giovedì 10 marzo 2011

Una nuova saga fantasy in arrivo: Alterra di Maxime Chattam

Grazie alla casa editrice Fazi, il 25 marzo 2011, approderà in Italia la saga dell'autore francese Maxime Chattam il quale ha dato vita ad una storia appassionante e soprattutto ad un nuovo mondo in cui gli unici umani sono i bambini. Una riflessione intorno alla perdita dell'innocenza che ha venduto in Francia più di 200.000 copie.
Il 30 marzo l'autore sarà in Italia alla Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna, ospite del FantasyCamp organizzato dall'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" in collaborazione con la Fiera e che vedrà coinvolti i principali scrittori e opinion leader del mondo fantasy.



Trama:
Nessuno si era accorto del suo arrivo, e di colpo è sopra tutta la città: una spaventosa, gelida tempesta. Quando il quattordicenne Matt la vede incombere, vorrebbe avvisare i genitori, capire che cosa succede, se c'è un reale pericolo. Ma è già troppo tardi: viene colpito da un fulmine e perde conoscenza.

Quando si risveglia, è solo. La madre e il padre sono scomparsi, volatilizzati i vicini di casa, vuote le strade· Cosa è successo?
Insieme all'amico Tobias, Matt cerca disperatamente di trovare qualcuno ancora in vita, in questa New York muta e fredda che sembra non dare speranze. Eppure, i due non sono soli: strane presenze dagli occhi di ghiaccio ne seguono i movimenti, bizzarre creature mutanti li spiano. Ai due ragazzi non resta che fuggire dalla città.
Li attende un mondo selvaggio, nel quale la natura ha ripreso totalmente il sopravvento. Riescono a trovare riparo su un'isola a ovest, presso una comunità di bambini, i "Pan". Il loro rifugio è però tutt'altro che sicuro: perché ad Alterra, gli unici adulti sopravvissuti sono diventati ormai cacciatori di bambini.



L'autore:
Maxime Chattam, considerato l'enfant prodige del thriller francese, a soli trent'anni vanta numerosi titoli di successo. Con la trilogia Alterra, si è rapidamente affermato anche nel campo della narrativa per ragazzi, riscuotendo il consenso di pubblico e critica. In Francia i primi due titoli si sono posizionati ai vertici delle classifiche, e il terzo è attualmente presente nella lista dei bestseller.

3 commenti:

  1. Waw!!!
    Inquietante direi...
    ...tipo Villagio dei dannati.

    RispondiElimina
  2. Si, anche se in "Villaggio dei dannati" dopo una sonnolenza generale le donne partoriscono questi bambini dannati... mentre in questo libro, i bambini dovrebbero essere gli unici "umani" rimasti!!
    Un pò come "Io sono leggenda"!
    Sono curiosissima di leggerlo!

    RispondiElimina
  3. Sì, in realtà un po'inquietatante è, soprattutto alla luce delle sempre più frequenti catastrofi naturali... Comunque l'ho finito due giorni fa (tra l'altro in pochissimo tempo)e devo dire che mi ha fatto pensare ad alcuni racconti di Stephen King, virati in salsa teen e mescolati con il Peter Pan di Barrie. Il risultato finale è un po'discontinuo, ma ho apprezzato comunque lo stile fresco e veloce dell'autore. Tra l'altro si tratta solo del primo capitolo di una saga e credo che i personaggi avranno modo di crescere ulteriormente.

    RispondiElimina