domenica 3 luglio 2011

New entries in my library (31)

Appuntamento estivo della rubrica New Entry in My Library... rubrica che, come sempre ricordo, nasce con l'intento di condividere con voi i nuovi libri che entrano a far parte della mia libreria e di cui presto troverete le recensioni sul blog.


Ringrazio di cuore la casa editrice OkBook per avermi omaggiata di due libri che saranno disponibili dal 5 luglio 2011: "Io sono Max" e "Chi di noi due"



Trama:
I dolori e gli amori della giovane Max. Inquieta, testarda, bellissima. Lasciata da Lili dopo otto anni, così all’improvviso, una mattina di gennaio: come puoi farmi questo per una che conosci da tre giorni? Corse, rincorse, morsi e affanni, la vita che sprofonda e Max che non si rassegna. Fino all’arrivo di Leo, il fuoco nei capelli e un uomo per compagno. Un’altra ventata d’amore, l’illusione che tutto possa ricominciare e la paura che tutto possa franare di nuovo. Un romanzo che è come la sua protagonista: un terremoto di sentimenti e di ironia.

---------------------------------------------------


Trama:
C’era un ragazzo chiamato Michele, come l’arcangelo, nato senza il mignolo del piede e soprannominato per questo l’Incompleto. Era cresciuto con suo nonno a Villa Paradiso e da grande voleva fare il poeta viaggiatore. C’era poi Iris la matta, quella che parlava con gli angeli e che Michele, da bravo eroe, voleva liberare e portare con sé. Iris viveva a Villa Paradiso. Rosetta la sarta, mamma di Michele, aveva una certa abitudine: cuciva, cuciva, ma non levava mai il filo dell’imbastitura, un po’ come se lasciasse le cose a metà. Rosetta era sposata con Giovanni, un uomo grezzo come il sale che scavava. Giovanni voleva che Michele facesse il giudice. Non avrebbe mai capito suo figlio. Il nonno di Michele non si arrabbiava mai e aveva tanta pazienza, quella pazienza che nasce in chi ha a che fare con la natura, perché sa che per ogni cosa ci vuole il suo tempo. Non si può dare fretta a un fiore. Villa Paradiso accoglieva anche il nonno. Strano nome per un manicomio.

---------------------------------------------------

Ringrazio poi Massimo Cortese che è stato così gentile da inviarmi i due libri scritti da lui: "Candidato al consiglio d'Istituto" e "Non dobbiamo perderci d'animo"

Trama:
Un racconto breve, una sorta di monologo interiore in presa diretta sostenuto dalle riflessioni del protagonista: un padre che ha a cuore l'educazione della figlia. Cronaca vivida di una vicenda grottesca che si spinge quasi oltre il limite sopportabile della normalità, e che sconfina a ruota libera nella realtà che si è costretti a vivere ogni giorno.


---------------------------------------------------

Trama:
Proseguendo l'avventura letteraria iniziata con "Candidato al consiglio d'istituto", in questa raccolta l'autore si racconta: ne esce fuori un'opera che passa in rassegna l'Italia di ieri e quella di oggi. Il motivo conduttore è la speranza, che non deve mai mancare, neppure nei momenti più difficili.



---------------------------------------------------

Voi che mi dite? Avete acquistato qualcosa di bello in questo periodo? Cosa state leggendo di interessante?

3 commenti:

  1. Io sto leggendo contemporaneamente IL CLUB DEI SUICIDI di Borris (in realtà domani lo finisco) e ALTERRA di Chattam. ^^

    RispondiElimina
  2. "Alterra" ce l'ho anch'io da un pò ma non mi sono ancora decisa a leggerlo! "Il club dei suicidi" dovrebbe arrivarmi a giorni... te come lo stai trovando? Verrò comunque a leggere la tua recensione! ;)

    RispondiElimina
  3. L'ho trovato davvero un ottimo romanzo, Sara. La mia recensione saprà dirti di più. ;)
    Poi fammi sapere anche te cosa ne pensi, dopo che lo avrai letto. :)

    RispondiElimina