sabato 5 marzo 2011

New entries in my library (14)

Siamo giunti al quattordicesimo appuntamento con la rubrica New Entry in My Library che ricordo, come ormai d'abitudine, non è una rubrica periodica ma nata soltanto dalla voglia di condividere con voi i nuovi titoli che entrano a far parte della mia libreria!


Oggi ho due titoli da presentarvi... molto diversi tra loro ma entrambi interessanti nel loro genere!
Per il primo devo ringraziare la casa editrice Garzanti sempre puntuale e disponibile, che mi ha gentilmente omaggiata di una copia di "La bambina ribelle"


Titolo: La bambina ribelle
Autore: Nafisa Haji
Editore: Garzanti
Prezzo copertina: 17,60 €
Pagine: 284


Trama:
È sera. La piccola Saira, giovane pachistana nata in America, ha gli occhi chiusi. Sua madre è seduta sul bordo del letto e le sfiora la fronte con la mano, tracciando parole di una preghiera del Corano, per placare i suoi incubi di bambina. Saira non le ha mai capite quelle parole, non le ha mai volute ascoltare. Sin da piccolissima, a differenza della sorella maggiore Ameena, ha sempre rifiutato con forza la tradizione. Era l'unica a indossare i pantaloni, a portare i capelli corti, a strapparsi il velo ogni volta che la obbligavano a metterlo.
Sono passati anni da allora, anni in cui Saira ha lottato duramente per conquistare il bene più prezioso, l'indipendenza. Ma questa scelta si è portata dietro un prezzo, una colpa inconfessabile. Almeno fino a ora. Perché, quando la tragedia colpisce inaspettatamente la sua famiglia, Saira capisce di non avere alternative: deve tornare alle sue radici, ripercorrere la strada del passato e deve trovare, una volta per tutte, la forza di ascoltare quelle parole del Corano e guardare negli occhi coloro che sono venuti prima di lei. Ad attenderla, tra l'America alla vigilia del cambiamento e il Pakistan sull'orlo della violenza, ci sono segreti e tradimenti, bugie e sofferenze, sorprese e legami inaspettati. Solo affrontandoli Saira potrà saldare i conti con i propri errori mai espiati e potrà prendersi cura di chi ha veramente bisogno di lei.

Il secondo libro ve l'avevo già presentato un pò di tempo fa, potete trovare l'articolo qui, ringrazio la casa editrice Gargoyle per avermene inviato una copia!


Titolo: La figura di cera
Autore:  Riccardo D'Anna
Editore: Gargoyle 

Prezzo copertina: 13,50 €
Pagine: 200 


Trama:

Londra 1958. Una serie di misteriosi suicidi preludono alla riapertura di un caso risolto forse solo in apparenza, denso di preoccupanti e inaspettati sviluppi. La scomparsa dalla tomba di una marchesa caduta in disgrazia, da poco defunta fra le mura di un appartamento londinese – donna dall’indiscutibile fascino, musa ispiratrice di D’Annunzio, appassionata di occultismo e interprete dei brillanti riti della belle époque – muove i protagonisti, in una corsa contro il tempo, alla ricerca del suo calco di cera da cui ella avrebbe potuto riattingere vita.
Dopo un incontro a Venezia con Peggy Guggenheim, i nostri eroi si vedranno costretti a recarsi a Berlino, in una citta' che mostra ancora le ferite della guerra e dove sopravvivono gli ultimi scampoli di quelle societa' segrete che furono legate ai presupposti oscuri e alle origini magiche del nazismo.

Quale dei due vi ispira maggiormente e vorreste leggerne prima la recensione?

3 commenti:

  1. Sinceramente fra i due sceglierei: La figura di cera
    molto interessante

    RispondiElimina
  2. La bambina ribelle mi attira... aspetto la tua recensione :)

    RispondiElimina
  3. Farò di tutto per leggerli entrambi velocemente... incuriosiscono molto anche me!

    RispondiElimina