero dipingendola dunque come un'adultera e come causa della lunga e sanguinosa guerra di Troia.

    Secondo una tenace tradizione biografica Stesicoro sarebbe stato colpito da cecità, apprendendo che la causa della sua menomazione fosse il risentimento di Elena nell'essere stata ingiustamente accusata di adulterio. Convinto di ciò compose una prima palinodia dove raccontava come Elena e Paride avessero viaggiato insieme fino in Egitto, dove poi la donna sarebbe stata sottratta con l'inganno dal re del posto Proteo e a Troia sarebbe giunta solo un'immagine della fanciulla.Secondo la leggenda dopo questa composizione Stesicoro riacquistò la vista. Egli divenne famoso per la nuova versione del personaggio di Elena e per l'introduzione di un eidolon che si assumeva in pratica tutte le colpe attribuite fino a quel momento ad Elena stessa.
    Ho condiviso qui:https://www.facebook.com/pages/-%D0%BCu%CF%83ic-%E2%84%93y%D1%8Fics-/124210884266455
    La mia mail:corraromaria@libero.it

    RispondiElimina
  16. partecipo molto volentieri, mi piace questo romanzo xk è diverso dal solito.. e poi sono curiosa di leggere un libro che tratta della mitologia..

    RispondiElimina
  17. Ciao, anchio vorrei partecipare a questo giveaway. Trovo molto bello il 'mito' dell'Iliade, incentrato soprattutto su Achille. Egli è un semidio, figlio della ninfa Teti e del mortale Peleo, campione degli Achei nela battaglia contro Troia. Per l'offesa subita da parte del comandante acheo, Agamennone, decide di lasciare la guerra determinando l'inevitabile sconfitta greca. Patroclo, fedele amico e compagno di battaglia, visto che non riesce a convincere Achille a ritornare a combattere, chiede e ottiene di indossare la sua armatura, e quindi prendere il suo posto. Inizialmente ciò inganna entrambi gli eserciti e infonde nuova speranza agli Achei. Tuttavia, ciò non dura molto perchè Patroclo viene colpito e ucciso dal troiano Ettore, svelando così la sua identità. Achile, acceccato dall'odio e dal desiderio di vendetta, vuol vendicare la morte dell'amico ritornando a combattere e bruciando sul rogo in sua memoria ben 33 soldati troiani presi a caso. A me piace e affascina, per quanto possa sembrare brutale, proprio quest'ultima parte.

    HO CONDIVISO SU:
    http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=100001221557826

    http://welcometobookland.blogspot.com/

    katia860@hotmail.it

    RispondiElimina
  18. Si è discusso parecchio di questo libro e vorrei poterne esprimere anche io il parere , spero perciò di poterlo vincere!:) Il mito che mi ha sempre affascinata è stato quello di persefone!

    mail:bunny1989@libero.it
    condivido su:
    http://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=http%3A%2F%2Fmycaffeletterario.blogspot.com%2F2011%2F09%2Fcommenta-e-vinci-una-copia-di.html%23.ToD7SvAxT3E.facebook

    http://www.blogger.com/blog-this.g?t=+Pandora,+%22la+ricca+di+doni%22,+la+fanciulla+foggiata+da+Efesto+per+volere+di+Zeus+che,+ingannato+da+Prometeo,+volle+con+lei+dare+agli+uomini+...&u=http://mycaffeletterario.blogspot.com/2011/09/commenta-e-vinci-una-copia-di.html?spref%3Dbl&n=My+Caff%C3%A8+Letterario:+Commenta+e+vinci+una+copia+di+%22Starcrossed%22!

    RispondiElimina
  19. wow, belli i miti e le leggende!! *.*


    Io credo che questo genere di storie non possano non affascinare, perkè nn solo narrando di personaggi , posti e momenti indefiniti, fantastici e affascinanti, ma anche perchè in fondo "ci dicono qualcosa di noi", dei nostri pensieri e desideri più profondi e inconfessabili.

    Non so se vada bene ugualmente, ma una storia che mi piace molto (non è un mito greco...)- forse perchè cantata da un artista che adoro - è la leggenda di Misurina e Sorapis.
    Eccola:

    Viveva una volta un re che governava un largo tratto di territorio compreso tra le Tofane, l'Antelao, le Marmarole e le Tre Cime di Lavaredo. Era un uomo di statura gigantesca, rimasto vedovo, con una bimba cui era stato imposto il nome di Misurina. Questa aveva ormai compiuto otto anni, ma era rimasta talmente piccola che stava comodamente seduta sul palmo della mano del suo gigantesco papà. Era tanto bellina, ma anke dispettosa e capricciosa. Combinava guai a non finire, faceva dispetti a tutti coloro che andavano alla corte. E malgrado tutte le lamentele che gli giungevano, il re, accecato dall'amore per la figlioletta, sempre e comunque la scusava. E più cresceva, più dispettosa ed impertinente diventava e mai che il buon Soràpis (così si chiamava il re) osasse rimproverarla. Ora avvenne che un giorno, chissà come, Misurina venne a sapere che la fata che abitava il monte Cristallo possedeva uno specchio magico: bastava che qualcuno vi si specchiasse per potergli leggere persino i suoi pensieri. la bimba supplicò e pestò i piedi per terra per entrare in possesso di quello specchio meraviglioso, a qualunque prezzo. Il vecchio Soràpis si recö dalla fata - ke possedeva un bel giardino - per soddisfare il desiderio della sua bambina. Quella, impietosita dalle lacrime e dall'insistenza del padre, accondiscese a cedergli lo specchio ad un solo patto : ke Soràpis accettasse di essere trasformato in una montagna la cui ombra avrebbe protetto giardino e fiori e Misurina avrebbe avuto lo specchio. Il re implorò, si disperò, pianse perfino, ma la fata fu irremovibile. L'unica cosa da fare e da sperare era che Misurina, di fronte a tale richiesta, rinunciasse al suo desiderio. La fata, pertanto, consegnò al re lo specchio fatato... Rientrato nella sua reggia, nel consegnare lo specchio alla figlia, Soràpis le disse dell'unica sola condizione imposta. Cosa credete abbia fatto Misurina? Tenendo ben stretto l'oggetto dei suoi desideri, comodamente seduta sul palmo della mano del padre, esclamò: Ooohh, che bello ! Sarebbe proprio bello che tu diventassi una montagna! Pensa un pò quante capriole potrei fare lungo i tuoi pendii, potrei ricercare funghi e mirtilli, risposarmi all'ombra dei tuoi alberi . . . ! " Ma, mentre pronunciava queste parole, non si accorse che suo padre diventava più grande, sempre più grande. Si gonfiava, la sua pelle cambiava colore, i suoi capelli diventavano alberi, le rughe del suo volto burroni e crepacci... Ad un tratto la bambina, distogliendo lo sguardo dallo specchio, volse il suo sguardo all'ingiù... si vide tanto in alto, fu presa da un capogiro e precipitò. Soràpis, ormai montagna, ma con gli occhi ancora aperti, vide tutto e pianse. Le sue lacrime formarono due rivoli che ai suoi piedi un piccolo lago, appunto formarono l'attuale lago di Misurina, sovrastato dal monte Soràpis. E dello specchio cosa accadde ? Lo specchio, urtando sulle rocce, si ruppe... ma i suoi frammenti sono ancora visibili. Dove ? Ma nei meravigliosi riflessi delle acque di questo piccolo laghetto alpino, riflessi di tutti i colori... come "di tutti i colori" sono i pensieri delle persone.

    :)

    Ecco, a me piace molto questa storia...

    Spero di essere fortunata stavolta, visto ke nn capita mai :(

    miei blog

    http://chicchidipensieri.blogspot.com/

    http://sorapis79.iobloggo.com/

    mio profilo FB http://www.facebook.com/profile.php?id=100000730786540

    https://twitter.com/Stellangy

    email angyarmy@hotmail.it

    Angela

    RispondiElimina
  20. Amo molto leggere di miti e leggende antiche e anche delle interpretazioni in chiave più moderna e/o romanzate.

    Uno dei miti che adoro è quella di Amaterasu e Susanoo:
    Amaterasu (Dea del Sole), prima figlia di Izanagi, che nacque dal suo occhio sinistro mentre questi stava purificando sé stesso in un fiume dopo la sua visita al mondo sotterraneo. Izanagi le affidò il governo delle Alte Pianure Celestiali ed il gioiello Mikuratana no Kami. Un antico racconto narra di una discussione con il suo indisciplinato fratello, il dio della tempesta Susanoo, questi distrusse gli argini delle risaie piantate da Amaterasu e ne ostruì i fossati. Amaterasu ne fu così imbarazzata da ritirarsi nella caverna Ama-no-Iwato, facendo precipitare il mondo nell'oscurità.

    Le altre divinità la pregarono di uscire fuori, ma senza successo. Quindi la dea Ama-no-Uzume ebbe un'idea: appese uno specchio ad un albero vicino ed organizzò una festa, esibendosi in una danza erotica di fronte alla caverna. Fece ridere talmente tanto gli altri Dei da incuriosire Amaterasu e spingerla a sbirciare fuori. Vedere il proprio riflesso nello specchio la stupì talmente che gli altri Dei riuscirono a tirarla fuori dalla caverna e a convincerla a ritornare in cielo.


    Condivido il banner sul mio blog:
    http://auctor-insaziabile.blogspot.com/

    My e-mail:
    arianhelden@gmail.com

    RispondiElimina
  21. Che bellissimo giveaway!!
    La trama di questo libro mi incuriosisce molto.
    Penso che la rivisitazione in chiave moderna della storia di Elena di Troia sia un'idea davvero interessante ed originale, inoltre ne sento parlare da mesi quindi vorrei davvero leggerlo!
    Ho condiviso su fb:
    https://www.facebook.com/profile.php?id=1425619997

    RispondiElimina
  22. La trama certamente attira.
    Una tragedia d'amore ed una rivisitazione dell'Iliade.
    Spero davvero di trovare qualcosa di nuovo e non temi ricorrenti di altri libri.
    La copertina mi piace molto.

    http://twitter.com/#!/micia18/status/119068466903912448

    sidebar blog http://parlarescrivendo.blogspot.com/

    RispondiElimina
  23. libro interessante, decisamente diverso dai soliti libri! Bella sia la copertina che la trama, spero di avere la possibilità di vincere questo giveaway e leggere questa bella storia di amore e di avventura! :) Il mito che più mi piace è quello dell'intramontabile Amore e Psiche.
    Nella vicenda narrata da Apuleio, Psiche, mortale dalla bellezza eguale a Venere, diventa sposa di Amore senza tuttavia sapere chi sia il marito, dato che le si presenta solo nell'oscurità della notte. Scoperta l'identità di Amore, a causa delle invidiose sorelle che la convincono a spiare il suo volto, è costretta, prima di potere ricongiungersi al suo divino consorte, a effettuare una serie di prove, al termine delle quali otterrà l'immortalità. Ho condiviso sul mio profilo face: http://www.facebook.com/profile.php?id=1643033982

    RispondiElimina
  24. Vorrei tanto leggere questo libro!
    Il mio mito preferito è quello di Minotauro nel labirinto, ucciso da Perseo con l'aiuto della povera Arianna che sarà poi abbandonata dall'eroe.
    condiviso:
    http://www.facebook.com/#!/federica.dequino
    http://www.facebook.com/pages/Concorsi-e-Giveaway/146881062020078?ref=ts
    mail: federica.dequino@libero.it
    ciau
    Fede

    RispondiElimina
  25. che bello! un libro sulla mitologia greca! **
    spero di vincerlo
    il mio mito preferito è quello di apollo, che trasforma il povero giacinto morente in un fiore (una specie di giglio precisamente) XD

    http://www.facebook.com/profile.php?id=100001940184389&sk=wall

    RispondiElimina
  26. La copertina è fantastica ! L'originalità di creare un libro tratto dalla mitologia è qualcosa di unico e raro ! Credo proprio valga la pena leggere un libro fuori dal comune :)

    condivido qui:
    http://twitter.com/#!/FabianaIntoccia
    https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=122768371159100&id=320327560974
    http://binaswonderland.blogspot.com/

    email: fabina@hotmail.it

    RispondiElimina
  27. mi piace Starcrossed ... mi piacerebbe rievocare attraverlo le pagine di un libro miti che il tempo può aver cancellato.
    mi piaceva molto la mitologia. non ne ho uno preferito. il mito che mi affascina di più potrebbe essere quello di Pentesilea
    che fu regina delle Amazzoni in Scizia. era una fanciulla bellissima che fu richiamata da Priamo nel decimo anno del conflitto troiano, a seguito della morte di Ettore, per respingere le file achee. Pentesilea portò scompiglio tra le orde nemiche, ma fu colpita a morte da Achille. Secondo alcuni autori, quando Pentesilea si scontrò con Achille ebbe la meglio e lo uccise con la sua lancia ma Teti, la madre dell'eroe, supplicò Zeus di fare un prodigio sul cadavere del figlio e così il padre degli dei gli ridiede la vita.
    spero di essere più fortunata ...

    RispondiElimina
  28. Nick follower. catymariposina
    dico Medusa,quando sono amareggiata dal comportamento di tanti esseri umani che mi gravitano intorno vorrei essere propro come lei,poter pietrificare tutti coloro che mi guardano (questo accade nei mommenti in cui la mia misantropia tocca punte massime,ma non vi preoccupate poi ritorno normale)
    email maison-@hotmail.it
    post sulla sidebar:
    http://papaverierose.blogspot.com/
    dove vi sono i giveaway di ottobre
    condiviso su fb
    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=146391122124648&id=100001275778016
    Un saluto!!

    RispondiElimina
  29. Il mito che adoro da sempre è quello di Eros e Psiche.
    La figlia più bella del re acrificata ad un mostro...un amante notturno che non si vuole rivelare...finchè una calda goccia d'olio rompe l'incantesimo rivelando l'identità di Eros a Psiche...le mille avventure che dovrà affrontare la ragazza, così umana nela sua curiosità, per ritrovare il suo amore....Bello!!!

    Condivido:
    http://www.romance-e-non-solo.blogspot.com/

    RispondiElimina
  30. adoro la mitologia...
    per questo motivo ci terrei molto a vincere questo libro.
    il mio preferito è amore e psyche, proprio 3 settinane fa ho visto la celebre statua al Louvre ed è stata molto emozionante...
    e poi si dice che la curiosità è donna :-)))

    incorcio le dita
    xxx

    RispondiElimina
  31. partecipo volentieri.. :) la mitologia mi affascina da sempre.. ^^ il più bello secondo me è quello dell'Odissea.. Ulisse che parte per il suo viaggio e Penelope che rimane ad aspettarlo per tutti quegli anni.. *-* inutile dirlo.. sono un'inguaribile romanticona.. xD
    condivido su fb:
    http://www.facebook.com/profile.php?id=1360721535

    RispondiElimina
  32. Amo la mitologia greca e il mio mito preferito è quello di Armonia figlia di Ares e Afrodite, moglie di Cadmo, ebbe come dono nuziale una collana e una veste che portavano sfortuna a chi le indossava. Il motivo di ciò era l'odio suscitato verso Armonia dal fatto di essere nata da un amore illecito di Afrodite con Ares. Ebbero 4 figlie. Queste furono tutte sfortunate. Alla loro morte Cadmo e Armonia furono mutati in dragoni e vissero così nei Campi Elisi.

    Condiviso su
    http://twitter.com/#!/martina818/status/123048902550233089

    RispondiElimina
  33. Adoro il mito di Amore e Psiche.
    E' così romantico e finisce pure bene!
    (In più leggendolo si può notare quanto Afrodite sia invidiosa e gelosa, nonostante non debba temere rivali ...ma mi sta simpatica lo stesso xD)...

    Condiviso su facebook: http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=216374875096470&id=100003008142351

    RispondiElimina
  34. sono ancora in tempo per partecipare? cercavo maggiori info su questo libro e ho scoperto questo candy nonchè il tuo blog. Adoro i miti greci, purtroppo per il percorso scolastico seguito li ho realmente conosicuti solo all'università....se proprio dovessi sceglierne uno forse punterei su amore e psiche. ti linko sul mio blog

    RispondiElimina
  35. Ciao bella... io cercavo proprio info su questo libro (vorrei comprarlo) e sono capitata da te :-)! metto subito il bannerino sul mio blog ;-)... Mi intriga moltissimo la copertina, poi io amo i miti greci, da sempre, fin dal liceo ero assolutamente fissata... Che altro dire, spero proprio di vincerlo, perché ho una wishlist troppo lunga ed eliminare qualche titolo farò bene alle mie - già disastrate - finanze!!! Spero di non essere stata troppo penosa ;-)! un bacione

    RispondiElimina
  36. Giveaway chiuso! Tra pochi minuti l'estrazione!! ;)

    RispondiElimina