mercoledì 3 agosto 2011

New entries in my library (34)

Ed eccomi ad un nuovo appuntamento con la rubrica New entry in my Library che ormai tutti conoscete ma che ricordo non è una rubrica periodica ma un appuntamento nato per presentarvi i nuovi titoli di cui presto troverete le recensioni qui sul blog... e di cui ovviamente voglio sapere che ne pensate!




Per il primo libro (di cui sono letteralmente entusiasta) ringrazio di cuore la disponibilissima Fazi Editore che mi ha inviato il secondo capitolo della saga "Black Friars": L'Ordine della Chiave.




Trama:
Avventura, cappa e spada; una storia d'amore passionale e tempestosa; storie di spiriti e demoni, vicende di antiche famiglie regnanti, giovani principi e figli di re; atmosfere medievali, ancestrali e cupe. Ma anche storie vere, sotto il velo nero della narrazione.Uno scenario intriso di suggestioni che riecheggiano fra i vicoli di una città affollata di esseri pericolosi e irresistibili, per i quali l’autrice si è ispirata ai fatti e ai luoghi dell’Italia dai suoi albori al mondo contemporaneo. Una società inquietante, rischiarata dalla luce flebile delle candele, dove imperversano sette e confraternite che contaminano l'aria con il loro influsso malefico. Questo il mondo che Eloise Weiss si trovava ad affrontare ne L'ordine della spada: ma dov'è che tutto ha inizio? Axel Vandemberg, giovane erede al trono di Aldenor, non è altro che una matricola il cui sogno è diventare un giorno Duca dell'Ordine della Chiave, conquistando prestigio e rispetto. Ma la carica è ricoperta da Rafael Valance, sul quale all'improvviso ricadono i sospetti per l'omicidio della fidanzata Emelyn. Il primo assassinio di una lunga serie. Storie dell’orrore prima di andare a dormire. Storie che si raccontano ai bambini, storie malvagie con un fondo di verità. Virginia de Winter riporta in vita il lato oscuro delle favole, la loro grottesca bellezza e l’ancestrale terrore che sono capaci di suscitare.
--------------------------------------------------

Per il secondo libro ringrazio la simpaticissima autrice Rossella Martielli che mi ha omaggiata di una copia del suo libro d'esordio: In ricordo di noi

Trama:
Alice ha vent’anni, vive con la madre e nei momenti migliori si sente una ragazza come tante: una vita di provincia, pochissimi amici, un lavoro part-time, l’università e un fidanzato non troppo innamorato. I momenti peggiori sono quelli dell’ansia, delle crisi depressive e della paura di non riuscire più a reggere il senso d’inadeguatezza che si porta dietro da sempre. Tutto scorre come al solito fino a quando strani incubi iniziano a sconvolgerle le notti e il misterioso ragazzo dagli occhi blu comparso in sogno inizia a frequentare le sue stesse lezioni. Nell’istante in cui i suoi occhi incrociano quelli di Alex, un inconscio presagio la avverte che qualcosa di brutto sta per accadere nella sua vita. In un crescendo di angoscia, che come una marea si ritrae soltanto per tornare più forte di prima, inizia a vivere una vita parallela nei sogni, una vita fatta di oscure visioni di morte e irragionevole amore. Complici un misterioso libro venuto dal passato, un’inquietante leggenda e un’antica fontana dalle acque color sangue, realtà e sogno s’intrecceranno sempre più indissolubilmente fino all’invitabile epilogo, quando la morte restituirà un senso a ogni cosa.
--------------------------------------------------

Ed infine un grazie a Massimo Cortese che mi ha inviato il libro che conclude la "Trilogia della Speranza": Un'opera dalle molte pretese.

Trama:
Ci ha fatto sorridere con «Candidato al Consiglio d'Istituto». Ci ha fatto piangere con «Non dobbiamo perderci d'animo». Ma «Un'opera dalle molte pretese» richiede una riflessione personale. Con questa terza opera si conclude la Trilogia della Speranza. Poi si vedrà.




--------------------------------------------------
Per questo appuntamento con la rubrica è tutto. Voi avete fatto acquisti interessanti? 

4 commenti:

  1. Presto - e quando dico presto intendo entro il fine settimana (speriamo) - l'attesissimo prequel, "Black Friars. L'ordine della chiave" sarà nelle mie sgraziate mani.

    Per quanto riguarda "In ricordo di noi", ho avuto già il piacere di leggerlo... Sara, sarà un'ottima lettura.

    RispondiElimina
  2. Ho letto la tua recensione di "In ricordo di noi" e devo ammettere che ne sono parecchio incuriosita!
    Di Black Friars devo ancora leggere il primo capitolo... mi sa che appena riesco faccio una bella immersione nel mondo di Virginia e li leggo entrambi (così avrò anche una visione più completa della storia!)

    RispondiElimina
  3. "Black Friars" mi ha subito incantata dalle prime pagine messe online da Virginia, e non vedo l'ora di leggerlo.
    "In ricordo di noi", l'ho scoperto or ora sul tuo Blog. Misterioso e un pò inquietante, penso che mi piacerebbe.
    Per "Un'opera dalle molte pretese" posso dire che va letto. Anzi, va letta tutta la Trilogia della speranza. Io ho letto tutti e tre i libri d'un fiato. Ironici, sarcastici ma molto riflessivi. Ho apprezzato molto lo stile di Massimo Cortese e li consiglio!
    Buona lettura!

    RispondiElimina
  4. Grazie per i consigli Stefania! "In ricordo di noi" è il romanzo d'esordio di una giovane ragazza... non l'ho ancora iniziato ma la trama (e soprattutto gli elementi fantasy)promette davvero bene! Vi farò sapere presto!

    RispondiElimina