mercoledì 10 novembre 2010

Justin or not Justin : this is the question

Come si suol dire: oltre il danno la beffa!
Entusiasta all'idea di ricevere uno dei tanti libri che desideravo per il giorno del mio compleanno, ieri ho scartato uno dei pacchetti impaziente perchè al tatto avevo riconosciuto il contenuto ma.... sapete qual'è il brutto di avere in famiglia persone che non amano la lettura?
Non è che ti prendono a caso uno dei libri in vetta alle classifiche per non sbagliare... ma è che si affidano alle commesse delle librerie! E sapete cosa fanno le commesse annoiate che odiano il loro mestiere?
Ti rifilano l'ultimo libro in fondo allo scaffale che fino a quel momento non ha venduto nemmeno una copia , un libro sicuramente adatto ad una dodicenne ma che una ragazza di 22 ( non che sia una donna fatta ma ormai ha decisamente gusti diversi ) vorrebbe tanto tirare in testa a quella commessa ( che mi sono ripromessa di andare a trovare !) e così....
ti aspetti “Il libro delle anime” di Glenn Cooper …. ed invece , ti ritrovi nello scaffale “Justin” di Meg Rosoff!

Titolo: Justin 
Autrice: Meg Rosoff 
Pagine: 230 
Prezzo copertina: 15,00 €




Trama:
In seguito ad un incidente a cui è scampato per un soffio Charlie, il suo fratellino minore, David Case intraprende una riflessione angosciosa sull'imprevedibilità e l'ineluttabilità del destino. Convinto che il fato lo voglia morto, e deciso a sfuggirli, David decide di cambiare identità e si trasforma in Justin Case. Ad aiutarlo in questa impresa sarà Agnes Bee, una giovane e seducente fotografa appassionata di moda che lo immortala spesso nella sua nuova veste come prototipo della “gioventù bruciata”. Accompagnato dal suo cane immaginario, il levriero Boy, Justin tenta in ogni modo di calarsi nel ruolo che ha inventato per sé e, soprattutto , di riuscire a sopravvivere in un mondo in cui tutto potrebbe andare perduto in qualsiasi istante. Intanto, una catastrofe sfiorata all'aeroporto di Luton e la fine del flirt con Agnes portano Justin a fare i conti con un destino che non sembra affatto lasciarsi ingannare dal suo travestimento , e che lo riduce quasi in fin di vita con un'improvvisa meningite. Justin nonsa ancora che l'imprevedibilità del destino può anche giocare a suo favore e ha in serbo per lui una carta che lo stupirà profondamente e gli restituirà un grande senso di speranza e di vita.

Leggermente rincuoranti le parole scritte da Marie Claire :
Un realismo dai toni magici caratterizza questo romanzo originale e brillante, in cui Londra fa da sfondo alla lotta di un ragazzo contro le forze del destino”

Ora , sarà anche che io parto decisamente prevenuta , ma non riesco assolutamente a trovare una sola ragione per leggere questo libro. Se qualcuno legge per caso questo mio articolo, ed ha letto questo romanzo , vi prego ditemi se i miei pregiudizi sono fondati oppure no... fatemi sapere se è meglio lasciarlo alla polvere o se invece devo darli il beneficio del dubbio!

6 commenti:

  1. No, ma dai... accidenti alla commessa!! Ma in famiglia non conoscono un po' i tuoi gusti? Io ad esempio so per certo che Stephen King andrebbe benissimo per mia sorella e che mamma divorerebbe un giallo/thriller... mi dispiace, devi esserci rimasta male =(
    Io non l'ho letto, quindi non saprei proprio dirti... a parte che, quando ho letto "Justin", ho pensato si trattasse di quel bimbominkia di Justin Bieber (detto Biberon, a quanto leggo) e non potevo credere che ti avessero regalato una sua biografia! Secondo me è possibile che la scelta del titolo sia fatta apposta... voglio dire, una di quelle fan sfegatate di Biberon legge il suo nome a caratteri cubitali su un libro e lo prende all'istante! Chissà...
    Comunque, che altri regali hai ricevuto??

    RispondiElimina
  2. Chiara, in famiglia ovvio che conoscono i miei gusti.... ma è stata una mia zia a regalarmelo e con lei non ho mai parlato di libri sinceramente!
    Dai.... spero sia un pochino meglio di come sembra!!!

    (Altri regali.... l'anello che sai già, scarpe e borsa da Chris, una fatina, completo intimo, pendrive..e il cel che però non ho ancora preso)!! ;)

    RispondiElimina
  3. Ah, ecco!! Mi sembrava strano!;)
    Allora poi fammi sapere com'è e se non è poi così male!
    Gli altri regali comunque sono bellissimi! *_* Soprattutto la fatina e il cellulare!=D
    Magari "Il libro delle anime" puoi metterlo nella letterina di Natale... ;P Oppure vuoi comprartelo tu prima?

    RispondiElimina
  4. No,no..... va benissimo nella letterina di Natale!! ;) prometto di fare la brava!!!!! :p

    RispondiElimina
  5. Ciao tesoro,
    Mi dispiace davvero. So quanto desiderassi leggere il libro delle anime - ma la biblioteca dei morti l'hai letto? - ma come ha detto Chiaki ti resta sempre la letterina di Natale -__^ Spessi quanti libri ho io che stanno a prendere polvere nello scaffale -__-
    Comunque hai ricevuto altri bei regali e il libro potrebbe essere una vera rivelazione ^^
    Facci sapere mi raccomando!

    RispondiElimina
  6. Si,si.... io tendenzialmente non amo lasciare i libri senza leggerli anche quando il titolo e la trama non lasciano nessuna aspettativa positiva... quindi probabilmente leggerò anche questo!!
    Glenn Cooper l'ho conosciuto in questo periodo , sono rimasta affascinata dalla copertina del "Libro delle anime" e quindi mi sono documentata anche sull'autore!!!
    Taila... mi sa mi sa che passo da casa tua a rubarti la copia di "La biblioteca dei morti"! ;p

    RispondiElimina