lunedì 18 luglio 2011

Recensione: "Ti giro intorno" di Sarah Dessen

Nonostante le letture si siano un pò rallentate perché devo ammettere che in questo periodo mi sto concedendo un bel pò di vacanze al mare, non voglio lasciarvi a corto di recensioni e spunti per acquistare qualche nuova e rilassante lettura. Oggi vi parlerò infatti di un romanzo pubblicato da Mondadori a marzo 2011: "Ti giro intorno". Romanzo per ragazzi, autoconclusivo, di Sarah Dessen.


Titolo: Ti giro intorno
Autore: Sarah Dessen
Editore: Mondadori
Collana: Shout
Prezzo copertina: 16,00 €
Pagine: 372

Trama:
Andare in bicicletta è solo una delle tante cose che Auden si è persa nella vita. Figlia perfetta, studentessa modello, dal divorzio dei suoi genitori è diventata insonne e si è rifugiata nella solitudine delle letture, rinunciando a fare le piccole grandi esperienze che rendono l'adolescenza un periodo unico e irripetibile. È la decisione di Auden di trascorrere le vacanze estive a casa del padre scrittore a sconvolgere il suo mondo solitario. Qui Auden conosce Maggie, Leah ed Esther e scopre l'amicizia, fatta di chiacchiere e uscite, di segreti e confidenze. Ma sarà l'incontro con il taciturno Eli, ex campione di ciclismo acrobatico segnato da un tragico evento, a cambiare tutto.
Nelle lunghe notti d'estate, Eli fa provare a Auden tutto ciò di cui si è privata fino a quel momento, e insieme cercano un modo per lasciarsi alle spalle il passato.


Recensione.
Auden: 20 anni, intelligente, carina, studiosa, figlia modello... sola. Una ragazza semplice, acqua e sapone, che vive le sue giornate nella solitudine della sua camera e trascorre le notti a bere caffè in un bar poco frequentato. Una ragazza che non flirta con i ragazzi, che non chiacchiera con le amiche di pettegolezzi e conquiste, che non indossa nulla di rosa o di femminile... una ragazza che non ha vissuto i suoi vent'anni come avrebbe dovuto per colpa dei genitori e del loro divorzio. Il padre: scrittore convinto che lavora al suo libro praticamente da una vita, padre poco presente, risposato con una donna di 26 anni. La madre: femminista estrema tanto da odiare accessori, vestiti, trucchi, e tutto ciò che è femminilità, insegnante e giornalista di notevole successo che trascorre le serate con i laureandi.
Un quadretto familiare che influenza completamente la vita di Auden, abituata sin da piccola ad essere "grande", abituata a dare il massimo nello studio per non deludere la madre, abituata a perdersi tutto quello che c'è di bello nella vita... fino all'estate dei suoi vent'anni. Un'estate per recuperare tutto quello che si era persa, un'estate per diventare una persona nuova, un'estate per capire qual'è il suo posto nel mondo.

Un romanzo fresco, pulito ed estremamente scorrevole che racconta un semplice stralcio di vita quotidiana rendendo così inevitabile il coinvolgimento. Una storia per ragazzi raccontata da Sarah Dessen in modo frizzante e con uno stile poco impegnativo, il che rende il libro accessibile e apprezzabile dal giovane pubblico a cui è rivolto. 
A parer mio è perfetto per le ragazze di 13/14 anni che amano sognare ed emozionarsi con una bella storia!
"Ti giro intorno" è quindi una lettura rilassante ed emozionante e soprattutto perfetta per l'estate e in particola modo per i giovanissimi. 

Della stessa autrice:

                  

6 commenti:

  1. L'ho preso a metà prezzo al Salone del libro a Torino e l'ho letto tutto d'un fiato durante il ritorno in aereo: sono completamente d'accordo con la tua recensione!
    Ho preso anche Ti dedico una canzone, e mi sa che lo leggerò in vacanza :)

    RispondiElimina
  2. Bhé lo stile di Sarah Dessen sembra fatto apposta per esser letto durante le vacanze mentre ci si rilassa!
    Fammi sapere se "Ti dedico una canzone" è bello!! ;)

    RispondiElimina
  3. Grazie per questa recensione, sembra interessante, nonostante sia per i più giovanissimi. ^^
    E già che ci sono ti prelevo il banner. ;)

    RispondiElimina
  4. Grazie a te Deb! Passo a prelevare anch'io il tuo banner! ;)

    RispondiElimina
  5. e molto bello questo libro,solo che ci sono certe parolaccie che proprio!!!

    RispondiElimina
  6. @Anonimo: Parolacce??? E' passato un pò di tempo da quando l'ho letto ma sinceramente non ricordo nemmeno una parolaccia,è un libro estremamente delicato e leggero, non c'è nemmeno una situazione un pò più violenta immaginiamo parolacce. Forse avrai sbagliato libro, ti sarai confuso/a!

    Qualcuno che magari l'ha letto più di recente può confermare? ;)

    RispondiElimina