domenica 27 febbraio 2011

Anticipazione: "Vendetta!" di Marie Corelli

Atmosfera horror... clima oscuro... personaggi e avvenimenti misteriosi... tensione altissima e continui colpi di scena! Queste sono solo alcune delle aspettative per "Vendetta!" di Marie Corelli che sarà in tutte le librerie dal 16 marzo. La casa editrice Gargoyle, che cura in particolar modo il genere horror/fantasy, sembra volerci tenere con il fiato sospeso con questo nuovo libro scritto da colei che è definita: "la regina del tardo-gotico di età vittoriana". Marie Corelli, che è in realtà solo il nome d'arte di questa scrittrice e poetessa inglese, sceglie come sfondo a questa sua lugubre storia... l'Italia, più precisamente Napoli!


Titolo: Vendetta!
Autore: Marie Corelli
Traduttrice: Monica Meloni
Postfazione: Carlo Pagetti
Editore: Gargoyle Books
Prezzo copertina: 15,00 €
Pagine: 346
Data pubblicazione: 16 marzo 2011

Trama:
1884, l'epidemia del colera che sta piagando Napoli non mostra riguardo per nessuno, dunque nemmeno per l'alta nobiltà cui appartiene il conte Fabio Romani. Allontanatosi dalla sua sontuosa villa per una delle sue abituali passeggiate, il conte si imbatte in un giovanissimo fruttivendolo moribondo che lo contagia. Soccorso da un monaco, viene trasportato oramai delirante in una locanda. Frettolosamente seppellito nella cripta di famiglia, il conte si risveglia e riesce a fuggire dal lugubre luogo. Ma il ritorno a Villa Romani si rivelerà ancora più lugubre della tomba da cui è riuscito a fuggire. Nascosto dalla vegetazione dei giardini che cingono la tenuta, Fabio scoprirà infatti di non essere per niente rimpianto dalla sua bellissima moglie Nina e dal suo migliore amico Guido Ferrari. Sconvolto dal dolore e dall'amarezza, egli deciderà di costruirsi una nuova identità - agevolato dall'improvviso incanutimento e dall'aspetto sciupato, conseguenza del colera - meditando una terribile nemesi... Opera che celebra la follia, l'orrore e la decadenza umana all'apice della degenerazione, "Vendetta!" ha fatto di Marie Corelli la regina del tardo-gotico di età vittoriana.


L'autrice:
Nata con il nome di battesimo di Mary Mackay, la Corelli era la figlia illegittima di Charles Mackay, famoso giornalista, poeta ed autore di canzoni scozzese, e di Mary Elizabeth Mills, probabilmente la sua governante, che suo padre sposò quando lei aveva dieci anni, ma che seppe essere sua madre solo dopo la morte del padre. Nel 1866 venne inviata in un collegio a Parigi per la sua educazione e fece ritorno in patria quattro anni dopo.Quando raggiunse l'età di trent'anni mutò il suo nome in Corelli che divenne il suo nome d'arte quando esordì nel mondo dell'arte come musicista, sostenendo di essere figlia di un conte italiano e di avere vent'anni. Dopo aver abbandonato la musica, iniziò a scrivere pubblicando il suo primo racconto nel 1886 dal titolo A Romance of Two Worlds. Nonostante le sue opere divenissero molto popolari, vennero accolte molto aspramente dalla critica letteraria del tempo a causa di un eccessivo sentimentalismo e per un certo esagerato gusto per il melodrammatico. Nonostante ciò ebbe celebri lettori che la elogiarono pubblicamente, come alcuni esponenti della Famiglia reale britannica e Winston e Randolph Churchill.Nei suoi scritti fu particolarmente attenta a temi spirituali.La sua riscoperta rappresenta per la casa editrice Gargoyle motivo di orgoglio, nel quadro di un incessante lavoro di recupero del gotico-vittoriano. 

Titolo, trama e autrice sembrano avere tutte le carte in regola per anticipare un romanzo che sarà senza ombra di dubbio appassionante e inquietante: la storia di un uomo che è stato sepolto vivo la cui unica nuova ragione di vita è la vendetta, ambientata nella nostra terra e raccontata da una scrittrice che ha addirittura la Regina Vittoria tra i suoi fan... bhè, credo sia uno dei migliori biglietti da visita che si possa desiderare!!

Nessun commento:

Posta un commento