domenica 10 aprile 2011

Recensione: "Io sono il lupo" di Stephen Cole

Il primo episodio di una nuova saga urban fantasy, una trilogia young adult approdata in Italia grazie alla casa editrice Newton Compton. Una trilogia incentrata su una figura fantastica e mitologia che nella letteratura moderna fatica a farsi spazio rimanendo spesso nell'ombra della più "commercializzata" figura del vampiro: i Licantropi! Il titolo originale della trilogia di cui fa parte questo primo capitolo è The Wareling e comprende: Io sono il lupo - Prey (Preda) - Resurrection (Resurrezione) .

Titolo: Io sono il lupo
Autore: Stephen Cole
Editore: Newton Compton
Prezzo copertina: 6,90 €
Pagine: 215

Trama:
Kate Folan vorrebbe soltanto essere una ragazza normale, ma sa che non è possibile. La sua è una famiglia di licantropi e, una volta giunta alla maggiore età, anche lei dovrà trasformarsi in un lupo. Sua madre le ha persino scelto un compagno, Tom Anderson, affinché generino l’erede supremo della sanguinosa dinastia dei mannari. Tom, però, è diverso dagli altri: è stato da poco tramutato contro la sua volontà in un licantropo, e certamente non vuole diventare un mostro. Non sa che farsene dei suoi nuovi super-poteri, e vuole solo ritornare alla sua vita di tutti i giorni. Lui e Kate decidono quindi di ribellarsi al diabolico piano della famiglia Folan e scappano. Ma, nonostante provino a reprimere le loro emozioni, non possono resistere all’attrazione reciproca: il loro disperato viaggio per mettersi in salvo diventa così un’avventurosa fuga d’amore...


Recensione.

Riflettori accesi su l'inquietante figura mitologica e folcloristica su cui sono nate numerose leggende e altrettanti miti già nella prima età del bronzo: i Licantropi. Scelta ammirevole quella dello scrittore Stephen Cole che ha scelto di incentrare la sua trilogia urban fantasy proprio su questa figura che spesso nella letteratura come nel cinema ricopre un ruolo solo marginale, lasciando spazio alla figura del vampiro forse perché più tenebrosa e affascinante. Concezione alquanto sbagliata perché anche la figura fantastica dell' uomo-lupo ha delle sfumature accattivanti e carismatiche.

"Io sono il lupo" ci presenta infatti la leggenda dei licantropi o lupi mannari in modo fresco, integrando l'intera comunità di lupi nelle città e nella quotidianità a cui siamo abituati. Lupi però che non hanno esattamente le caratteristiche che in genere ci riportano le leggende: non si trasformano solo ed esclusivamente alla vista della luna piena (che però continua ad avere una notevole influenza), la trasformazione da umano a uomo-lupo non avviene attraverso una maledizione ma attraverso il morso di un altro licantropo, i lupi mannari non sono immortali di fronte a qualsiasi arma tranne la pallottola d'argento ma possono essere ammazzati come qualsiasi altro essere umano! 

Stephen Cole quindi da un'impronta del tutto nuova alla leggenda, personalizzandola e adattandola alla sua trama. Trama molto interessante ma sinceramente sviluppata in modo un pò "sbrigativo" e banale. L'intero libro sembra essere una lunga ma interessante introduzione a quella che sarà la vera storia. "Sbrigativo" il modo in cui ci presenta i protagonisti, "sbrigativa" la descrizione della trasformazione di Tom Andresen (protagonista principale), eccessivamente "Sbrigativa"  la scena finale del libro.

Come ho detto il protagonista è Tom Andresen, un sedicenne che parte controvoglia in vacanza con la famiglia e che per colpa di una passeggiata in riva ad un fiume nel cuore della foresta si ritrova catapultato in una realtà stravagante e inattesa. Travolto dalla corrente del fiume, l'adolescente si risveglia infatti dolorante in casa di una famiglia che con l'inganno lo trattiene lì iniziando una lenta e pericolosa trasformazione.
La famiglia affettuosa e premurosa si scopre essere una famiglia di lupi mannari alla ricerca del compagno perfetto per la figlia Kate Folan (erede del sangue puro della sua famiglia e che per trasformarsi in licantropo deve necessariamente accoppiarsi con un lupo). 

La vera avventura del libro ha inizio con la fuga dei due protagonisti: Tom e Kate. I quali si ritrovano a fronteggiare branchi di lupi inferociti, la madre di Kate (il lupo più violento e sanguinario dell'intero libro), rapimenti, tranelli, ecc... il tutto con un leggerissimo e quasi impercettibile sfondo romantico! 
Devo ammettere che se il libro fosse stato strutturato in modo diverso, a parer mio, sarebbe potuto essere veramente un bel libro perché la storia è innovativa e ben studiata... peccato per la prevedibilità con cui si riusciva tranquillamente ad intuire tutto quello che invece doveva essere un colpo di scena!!

In ogni caso probabilmente continuerò a seguire la saga perché ormai sono curiosa di conoscere la fine dei protagonisti, soprattutto per il prezzo super conveniente con cui la Newton ce la propone: soli 6,90 €!!

2 commenti:

  1. Ciao, ti ho premiata col Versatile Blogger Award! http://newslibri.blogspot.com/2011/04/versatile-blogger-award.html

    RispondiElimina
  2. Grazie Markus!! Passo da te! ;)

    RispondiElimina